mondosvezia

Un forum per chi ama la Svezia e i paesi scandinavi. Utile per chi cerca informazioni sui viaggi, cucina locale, cultura, tradizioni, lingua e altro.
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 Progetto per i prossimi anni: Lavoro & Università

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Skish
Scoiattolo
Scoiattolo
avatar

Numero di messaggi : 30
Data d'iscrizione : 01.09.10

MessaggioTitolo: Progetto per i prossimi anni: Lavoro & Università   Gio Set 02, 2010 12:44 am

Salve a tutti, tenterò di spiegare il più chiaramente possibile la mia situazione sperando di ricevere qualche consiglio da chi è già in ballo lassù in Svezia Smile

Lo scopo principale del trasferimento sarebbe lo studio alla KKH, non all'interno di un progetto Erasmus, bensì per l'intera durata del corso di laurea.
In realtà i motivi per lasciare l'Italia sono tanti ed i motivi per amare la Svezia sono anche di più, non starò qui ad elencarli perchè penso siano condivisi da gran parte degli iscritti Smile

Attualmente vivo a Milano, dove lavoro per mantenermi agli studi, da fuori sede, con non poche difficoltà. Infatti per poter coprire le spese devo sacrificare gran parte delle ore di studio, cosa che ovviamente mi fa progredire con estrema lentezza. Mi sembra di essere un criceto sulla ruota, corro come una matta ma alla fine resto sempre ferma allo stesso punto Mad
Per non parlare dello stato d'abbandono in cui versa l'accademia, la confusione che regna sovrana, i docenti demotivati e demotivanti. Quando capita di incontrare persone capaci e disponibili sembra di esser stati miracolati.
Insomma.. tutti 'sti sacrifici per cosa?
Forse è meglio non dare una risposta.

In Svezia, da quel che ho potuto leggere, tutte le spese che dovrei affrontare per studiare sono ridotte alla quota d'iscrizione all'associazione studentesca. Ovviamente dovrei mettere in conto i costi del materiale di lavoro, ma rapportato alle spese che già sostengo.. si tratterebbe veramente di un sogno.
Per accedere alla KKH come studente straniero dovrei sostenere un esame d'ammissione, oltre che presentare un certificato che attesti la conoscenza dell'inglese e dello svedese (TISUS).

Una volta superato l'esame potrei poi fare richiesta per un prestito da restituire al termine degli studi, parte è a fondo perduto. Per gli studi universitari si può usufruire del prestito fino a 12 semestri, ma ovviamente più a lungo ne fai uso più alti saranno gli interessi.
Potrei fare richiesta anche da studente straniero, però sul sito viene specificato: "You are normally only entitled to financial aid for studies if you have moved to Sweden for another reason than to study here. If you are a visiting student, you must finance your studies yourself"
Immagino si riferisca a situazioni tipo Erasmus. Sbaglio?

Ora, ciò che sto prendendo in considerazione è se mi convenga di più:
- trasferirmi e pensare "unicamente" a vivere. Trovare un lavoro, un alloggio, frequentare l'SFI, sistemarmi un minimo prendendo anche confidenza con la lingua e poi successivamente dedicarmi agli studi a tempo pieno (il prestito si può chiedere sino ai 45 anni, per dire).
- partire già con l'idea di affrontare il test d'ammissione ed eventualmente fare subito richiesta per borsa di studio o prestito. Questa scelta però presuppone che abbia già raggiunto un buon livello linguistico ed in più che riesca ad ottenere residenza e personnummer senza di fatto avere un lavoro.

A proposito di questo secondo punto.. uno dei requisiti per avere diritto di residenza è l'essere studente. Ciò significa che se riuscissi ad iscrivermi alla Kungl. Konsthögskolan entro i tre mesi di permanenza standard rientrerei nella categoria, giusto?

Altra domanda, nel caso in cui invece non riuscissi a superare l'esame e per qualche motivo non trovassi neanche il più umile dei lavori: che s'intende col dimostrare di avere capitale o introito sufficiente al mantenimento personale?
Richiedono una cifra minima sul conto? Bisogna mostrare gli estratti conto precedenti per assicurare un'entrata mensile minima?

Ammetto che per indole sarei più propensa verso la prima opzione di trasferimento. Fare le cose in tutta calma e stare concentrata su un obiettivo alla volta. Allo stesso tempo però temo che a causa della paura di strafare potrei perdere una buona occasione per terminare gli studi in santa pace e conseguentemente poter poi cercare un impiego migliore e soddisfacente.

Caspita, chiudo qui per ora, temo di stordirvi con tutte queste domande scratch
Grazie per la pazienza e scusate se ho fatto qualche errore Smile
Tornare in alto Andare in basso
lafattaturchina
Renna
Renna


Numero di messaggi : 438
Localizzazione : Uppsala
Data d'iscrizione : 21.05.10

MessaggioTitolo: Re: Progetto per i prossimi anni: Lavoro & Università   Mar Set 07, 2010 2:24 pm

In realtà, che io sappia, non è assolutamente facile accedere al prestito del CSN.

http://www.csn.se/en/2.135/2.624/2.625/2.710/villkor
Qua ci sono un po' di info per gli stranieri, anche se immagino che tu le abbia viste.
Con visiting student mi sa che si intende chiunque si sposti per studiare. Ovvero se vieni qua e ti iscrivi all'università et similia niente dinero. Devi venire qua per lavorare e devi ottenere un permesso permanente di residenza, per il quale ci vogliono 5 anni di residenza in Svezia.
Per il normale permesso di residenza, quello da studente per intenderci, basta che vai all'ufficio immigrazione con una fotocopia del passaporto (meglio aver dietro pure l'originale!), la lettera di accettazione dell'università, la tessera sanitaria europea (in lombardia è la normale tessera sanitaria) e una dichiarazione in cui si dice che puoi e provvederai a mantenerti durante gli studi.

Tornare in alto Andare in basso
http://insveziasottounponte.wordpress.com/
Skish
Scoiattolo
Scoiattolo
avatar

Numero di messaggi : 30
Data d'iscrizione : 01.09.10

MessaggioTitolo: Re: Progetto per i prossimi anni: Lavoro & Università   Mar Set 07, 2010 9:01 pm

Innanzi tutto grazie davvero per avermi riposto Very Happy

Si, la pagina apposita per gli stranieri è una delle prime che ho visionato. Mi sei di grande aiuto nel confermarmi che per poter accedere al prestito devo prima prendere la residenza permanente.
Tornare in alto Andare in basso
yngwina
Orso
Orso
avatar

Numero di messaggi : 269
Età : 39
Data d'iscrizione : 30.05.10

MessaggioTitolo: Re: Progetto per i prossimi anni: Lavoro & Università   Lun Nov 08, 2010 6:49 am

si confermo la cosa anche io(purtroppo o devo confermare dico purtroppo per noi)
adirittura finanziano anche corsi pre universitari(vedi dopo sfi sas ...perche´prima del titus quelli devi fare)
ma per chi ha il permesso di soggiorno permanente o rifugiati politici
io non pagavo che sono statali ma neanche mi finanziavano,dovevo per forza lavorare per poter diciamo pagare l affitto e vivere la´
nessuno mi finanziava anche se ripeto nn pagavo neanche(giusto i libri,sfi me li regalavano sas me li dovevo comprare ma son pochi libri)

per il permesso permanente posso dire che lo puoi avere prima
il passaporto 5 anni
il permesso permanente anche dopo 2(dipende)
se paghi le tasse e hai lavoro fisso anche dopo 2(ne conosco molti che hanno svoltato cosi ecco perche´lo dico)
me lo dissero pure e me le varie persone che lavoravano negli uffici quando andavo a rinnovare i permessi

pero´alla fine e´relativo nel senso che ti deve dire anche un po bene ma se ti dice bene non e´impossibbile riceverlo prima dei 5 anni

ps cmq anche io mi sento un criceto che si gira e rigira ma sta sempre sullo stesso punto ...tutto il sacrificio,lavoro e mazzo che mi faccio qui in ITalia mi pare davvero tempo perso lavoro inutile,mai una svolta,sempre sullo stesso punto,davvero demotivante
cosa che non mi capita all´estero
Tornare in alto Andare in basso
https://tiziainsvezia.wordpress.com/
Naty
Lince
Lince
avatar

Numero di messaggi : 395
Età : 35
Localizzazione : Roma
Data d'iscrizione : 14.01.09

MessaggioTitolo: Re: Progetto per i prossimi anni: Lavoro & Università   Lun Nov 08, 2010 2:03 pm

Skish ha scritto:
Salve a tutti, tenterò di spiegare il più chiaramente possibile la mia situazione sperando di ricevere qualche consiglio da chi è già in ballo lassù in Svezia Smile

Lo scopo principale del trasferimento sarebbe lo studio alla KKH, non all'interno di un progetto Erasmus, bensì per l'intera durata del corso di laurea.
In realtà i motivi per lasciare l'Italia sono tanti ed i motivi per amare la Svezia sono anche di più, non starò qui ad elencarli perchè penso siano condivisi da gran parte degli iscritti Smile

Attualmente vivo a Milano, dove lavoro per mantenermi agli studi, da fuori sede, con non poche difficoltà. Infatti per poter coprire le spese devo sacrificare gran parte delle ore di studio, cosa che ovviamente mi fa progredire con estrema lentezza. Mi sembra di essere un criceto sulla ruota, corro come una matta ma alla fine resto sempre ferma allo stesso punto Mad
Per non parlare dello stato d'abbandono in cui versa l'accademia, la confusione che regna sovrana, i docenti demotivati e demotivanti. Quando capita di incontrare persone capaci e disponibili sembra di esser stati miracolati.
Insomma.. tutti 'sti sacrifici per cosa?
Forse è meglio non dare una risposta.

In Svezia, da quel che ho potuto leggere, tutte le spese che dovrei affrontare per studiare sono ridotte alla quota d'iscrizione all'associazione studentesca. Ovviamente dovrei mettere in conto i costi del materiale di lavoro, ma rapportato alle spese che già sostengo.. si tratterebbe veramente di un sogno.
Per accedere alla KKH come studente straniero dovrei sostenere un esame d'ammissione, oltre che presentare un certificato che attesti la conoscenza dell'inglese e dello svedese (TISUS).

Una volta superato l'esame potrei poi fare richiesta per un prestito da restituire al termine degli studi, parte è a fondo perduto. Per gli studi universitari si può usufruire del prestito fino a 12 semestri, ma ovviamente più a lungo ne fai uso più alti saranno gli interessi.
Potrei fare richiesta anche da studente straniero, però sul sito viene specificato: "You are normally only entitled to financial aid for studies if you have moved to Sweden for another reason than to study here. If you are a visiting student, you must finance your studies yourself"
Immagino si riferisca a situazioni tipo Erasmus. Sbaglio?

Ora, ciò che sto prendendo in considerazione è se mi convenga di più:
- trasferirmi e pensare "unicamente" a vivere. Trovare un lavoro, un alloggio, frequentare l'SFI, sistemarmi un minimo prendendo anche confidenza con la lingua e poi successivamente dedicarmi agli studi a tempo pieno (il prestito si può chiedere sino ai 45 anni, per dire).
- partire già con l'idea di affrontare il test d'ammissione ed eventualmente fare subito richiesta per borsa di studio o prestito. Questa scelta però presuppone che abbia già raggiunto un buon livello linguistico ed in più che riesca ad ottenere residenza e personnummer senza di fatto avere un lavoro.

A proposito di questo secondo punto.. uno dei requisiti per avere diritto di residenza è l'essere studente. Ciò significa che se riuscissi ad iscrivermi alla Kungl. Konsthögskolan entro i tre mesi di permanenza standard rientrerei nella categoria, giusto?

Altra domanda, nel caso in cui invece non riuscissi a superare l'esame e per qualche motivo non trovassi neanche il più umile dei lavori: che s'intende col dimostrare di avere capitale o introito sufficiente al mantenimento personale?
Richiedono una cifra minima sul conto? Bisogna mostrare gli estratti conto precedenti per assicurare un'entrata mensile minima?

Ammetto che per indole sarei più propensa verso la prima opzione di trasferimento. Fare le cose in tutta calma e stare concentrata su un obiettivo alla volta. Allo stesso tempo però temo che a causa della paura di strafare potrei perdere una buona occasione per terminare gli studi in santa pace e conseguentemente poter poi cercare un impiego migliore e soddisfacente.

Caspita, chiudo qui per ora, temo di stordirvi con tutte queste domande scratch
Grazie per la pazienza e scusate se ho fatto qualche errore Smile


Il prestito CSN è normalmente per gli studenti svedesi o coloro che già vivono in Svezia per altri motivi (es. rifugiati) prima il momento della propria iscrizione presso un'università. Questo anche perchè una parte di questo prestito è una borsa governativa(ossia parte che viene "regalato" dallo stato e che non necessità essere ripagato ed è esclusivamente per gli svedesi o persone residenti fissi da tempo indeterminato).
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Progetto per i prossimi anni: Lavoro & Università   

Tornare in alto Andare in basso
 
Progetto per i prossimi anni: Lavoro & Università
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Vacanze lavoro in Svezia!
» Lavoro senza conoscere la lingua
» Lavoro in Svezia
» BASTAVA UN LOOK ANNI'80!
» Buon Compleanno Gimmy! 2 anni...

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
mondosvezia :: Vivere in Svezia :: ...e noi vorremmo trasferirci!-
Andare verso: