mondosvezia

Un forum per chi ama la Svezia e i paesi scandinavi. Utile per chi cerca informazioni sui viaggi, cucina locale, cultura, tradizioni, lingua e altro.
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividi | 
 

 LA NUDA E CRUDA REALTà DELLA SVEZIA DI OGGI E DEL DOMANI....

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
Lucone
Lepre
Lepre
avatar

Numero di messaggi : 76
Età : 34
Localizzazione : Milano...verso Stoccolma
Data d'iscrizione : 09.10.09

MessaggioTitolo: Re: LA NUDA E CRUDA REALTà DELLA SVEZIA DI OGGI E DEL DOMANI....   Mer Nov 11, 2009 7:10 pm

E' una posizione come un'altra, per carità. La rispetto, ma non la condivido. Se mio figlio dovesse rientrare da scuola e mi raccontasse che qualcuno gli ha messo le mani addosso senza un motivo, e per di più da un gruppo di persone e non da solo, di certo non starei lì a parlargli del Senegal o a sgridarlo (!!!) perchè non ha parlato del Senegal o dell'Africa o di qualsiasi altra cosa con chi lo ha aggredito.

Magari ho capito male io, ma trovo la cosa alquanto sconcertante...diciamo che il "porgi l'altra guancia" non è la mia filosofia di vita. E continuo a leggere, come dappertutto ormai, di accuse di xenofobia verso coalizioni che magari hanno il solo interesse a difendere identità e tradizione del loro Paese.

Sul fatto che non sia vero che gli immigrati tolgano lavoro, ma soprattutto servizi alla popolazione del paese ospitante ho seri dubbi. Un esempio lampante è qua sul forum, sul sussidio di disoccupazione ai giovani appena laureati che non riescono subito a trovare lavoro, ma ad ogni modo mi piacerebbe analizzare su fonti più oggettive i dati riportati nell'articolo di Ådahl, ragion per cui non argomento su sto fatto. Potrei però dire che l'immigrazione è un aspetto della società che va analizzato in maniera più approfondita del confronto di cifre e delle percentuali di guadagno fiscale di una nazione.

Mi viene fatto l'esempio del Canada, esempio che, a mio parere, non sta nè in cielo e nè in terra per il semplice motivo che il Canada non ha assolutamente la storia nè le tradizioni di un qualsiasi Paese europeo. Il Canada è una nazione in cui non si capisce bene quale sia la lingua madre (inglese o francese, a seconda degli Stati), e così come gli Stati Uniti, anche loro sono NATI come realtà multiculturale.
I veri americani, come i veri canadesi invece, sono spesso confinati in delle riserve naturali. Per colpa di noi europei.

Quando noi siamo andati a distruggere le Americhe, eravamo allo stesso livello degli Arabi quanto a fanatismo (non vedo, Giordania e forse Egitto a parte, l'esistenza di un vero stato arabo moderato), ma all'epoca gli indiani non avevano nè i mezzi e nè le risorse per impedircelo. E sappiamo tutti quello che è successo.

Paragonare l'immigrazione odierna alle campagne dei conquistadores è sì forzato, ma il principio è lo stesso sebbene siano cambiati i mezzi. Stiamo importando gente che, nel loro Paese, è abituata a lapidare delle ragazze anche minorenni solo per essersi innamorate, e per questo ritengo che i tempi per un vero incontro di civiltà non siano ancora assolutamente maturi.
Per adesso, si scontrano le inciviltà.


Ultima modifica di Lucone il Mer Nov 11, 2009 8:37 pm, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
http://www.lucaballore.com
osvensk
Gazza
Gazza


Numero di messaggi : 58
Data d'iscrizione : 08.05.08

MessaggioTitolo: Re: LA NUDA E CRUDA REALTà DELLA SVEZIA DI OGGI E DEL DOMANI....   Mer Nov 11, 2009 8:13 pm

ha ben ragione in quel che scrive lucone ,un ottimo intervento davvero il suo ultimo. 1. in italia, in svezia, e in qualsiasi paese d'occidente, volenti o nolenti, sono gli immigrati la fetta più grande della popolazione che ha problemi con la giustizia. non voglio discutere sul fatto che gli openmind dicono che in numeri assoluti per esempio in italia sono gli italiani a commettere pù crimini....dimenticandosi che gli italiani sono oltre 50 milioni, gli immigrati molto molto meno;
2. ha anche ragione quando scrive che non puà uscire a padova e che non guarda di buon occhio questi potenziali parassiti della società che magari hanno oggetti firmati cellulari ecc...povera italia;
3. anche io penso che per ragioni quanto meno socio-culturali non è possibile l'integrazione tra una persona europea e una araba o in ogni caso proveniente da terre lontane e con discutibile forma mentis, con gente che approva l'infibulazione, la lapidazione, eccetra, eccetra, eccetra.
Torna in alto Andare in basso
anna&egi
Orso
Orso


Numero di messaggi : 282
Localizzazione : Marche
Data d'iscrizione : 26.10.07

MessaggioTitolo: Re: LA NUDA E CRUDA REALTà DELLA SVEZIA DI OGGI E DEL DOMANI....   Gio Nov 12, 2009 2:35 am

Stessi discorsi di 40 anni fà che si facevano al Nord Italia riferendosi ai meridionali: calabresi, napoletani, siciliani, pugliesi, sardi, abruzzesi, lucani, molisani. Dimentico qualcuno?
Torna in alto Andare in basso
http://vigilanzazoofila.blogspot.com
Lucone
Lepre
Lepre
avatar

Numero di messaggi : 76
Età : 34
Localizzazione : Milano...verso Stoccolma
Data d'iscrizione : 09.10.09

MessaggioTitolo: Re: LA NUDA E CRUDA REALTà DELLA SVEZIA DI OGGI E DEL DOMANI....   Gio Nov 12, 2009 11:20 am

Non è proprio la stessa cosa. A parte che noi Sardi non veniamo identificati come meridionali, noi stessi spesso non ci identifichiamo nemmeno come italiani.
Il punto non è se sono discorsi che si facevano 40 anni fa o 2000 anni fa (sarei curioso di sapere cosa ne pensavano gli abitanti di Roma quando venne concessa la cittadinanza romana a tutti gli abitanti dell'impero....lol! ), ma di riconoscere se l'immigrazione sia un problema o no.

Secondo me lo è e ne ho esposto le argomentazioni, se per te non lo è dillo e fai altrettanto Wink
Torna in alto Andare in basso
http://www.lucaballore.com
mrpingu
Orso
Orso
avatar

Numero di messaggi : 283
Età : 35
Localizzazione : Bologna/Stoccolma
Data d'iscrizione : 07.08.08

MessaggioTitolo: Re: LA NUDA E CRUDA REALTà DELLA SVEZIA DI OGGI E DEL DOMANI....   Gio Nov 12, 2009 5:56 pm

Lucone ha scritto:
Non è proprio la stessa cosa. A parte che noi Sardi non veniamo identificati come meridionali, noi stessi spesso non ci identifichiamo nemmeno come italiani.
Il punto non è se sono discorsi che si facevano 40 anni fa o 2000 anni fa (sarei curioso di sapere cosa ne pensavano gli abitanti di Roma quando venne concessa la cittadinanza romana a tutti gli abitanti dell'impero....lol! ), ma di riconoscere se l'immigrazione sia un problema o no.

Secondo me lo è e ne ho esposto le argomentazioni, se per te non lo è dillo e fai altrettanto Wink

esatto VOI non vi identificate come italiani e meridionali...ma vallo a chiedere a un leghista!
Torna in alto Andare in basso
mrpingu
Orso
Orso
avatar

Numero di messaggi : 283
Età : 35
Localizzazione : Bologna/Stoccolma
Data d'iscrizione : 07.08.08

MessaggioTitolo: Re: LA NUDA E CRUDA REALTà DELLA SVEZIA DI OGGI E DEL DOMANI....   Gio Nov 12, 2009 5:59 pm

osvensk ha scritto:
ha ben ragione in quel che scrive lucone ,un ottimo intervento davvero il suo ultimo. 1. in italia, in svezia, e in qualsiasi paese d'occidente, volenti o nolenti, sono gli immigrati la fetta più grande della popolazione che ha problemi con la giustizia. non voglio discutere sul fatto che gli openmind dicono che in numeri assoluti per esempio in italia sono gli italiani a commettere pù crimini....dimenticandosi che gli italiani sono oltre 50 milioni, gli immigrati molto molto meno;
2. ha anche ragione quando scrive che non puà uscire a padova e che non guarda di buon occhio questi potenziali parassiti della società che magari hanno oggetti firmati cellulari ecc...povera italia;
3. anche io penso che per ragioni quanto meno socio-culturali non è possibile l'integrazione tra una persona europea e una araba o in ogni caso proveniente da terre lontane e con discutibile forma mentis, con gente che approva l'infibulazione, la lapidazione, eccetra, eccetra, eccetra.

Il coinvolgimento degli immigrati in attività criminose riguarda la condizione di irregolarità; tra il 70% e l'80% degli stranieri denunciati, infatti, sono irregolari. Il reato commesso da 4 stranieri su 5 (87,2%) ha a che vedere con la violazione della legge sull'immigrazione. In generale, però, non esiste alcun legame fra l'aumento degli immigrati regolari e l'aumento dei reati in Italia: tra il 2001 e il 2005, mentre gli stranieri sono aumentati di oltre il 100%, le denunce nei loro confronti sono cresciute del 45,9%. E' falso, quindi - sottolinea la ricerca - dire che il tasso di criminalità degli immigrati è di 5-6 volte superiore a quello degli italiani.
Torna in alto Andare in basso
mrpingu
Orso
Orso
avatar

Numero di messaggi : 283
Età : 35
Localizzazione : Bologna/Stoccolma
Data d'iscrizione : 07.08.08

MessaggioTitolo: Re: LA NUDA E CRUDA REALTà DELLA SVEZIA DI OGGI E DEL DOMANI....   Gio Nov 12, 2009 6:01 pm

Nel 2005, i reati in materia di immigrazione sono stati 21.996; di questi 19.189 sono stati commessi da stranieri, compresi gli irregolari. Gli immigrati pesano poi per l'81,7% nei reati relativi alla tratta e al commercio di schiavi; per il 74,4% alle false dichiarazioni sull'identità; per il 60,8% alla riproduzione abusiva di registrazioni cinematografiche; per il 39,5% nei furti; per il 34% nel traffico di stupefacenti. Risulta molto bassa invece l' incidenza degli stranieri sul totale delle denunce per altri tipi di reati: rapine in banca (3%) o uffici postali (6%), evasione fiscale e contributiva (5,8%), omissione dei contributi previdenziali (8%), associazione per delinquere (10,6%). In sintonia con i risultati dell'indagine anche la portavoce dell'Unhcr, Laura Boldrini, per la quale nel nostro paese non esiste alcun "assedio. I numeri sono modesti rispetto ad altri paese dell'Ue"
Torna in alto Andare in basso
mrpingu
Orso
Orso
avatar

Numero di messaggi : 283
Età : 35
Localizzazione : Bologna/Stoccolma
Data d'iscrizione : 07.08.08

MessaggioTitolo: Re: LA NUDA E CRUDA REALTà DELLA SVEZIA DI OGGI E DEL DOMANI....   Gio Nov 12, 2009 6:06 pm

UNHCR: NESSUN ASSEDIO IN ITALIA - Gli sbarchi di irregolari in Italia sono appena il 13% delle entrate illegali: "non c'é quindi alcun assedio". Lo ha sottolineato Laura Boldrini, portavoce dell'Unhcr, alla presentazione della ricerca sulla criminalità degli immigrati. Nonostante questi "numeri modesti rispetto ad altri paesi dell'Ue - ha proseguito - noi italiani ci sentiamo a disagio di fronte agli stranieri, di fronte ai richiedenti asilo, persone vittime loro stesse di violenze, di guerre, di regime. Eppure, i messaggi che ricevono gli italiani sono di altro tipo, sono messaggi poco attenti e fuorvianti la realtà. Di quel 13% che sbarca sulle coste italiane, nel 2008 il 75% è rientrato fra i richiedenti asilo (riconosciuto al 50%). Nonostante ciò, queste stesse persone ci fanno paura. Sono persone che liquidiamo con la parola clandestino: un linguaggio che non rende giustizia. La parola clandestino andrebbe messa a bando". Boldrini ha spiegato che i rifugiati nell'Ue sono due milioni e mezzo, in Asia 17 milioni, in Africa 10 milioni; "quindi l' 80% delle persone sradicate dal loro paese vive nel sud del mondo, non è vero che vogliono venire tutti in Europa". I rifugiati in Germania sono 600 mila (7 ogni mille abitanti), nel Regno Unito 300 mila, in Francia 150 mila; in Italia si stima ("non ci sono censimenti") 47 mila, lo 0,7% ogni mille abitanti. "Se non si parla agli italiani senza schemi, pregiudizi e luoghi comuni - ha concluso la portavoce dell'Unhcr - non si aiuta a comprendere questi fenomeni"
Torna in alto Andare in basso
kennymanson
Tasso
Tasso


Numero di messaggi : 80
Data d'iscrizione : 07.11.07

MessaggioTitolo: Re: LA NUDA E CRUDA REALTà DELLA SVEZIA DI OGGI E DEL DOMANI....   Gio Nov 12, 2009 8:33 pm

io non vivo in Svezia ma son già stato almeno 5 volte in vacanza e penso di poter esprimere un parere...

se la persona che pensa questo vuol far cambio con me qui in Italia mi contatti che faccio cambio anche domani...

la situazione che c'è in Italia oggi giorno c'è in pochi stati....
Torna in alto Andare in basso
Lucone
Lepre
Lepre
avatar

Numero di messaggi : 76
Età : 34
Localizzazione : Milano...verso Stoccolma
Data d'iscrizione : 09.10.09

MessaggioTitolo: Re: LA NUDA E CRUDA REALTà DELLA SVEZIA DI OGGI E DEL DOMANI....   Gio Nov 12, 2009 11:55 pm

Citazione :
esatto VOI non vi identificate come italiani e meridionali...ma vallo a chiedere a un leghista!

Vivo in Veneto, e ti assicuro che sono sempre stato trattato bene ovunque io sia stato. Sarà perchè mi ritengo una persona educata, sarà perchè la cultura veneta appartiene molto al mondo agricolo (la nostra è più pastorale, ma il legame con la terra è sempre forte). E ho diversi amici leghisti.

Sulle cifre e su tutto il resto, non credo di potermi fidare, al di la' del fatto che il numero dei rifugiati non corrisponde certo al numero effettivo di presenze straniere in Italia (47 mila immigrati e' una cifra che, con rispetto parlando, mi fa ridere. Cosi' come mi fa ridere anche la proposta di messa al bando del termine "clandestino"), non sono abituato ad esprimere un parere guardando numeri su un foglio di carta. Sono una persona piuttosto empirica, mi baso sull'esperienza diretta.

Esci in una grande città qualsiasi e fatti un giro, ci sono zone dove nemmeno la polizia entra se non con 4 o 5 pattuglie, ma secondo te è una cosa normale che si debba aver paura o girare con un coltello nella TUA CITTA'? Aver paura anche solo di rientrare a casa perchè devi passare per certe zone? E' strano che non te ne sei reso conto se è vero che sei Bolognese...

No, non è una cosa normale. E per quanto me ne dica l'ONU o chi per lei (l'ONU che ricordo ci accusa di crimini contro l'umanità quando la marina greca spara sulle navi dei clandestini e l'esercito spagnolo spara ad altezza d'uomo su chi tenta di scavalcare la frontiera dal Marocco), l'immigrazione in Italia come nel resto d'Europa è un problema, ed è un problema serio.

Il fatto che (ammettiamo pure che sia vero) la situazione in Italia sia meno "grave" rispetto ad altre zone dell'UE non è certo una consolazione. Si dovrebbe iniziare a pensare in modo da garantire il meglio e non il meno peggio ai cittadini. E se non siamo capaci di proporre politiche di immigrazione decenti, mi domando se non sia il caso di chiuderle queste frontiere...
Torna in alto Andare in basso
http://www.lucaballore.com
beppe
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 928
Età : 45
Localizzazione : Stoccolma, pardon ora sono in Veneto
Data d'iscrizione : 18.07.08

MessaggioTitolo: Re: LA NUDA E CRUDA REALTà DELLA SVEZIA DI OGGI E DEL DOMANI....   Sab Nov 14, 2009 2:32 pm

Lucone ha scritto:
Citazione :
esatto VOI non vi identificate come italiani e meridionali...ma vallo a chiedere a un leghista!

Vivo in Veneto, e ti assicuro che sono sempre stato trattato bene ovunque io sia stato. Sarà perchè mi ritengo una persona educata, sarà perchè la cultura veneta appartiene molto al mondo agricolo (la nostra è più pastorale, ma il legame con la terra è sempre forte). E ho diversi amici leghisti.


Lucone il vizio della tua posizione sta nella pregiudiziale parzialità, che sicuramente aiuta a supportare la tua opinione ma di fatto non corrisponde alla realtà e alla complessità della società italiana e veneta.

Quale sardo vivi qui in Veneto, forse questo giustifica che tu conosca solo certi aspetti di Padova. Mi chiedo se hai messo piede alle OM (officine meccaniche storica fabbrica) o in zona industriale in orario mattutino, forse lì osserveresti una migrazione diversa che offre un contributo importante alla nostra economia e che è di fatto oramai insostituibile (infatti la Lega Nord apre sempre e senza obiettare sanatorie sull'immigrazione non appena i "poteri forti" che governano l'economia glielo chiedono).

Apprendi a guadare oltre, a non fidarti della semplificazione demagogica e strumentale Wink

Ma consentimi di offrirti una risposta più ironica sfruttando il talento di un regista svedese (di origine libanese) di religione islamica: Josef Fares.

Ti propongo il trailer del suo prossimo film che sia apre con una scena comica che spiega molte cose sull'immigrazione (di certo più delle mie parole):



https://www.youtube.com/watch?v=ZPV3fE9XWb8

PS: Torkel Petersson sempre grandissimo.

E sempre in tema di musulmani che dire di Eddie Razaz che continua a capitanare l'edizione 2009 di Idol, non sorprende il consenso e la simpatia che questo figlio di migranti è riuscito a raccogliere tra gli spettatori svedesi ?

http://tv4play.se/noje_och_humor/idol?videoId=1.1228010



Piccoli esempi di come la Svezia sia cresciuta grazie agli invandrare.
Torna in alto Andare in basso
Alpo
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 847
Localizzazione : Alpi venete - ma vivo a Stoccolma
Data d'iscrizione : 25.09.07

MessaggioTitolo: Re: LA NUDA E CRUDA REALTà DELLA SVEZIA DI OGGI E DEL DOMANI....   Sab Nov 14, 2009 7:26 pm

beppe ha scritto:

E sempre in tema di musulmani che dire di Eddie Razaz che continua a capitanare l'edizione 2009 di Idol, non sorprende il consenso e la simpatia che questo figlio di migranti è riuscito a raccogliere tra gli spettatori svedesi ?

http://tv4play.se/noje_och_humor/idol?videoId=1.1228010



Piccoli esempi di come la Svezia sia cresciuta grazie agli invandrare.


Pure la mia ragazza è una super fan di Eddie Razaz rendeer (in questo caso le corna ci stanno bene)

Quando sali? Programmi mondosvedesi per Natale?

Un saluto a tutti i nuovi arrivati santa
Torna in alto Andare in basso
anna&egi
Orso
Orso


Numero di messaggi : 282
Localizzazione : Marche
Data d'iscrizione : 26.10.07

MessaggioTitolo: Re: LA NUDA E CRUDA REALTà DELLA SVEZIA DI OGGI E DEL DOMANI....   Sab Nov 14, 2009 10:34 pm

Integrazione è la parola magica. Insisto sul fatto che 40 anni fà si facevano gli stessissimi discorsi sui meridionali che emigravano al nord. Intere zoone di Milano o torino in cui non si poteva circolare, delinquenza, furti, sporcizia, ignoranza, donne sottomesse, figli sorchi e somari a scuola, ecc ecc.
Corsi e ricorsi della storia, del resto Obama 150 anni fà forse avrebbe raccolto il cotone con la catena ai piedi.
A proposito, in Svezia noi ci saremo ai primi di dicembre
Torna in alto Andare in basso
http://vigilanzazoofila.blogspot.com
Lucone
Lepre
Lepre
avatar

Numero di messaggi : 76
Età : 34
Localizzazione : Milano...verso Stoccolma
Data d'iscrizione : 09.10.09

MessaggioTitolo: Re: LA NUDA E CRUDA REALTà DELLA SVEZIA DI OGGI E DEL DOMANI....   Sab Nov 14, 2009 11:37 pm

Citazione :
Lucone il vizio della tua posizione sta nella pregiudiziale parzialità, che sicuramente aiuta a supportare la tua opinione ma di fatto non corrisponde alla realtà e alla complessità della società italiana e veneta.

Beppe tu predichi l'osservare da varie prospettive il fenomeno immigrazione, ma non puoi pretendere che possa considerare ciò che dici se già mi accusi di avere pregiudizi.

Cosa, il pregiudizio, che non ho espresso perchè ho sempre giustificato quando con esperienze dirette e quando con notizie facilmente verificabili da tutti le mie opinioni, ragion per cui rifiuto la tua accusa, nemmeno la considero.
Se il discorso deve porsi in questa maniera, direi che posso anche non dire nè leggere più nulla in questo topic, tanto il mio pensiero non cambia visto che, a giudicare da quello che scrivi, non è stato nemmeno compreso.

E dato che non ho visto obiezioni sulle mie argomentazioni ma mi sono sempre visto propinare altrti argomenti sulla base di una sola frase del mio intervento, ne deduco che forse tutti i torti non li ho.

Nei miei interventi non ho parlato di chi si fa il culo a tresette dalla mattina alla sera per tirare avanti (anzi sì, ne ho parlato, ma in maniera del tutto positiva. Chi lavora merita rispetto, o almeno così mi hanno insegnato).
Del resto, chi si alza la mattina per andare in fabbrica non ha il tempo per spacciare, o girare la notte al Cavalcavia Borgomagno, o restare fermo e buttato senza far niente davanti alla mensa dei poveri.

Io è di loro che parlo, e che ho parlato fin dall'inizio. Ed è loro che vorrei non vedere più, o perlomeno in quantità limitata e controllabile.
Quel che basta per non dover andare sempre in giro con un coltello, insomma.

Integrazione la parola magica. Già...e cosa si fa per favorirla? Gli si permette di fare quel che accidenti vogliono, sanatorie a go go e via discorrendo.
Questa non è integrazione.
E questo probabilmente gli svedesi lo sanno, o dubito che gli invandrare riscuoterebbero successo Smile
Torna in alto Andare in basso
http://www.lucaballore.com
beppe
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 928
Età : 45
Localizzazione : Stoccolma, pardon ora sono in Veneto
Data d'iscrizione : 18.07.08

MessaggioTitolo: Re: LA NUDA E CRUDA REALTà DELLA SVEZIA DI OGGI E DEL DOMANI....   Dom Nov 15, 2009 5:26 pm

Lucone ha scritto:


Io è di loro che parlo, e che ho parlato fin dall'inizio. Ed è loro che vorrei non vedere più, o perlomeno in quantità limitata e controllabile.
Quel che basta per non dover andare sempre in giro con un coltello, insomma.

Integrazione la parola magica. Già...e cosa si fa per favorirla? Gli si permette di fare quel che accidenti vogliono, sanatorie a go go e via discorrendo.
Questa non è integrazione.
E questo probabilmente gli svedesi lo sanno, o dubito che gli invandrare riscuoterebbero successo Smile

Mi fa piacere tu almeno riconosca il punto del contributo di lavoro degli immigrati, forse era esplicito sin dall'inizio ma a me era sfuggito, repetita iuvant.

Sulle argomentazioni alle quali non hai avuto risposta, ammetto di non aver compreso bene a quali ti riferivi.

Circa il girare armati di coltello, questo è un aspetto che mi porta a pensare a quale clima di emergenza tu stia vivendo.
Conosco bene Padova e non mi sembra una città così violenta da giustificare il girare armati, mi chiedo come tu percepisca e viva questa città, e se da questo non derivi una tua posizione di pregiudizio (lo ribadisco) verso gli immigrati.

Penso che i nullafacenti, i delinquenti, i furbi esistano in tutte le etnie; che le guerre di religione e il degrado della politica siano un segno della difficoltà globale che il mondo vive dopo il crollo delle ideologie, dei grandi modelli di valori del dopoguerra (carta ei diritti dell'uomo) e lo sbriciolarsi delle cortine di ferro. Lo sappiamo si naviga a vista, giustappunto dovremmo essere tutti più cauti e responsabili (anche sul piano personale) in attesa di una nuova prospettiva.

Ma guai a lasciarsi fascinare dalle scorciatoie, dalle soluzioni semplicistiche (Goebbels s'invento che gli ebrei erano la causa del declino economico della Germania, la demagogia della semplificazione funziona sempre specie se un popolo è carente di cultura e d'informazione) ed al pregiudizio; gestire la complessità del mondo esige intelligenza, impegno e dedizione. proprio per questo la democrazia è un meccanismo fragile, purtroppo a tanta gente, per non riempirsi la testa di cavilli, basta si metta al muro il primo venuto è si mette a posto la coscienza, il vecchio capro espiatorio, emblema delle società primitive.

Perdona la predica Smile
Torna in alto Andare in basso
beppe
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 928
Età : 45
Localizzazione : Stoccolma, pardon ora sono in Veneto
Data d'iscrizione : 18.07.08

MessaggioTitolo: Re: LA NUDA E CRUDA REALTà DELLA SVEZIA DI OGGI E DEL DOMANI....   Dom Nov 15, 2009 5:32 pm

anna&egi ha scritto:

A proposito, in Svezia noi ci saremo ai primi di dicembre

Pure io bounce

E in questo modo rispondo pure ad Alpo :idea:

Programmi Mondosvedesi? Bhe non so, che forse s'improvvisa una tavolata una sera giusto per scambiare gli auguri e 4 chiacchiere? Che ne dite? Chi è in giro?
Torna in alto Andare in basso
beppe
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 928
Età : 45
Localizzazione : Stoccolma, pardon ora sono in Veneto
Data d'iscrizione : 18.07.08

MessaggioTitolo: Re: LA NUDA E CRUDA REALTà DELLA SVEZIA DI OGGI E DEL DOMANI....   Dom Nov 15, 2009 5:53 pm

Alpo ha scritto:


Pure la mia ragazza è una super fan di Eddie Razaz rendeer (in questo caso le corna ci stanno bene)

Povera, chissà quale delusione che sia uscito da Idol Rolling Eyes



:flower: da parte mia, salutamela.
Torna in alto Andare in basso
Lucone
Lepre
Lepre
avatar

Numero di messaggi : 76
Età : 34
Localizzazione : Milano...verso Stoccolma
Data d'iscrizione : 09.10.09

MessaggioTitolo: Re: LA NUDA E CRUDA REALTà DELLA SVEZIA DI OGGI E DEL DOMANI....   Lun Nov 16, 2009 2:25 am

Citazione :
Circa il girare armati di coltello, questo è un aspetto che mi porta a pensare a quale clima di emergenza tu stia vivendo.
Conosco bene Padova e non mi sembra una città così violenta da giustificare il girare armati, mi chiedo come tu percepisca e viva questa città, e se da questo non derivi una tua posizione di pregiudizio (lo ribadisco) verso gli immigrati.

Dipende dalle zone. Io sono abituato a girare a piedi, in bici o coi mezzi pubblici e non ho mai avuto bisogno di girare armato prima di quest'anno.
Da quando mi sono trasferito in zona San Bellino mi è stata rubata la ruota della bici dal cortile di casa mia, e dato che ogni volta che voglio tornare a casa la sera magari dopo una serata con gli amici devo attraversare il Cavalcavia Borgomagno mi capita quasi ogni volta di avere incontri ravvicinati chiamiamoli "del quarto tipo" (probabilmente un alieno sarebbe meglio a questo punto...un invandrare di livello superiore). Quello che adesso mi chiedo è se conosci davvero la mia zona e se sai di cosa si riempie quando il sole cala.
Ho visto di tutto...e anche stasera un imbecille ubriaco/drogato mi ha chiesto dei soldi, due cinesi in bicicletta ubriachi che bevevano vino che quasi mi venivano addosso...Zanonato invece pensa a chiudere i bar degli spritz a mezzanotte.

In tutta franchezza comincio seriamente ad averne piene le scatole ^^ anche di chi vuole trovare a tutti costi giustificazioni al comportamento di sta feccia, e purtroppo per ora il rimedio più efficace che ho trovato è uscire armato, almeno ad arma bianca.
Torna in alto Andare in basso
http://www.lucaballore.com
Eveline
Salmone
Salmone


Numero di messaggi : 12
Età : 33
Localizzazione : Napoli
Data d'iscrizione : 02.11.09

MessaggioTitolo: Re: LA NUDA E CRUDA REALTà DELLA SVEZIA DI OGGI E DEL DOMANI....   Lun Nov 16, 2009 3:56 am

Concedetemi un piccolo OT, visto che ormai la discussione è "degenerata".
Io abito a Napoli, in un quartiere davvero pericoloso, su una strada che fa almeno un paio di morti a settimana. Conosco molti immigrati, ma le persone che mi fanno davvero paura sono tutte italiane.
Lucone ha fatto una netta distinzione tra immigrati che vogliono lavorare e "feccia". A parte il fatto che il concetto stesso di "feccia" è molto soggettivo e che viene da chiedersi se a rubare la ruota della bicicletta siano stati davvero gl'immigrati, non capisco davvero il motivo di tanto astio nei confronti degli stranieri quando la nostra vita viene seriamente condizionata dai connazionali.
Un delinquente immigrato può rapinarci, portar via soldi o cellulare, mentre un distinto uomo d'affari, un "imprenditore", può schiavizzare decine di persone costringendole a lavorare in nero.
L'immigrato ubriaco fa paura, il signore in giacca e cravatta no. Eppure non penso ci sia paragone tra chi può rubarci poche centinaia di euro e chi condiziona la nostra economia, costringendoci ai lavori part time, ai contratti a tempo determinato, al lavoro in nero, ma anche a mangiare roba contaminata dai rifiuti radioattivi, a bere acqua in bottiglia perchè quella del rubinetto è inquinata, a curarci in cliniche private perchè della sanità pubblica non ci si può fidare, ad emigrare perchè in Italia ormai ci hanno tolto ogni diritto.
Si punta il dito contro un capro espiatorio, demonizzandolo, perchè le persone non capiscano chi è che sta davvero distruggendo i loro diritti.
Comunque, volendo parlare di banale criminalità, tutte le rapine avvenute alla mia famiglia sono state compiute da italiani.
E poi, Lucone, il tizio drogato che ti ha chiesto dei soldi ti ha fatto del male? I due cinesi ubriachi ti hanno danneggiato in qualche modo?
Le persone povere hanno un aspetto squallido, misero, che disgusta i "benpensanti", ma sporco non significa cattivo, mentre ricco quasi sempre ne è sinonimo, perchè è impossibile arricchirsi e rimanere onesti.
Concludo con una frase del grande De Andrè, che ha saputo dire in poche parole tutto ciò che io non sono riuscita a dire in questo messaggio:
"se non sono gigli son pur sempre figli, vittime di questo mondo".
Torna in alto Andare in basso
beppe
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 928
Età : 45
Localizzazione : Stoccolma, pardon ora sono in Veneto
Data d'iscrizione : 18.07.08

MessaggioTitolo: Re: LA NUDA E CRUDA REALTà DELLA SVEZIA DI OGGI E DEL DOMANI....   Lun Nov 16, 2009 5:44 pm

Eveline ha scritto:
Concedetemi un piccolo OT, visto che ormai la discussione è "degenerata".

Hai ragione, chiedo scusa.

@ Lucone, si conosco bene la zona della stazione (ho abitato per un periodo all'Arcella).
Torna in alto Andare in basso
Lucone
Lepre
Lepre
avatar

Numero di messaggi : 76
Età : 34
Localizzazione : Milano...verso Stoccolma
Data d'iscrizione : 09.10.09

MessaggioTitolo: Re: LA NUDA E CRUDA REALTà DELLA SVEZIA DI OGGI E DEL DOMANI....   Lun Nov 16, 2009 10:25 pm

Eveline, l'ubriaco drogato non si è allontanato da me prima che gli puntassi un coltello addosso, è sufficiente?
Non mi sento di condividere il tuo pensiero, per quanto lo rispetti...sarà perchè forse abbiamo avuto esperienze diverse, sarà perchè sono stanco di dover scegliere tra il peggio e il meno peggio, e del degrado che avanza ogni giorno di più.

Citazione :
Un delinquente immigrato può rapinarci, portar via soldi o cellulare, mentre un distinto uomo d'affari, un "imprenditore", può schiavizzare decine di persone costringendole a lavorare in nero.

Ma che discorso è? Dobbiamo giustificare un criminale perchè ci sono criminali ancora peggiori? Sono io il primo che si incavola perchè ci s'ha mafiosi e ogni genere di criminali in Parlamento (anche alla Presidenza del Consiglio...ma chiudo quì la parentesi perchè si potrebbe degenerare sul serio...LOL), rimane comunque il fatto che io devo aver motivo di temere ogni volta che ritorno a casa mia a piedi e mi dispiace non mi riesce di tollerare questa cosa. E sì che sono un ragazzone alto e grosso...mi viene da pensare cosa potrebbe succedere a una donna...ah giusto...per saperlo basta che dò un occhio alle pagine di cronaca.

Riporto un'altra frase di De Andrè, che mi rispecchia di più

Citazione :
Ho sempre avuto pochissime idee, ma in compenso fisse.
Torna in alto Andare in basso
http://www.lucaballore.com
Eveline
Salmone
Salmone


Numero di messaggi : 12
Età : 33
Localizzazione : Napoli
Data d'iscrizione : 02.11.09

MessaggioTitolo: Re: LA NUDA E CRUDA REALTà DELLA SVEZIA DI OGGI E DEL DOMANI....   Mar Nov 17, 2009 12:15 am

Lucone ha scritto:

Ma che discorso è? Dobbiamo giustificare un criminale perchè ci sono criminali ancora peggiori? Sono io il primo che si incavola perchè ci s'ha mafiosi e ogni genere di criminali in Parlamento (anche alla Presidenza del Consiglio...ma chiudo quì la parentesi perchè si potrebbe degenerare sul serio...LOL), rimane comunque il fatto che io devo aver motivo di temere ogni volta che ritorno a casa mia a piedi e mi dispiace non mi riesce di tollerare questa cosa.
Non ho mai scritto di voler giustificare un criminale, ma di riflettere su quali siano i veri criminali. E' facile prendersela con chi è appariscente, ma chi ci danneggia davvero, chi condiziona la nostra vita non sono i piccoli criminali.
Bisogna mettere in prigione chi commette un crimine, ma considerandolo come singola persona, non come rappresentate di un'intero paese.
Penso anche che in parte la paura sia nelle nostre teste, creata ad arte per distogliere l'attenzione dai problemi SERI che ha il nostro paese e, soprattutto, per creare un capro espiatorio su cui la popolazione possa infierire se le cose vanno male.
Per questo, sottolineo, secondo me non bisogna accanirsi contro chi commette piccoli reati, che non possono danneggiare seriamente la società, ma contro chi condiziona continuamente la nostra vita. E di sicuro non sono gl'immigrati.
Torna in alto Andare in basso
Lucone
Lepre
Lepre
avatar

Numero di messaggi : 76
Età : 34
Localizzazione : Milano...verso Stoccolma
Data d'iscrizione : 09.10.09

MessaggioTitolo: Re: LA NUDA E CRUDA REALTà DELLA SVEZIA DI OGGI E DEL DOMANI....   Mar Nov 17, 2009 12:56 am

Discorso il tuo che condivido solo in parte. L'immigrazione per me resta un problema, e un problema molto serio in Italia come in buona parte d'Europa, che ormai condiziona usi e costumi della gente anche nel quotidiano. E' inutile negarlo, nella mia ottica è fin troppo evidente.
E l'assenza di politiche intelligenti almeno in Italia rischia di vedere il problema ingigantirsi in futuro, ed è probabile che alcuni di noi possano vivere abbastanza per conoscere come la cosa si evolverà.

Chissà, potrei sbagliarmi. Ma potrei anche avere ragione...
Torna in alto Andare in basso
http://www.lucaballore.com
mrpingu
Orso
Orso
avatar

Numero di messaggi : 283
Età : 35
Localizzazione : Bologna/Stoccolma
Data d'iscrizione : 07.08.08

MessaggioTitolo: Re: LA NUDA E CRUDA REALTà DELLA SVEZIA DI OGGI E DEL DOMANI....   Mer Nov 18, 2009 5:25 pm

scusa lucone quali usi e costumi sono condizionati?
Torna in alto Andare in basso
ThePulsarMan
Salmone
Salmone


Numero di messaggi : 10
Data d'iscrizione : 08.04.10

MessaggioTitolo: Re: LA NUDA E CRUDA REALTà DELLA SVEZIA DI OGGI E DEL DOMANI....   Ven Giu 11, 2010 1:58 pm

Che sia assente una politica intelligente é vero, e questo non solo in Italia ma in tutto il mondo. La cosa che non approvo é quando si identifica l´immigrazione come "il problema". Problema immigrazione. Il problema é un altro, e ha radici storiche. Per ormai secoli noi europei e statunitensi abbiamo colonizzato, sfruttato e impedito ai paesi del cosí detto terzo e quarto mondo di iniziare una propria evoluzione tecnologica, commerciale ed industriale. Questo ha reso le persone affamate, e quando uno ha fame prende ció che puó. Come in una canzone di De André, "Korakhané", il Rom chiede se davvero prendere quel pezzo di pane per sfamarsi sia rubare.
Il problema é stato ben definito da Gandhi, ovvero che abbiamo troppe cose di cui non abbiamo bisogno. Questo crea un problema perché le risorse economiche, dirette ed indirette, non sono infinite, almeno non in questa realtá. Se metti 15000 euro in un conto in banca ed il prossimo annno ne ritiri 20000, quei 5000 euro son stati presi da qualcuno.

Perció dico che la soluzione al "Problema Immigrazione" non é espellere gli immigrati, non é qualcosa che ogni paese puó valutare da solo per poi prendere le proprie iniziative. La soluzione deve essere collettiva. Una collaborazione Europea per bilanciare l´immigrazione e la distribuzione degli immigrati sul territorio di competenza sarebbe giá un passo in avanti. Eviterebbe molti conflitti interni e con un pó di pazienza raffredderebbe anche l´odio etnico in cui viviamo immersi oggi.
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: LA NUDA E CRUDA REALTà DELLA SVEZIA DI OGGI E DEL DOMANI....   

Torna in alto Andare in basso
 
LA NUDA E CRUDA REALTà DELLA SVEZIA DI OGGI E DEL DOMANI....
Torna in alto 
Pagina 2 di 3Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» LA NUDA E CRUDA REALTà DELLA SVEZIA DI OGGI E DEL DOMANI....
» I lati bui della Svezia
» Valutazione della Svezia per chi ci vive da un po' di tempo
» ciao amanti della svezia, buona giornata a tutti !
» la condizione femminile in Svezia

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
mondosvezia :: Mondosvezia :: News-
Vai verso: