mondosvezia

Un forum per chi ama la Svezia e i paesi scandinavi. Utile per chi cerca informazioni sui viaggi, cucina locale, cultura, tradizioni, lingua e altro.
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividi | 
 

 la pillola

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
AutoreMessaggio
irenahorovitz
Ghiottone
Ghiottone
avatar

Numero di messaggi : 225
Data d'iscrizione : 18.07.11

MessaggioTitolo: Re: la pillola   Gio Set 29, 2011 9:15 am

Arduino ha scritto:


Stesso dicasi per incivilta e rispetto cose altrui, ho un posteggio privato sotto il mio balcone, tutti i bimbiminchia ci passano con lo skate, una sera ho messo uno spago di nylon.... Sai che capriole... Il vizio se lo son levati.
Cmq la colpa non é dei piccoli ma degli adulti....


non sei stato denunciato/arrestato dai bambini stessi??? Strano...
Una volta, parlando appunto delle percosse, il mio sambo mi ha detto che qua in Svezia i bambini sono istruiti anche nelle scuole, fin da piccoli, per riconoscere i maltrattamenti e le percosse... così che possano "denunciarli" in caso che accadano (alle maestre etc... O_O )
quindi mi domando come hai fatto a non essere arrestato.... sex una sberla per strada fanno tutto sto cesso.... cosa dovrebbero fare x una trappola??? O_O
Torna in alto Andare in basso
Arduino
Orso
Orso
avatar

Numero di messaggi : 280
Età : 42
Localizzazione : Tjörn
Data d'iscrizione : 19.09.10

MessaggioTitolo: Re: la pillola   Gio Set 29, 2011 9:39 am

Confermo quello che ha detto il tuo sambo...
La svezia é stata costruita basandosi sulle storie di pippi calzelunghe, e anche di lucignolo,
tutti gli psicologi moderni svedesi hanno pippi come bacground...

Per quanto riguarda la trappola.. Bhe nella mia proprieta ci faccio quello che voglio... Dovrebbero solo provarci a dirmi qualcosa... Sai che risate..
Torna in alto Andare in basso
http://www.d-service.se
Gudhatardig!!!
Scoiattolo
Scoiattolo


Numero di messaggi : 36
Data d'iscrizione : 08.04.11

MessaggioTitolo: Re: la pillola   Gio Set 29, 2011 10:08 am

Arduino ha scritto:
@ghost ti quoto in pieno, io houn figlio, ma questo non vuol dire che i miei vicni lo devono sopportare.

Spera solo di non andare in vacanza con famiglie svedesi, non resisteresti piu di un giorno, io ci sono passato e stata una esperienza terrificante, dopo un paio i giorni volevo andare in giro per l albergo con una mazza a picchiare i genitori degli animali...

Stesso dicasi per incivilta e rispetto cose altrui, ho un posteggio privato sotto il mio balcone, tutti i bimbiminchia ci passano con lo skate, una sera ho messo uno spago di nylon.... Sai che capriole... Il vizio se lo son levati.
Cmq la colpa non é dei piccoli ma degli adulti....


Ma a te Breivik ti fa 'na pippa....
Torna in alto Andare in basso
balorso
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 1320
Localizzazione : Svezia
Data d'iscrizione : 24.10.07

MessaggioTitolo: Re: la pillola   Gio Set 29, 2011 10:16 am

lafattaturchina ha scritto:
Ghost83 ha scritto:
colgo ironia nelle vostre parole.
Sappiate che mi interessa poco.

Non c'era ironia. Il cartello l'ho incrociato per davvero e mi sono fatta una risata. Speravo che gli utenti del forum potessero fare altrettanto, ma se così non è sopravviverò Very Happy

Ma si' un po' di ironia non si nega a nessuno!!! Fatti una risata.... come dicono gli svedesi skit på det...

prova a mettere lo stereo a tutto volume e poi esci di casa... se il bambino dei vicini non riesce a riposare di giorno vedrai che dormite si fara' di notte....
Torna in alto Andare in basso
http://balorso.blogspot.com/
Bad Grass
Amministratore
Amministratore


Numero di messaggi : 376
Età : 38
Localizzazione : Stockholm
Data d'iscrizione : 02.08.07

MessaggioTitolo: Re: la pillola   Ven Set 30, 2011 11:58 pm

Ghost83 ha scritto:
Vuol dire che non sono io quella che ha problemi.

In tal caso, sarebbe stato un problema?
Io credo che, semplicemente, in Svezia ci sia un senso di uguaglianza (evidentemente anche tra bambini e adulti) che per un Italiano è difficile da assimilare. È un mondo un po' diverso e va capito, se non accettato.
Ta det lugnt! Wink
Torna in alto Andare in basso
http://www.rinascitaalnord.splinder.com/
irenahorovitz
Ghiottone
Ghiottone
avatar

Numero di messaggi : 225
Data d'iscrizione : 18.07.11

MessaggioTitolo: Re: la pillola   Sab Ott 01, 2011 12:20 am

Bad Grass ha scritto:
Ghost83 ha scritto:
Vuol dire che non sono io quella che ha problemi.

In tal caso, sarebbe stato un problema?
Io credo che, semplicemente, in Svezia ci sia un senso di uguaglianza (evidentemente anche tra bambini e adulti) che per un Italiano è difficile da assimilare. È un mondo un po' diverso e va capito, se non accettato.
Ta det lugnt! Wink

in tal caso...quale? Se io avessi avuto problemi?
Torna in alto Andare in basso
fra&fa
Gazza
Gazza
avatar

Numero di messaggi : 48
Localizzazione : ancora a Roma
Data d'iscrizione : 24.08.11

MessaggioTitolo: Re: la pillola   Lun Ott 10, 2011 1:03 pm

Ghost83 ha scritto:


due esempi concreti, forse stupidi ma sufficente.
Nel posto dove vivo, guido con la macchina per strada e sul ciglio, giusto a confine col giardino di una casa, c'è un bel cartello giallo e rosso con scritto "guida piano! pensa ai nostri bambini!" oppure "guida con attenzione! Bambini che giocano!"
Se questo fosse un caso, ok... ma visto che le strade sono FODERATE di questi cartelli, onestamente mi da molto fastidio.
La strada è di tutti, i bambini no. I bambini hanno (in genere) 2 genitori che dovrebbero prendersi cura di loro e tenerseli d'occhio... quindi mi da molto fastidio il fatto che io (che figli non ne ho e non ne voglio, almeno per ora) dovrei preoccuparmi dei figli altrui. Non sono affari nè problemi miei.
Puntualizzo anche che non sono una pilota da 220 Km/h... mi piace guidare e mi piace anche correre, ma solo dove posso... perciò il problema non è che non posso andare veloce... il problema è che mi viene imposta (perchè ovviamente qualsiasi cosa succeda è colpa mia) una cosa che per natura dovrebbe essere controllata da altri. Non è che solo xkè in una casa c'è un bambino allora il mondo si deve fermare.
Stessa cosa il discorso degli appartamenti: se io lavoro, e di notte mi piacerebbe dormire, ma la coppia che abita vicino a me ha un figlio con coliche... allora io devo stare sveglia o comprarmi i tappi per le orecchie (e queindi essere limitata nella mia libertà di vivere dentro le mie 4 mura)... perchè non ho diritto alcuno, visto che loro hanno un bambino ed è molto + importante quello. Il mio sambo dice che le cose vanno così. Mi ha chiesto cosa potrei farci, ed io gli ho detto che appena incontrerei la vicina non mancherei di farle notare quanto male dormo di notte per colpa di suo figlio, nonappena mi venisse servita l'occasione... E lui mi ha detto che sarei additata come spietata e senza cuore. Ripeto... i figli degli altri non sono un problema mio... ho diritto di vivere liberamente senza essere disturbata (visto che mi guardo bene dal disturbare gli altri).


Oddio... in centro abitato dovrebbe essere doveroso andare piano. Ai bambini ci badano i genitori, giusto. Ma si deve ricordare che i bimbin non hanno i lobi frontali sviluppati e dunque fanno spesso cose senza ragionare. Io abito in provincia di Roma e la gente corre come folli. Ultimamente in Italia si è letto di famigliole usate come birilli mentre attraversavano la strada sulle strisce, o di nonne morte mentre salvavano il nipotino (sempre attraversando le strisce). La mia esperienza personale in Italia è che se attraverso la strada mi trovo qualcuno che mi manda a fare in culo. Stessa cosa accade ai bambini. E comunque, se investi qualcuno, non importa le circostanze, è colpa del guidatore anche in Italia.

Poi vorrei spezzare un'altra lancia a favore delle coppie con bimbo che piange la notte. Non ho figli, ma sono stata una bimba in fasce. Sono nata a Roma e stavamo in condominio. La coppia anziana sopra a dove abitavamo faceva casino soprattutto la notte: camminavano facendo rumore, facevano le faccende di notte (non so perchè). Il risultato era che io -appena nata- non potevo dormire e frignavo tutta la notte. Quando mia madre si lamentava perchè loro facevano rumore, tutto il condominio se la mangiava: perchè non era colpa di due vecchiardi che facevano casino la notte, era colpa di una bambina appena uscita dalla clinica che non riusciva a mantenere i nervi saldi quando quello sopra faceva casino. Cosa dovrebbe fare un genitore quando un bambino si sveglia? drogarlo come fanno gli yenkee?

Quindi non so... non sto ad idealizzare la svezia perchè non la conosco bene. Ho conosciuto degli svedesi e ho convissuto per un po' con due ragazzine: loro 18 anni ed io 28. Loro non erano disilluse vista l'età, ma erano anche mature con un gran senso di responsabilità. io avevo 28 anni: ero disilllusa e sapevo che quel senso di responsabilità che avevano loro, non era ancora mio. Quindi, forse l'essere "bambino-centrico" in svezia porta anche ad avere adulti migliori.

Poi, spero di non andare troppo OT, è molto interessante la teoria di uno psicologo italiano, tale Giulio Cesare Giacobbe, il quale afferma senza mezzi termini che l'Italia è un paese pieno di adulti affetti da nevrosi infantile, quindi... bambini imprigionati in corpi di adulti. I sintomi sarebbero l'intolleranza, l'incapacità di accettare il prossimo, l'impossibilità di occuparsi di altri (non per forza i propri figli) e il timore di prendersi responsabilità. E poi aspettative e l'idea che ci sarà qualcuno che penserà al tuo c..lo. gli adulti-bambini italiani (si parla di massa, non di persone specifiche) sono tali fino alla vecchiaia: genitori che fanno sì che i propri figli restino a casa fino a 50 anni, così che poi baderanno a loro da vecchi. Ecco: l'italia è anziano-centrata. Il nostro welfare collassa perchè i nati durante il baby boom hanno esaurito tutte le risorse del paese e ora dicono a 40enni, 30enni e 20enni di far la gavetta, restare precari, pagare il 43,5% di tasse e di rinunciare alla pensione. Allora forse è meglio uno stato bambino-centrato, perchè poi -in realtà-da una mano anche ai genitori e alle famiglie senza parlarne solo durante le elezioni.
Torna in alto Andare in basso
vladimir
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 526
Data d'iscrizione : 11.04.10

MessaggioTitolo: Re: la pillola   Mar Ott 11, 2011 1:41 am

Citazione :
Allora forse è meglio uno stato bambino-centrato, perchè poi -in realtà-da una mano anche ai genitori e alle famiglie senza parlarne solo durante le elezioni.

su questo non c'è alcun dubbio. Peraltro bisogna anche vedere bene cosa si intenda per "bambino-centrato". Anche in Italia non è che le problematiche causate dai bambini scarseggino. Il rispetto per i bambini in Svezia è ben sostituito dalla maleducazione in Italia. Per esempio mi sembra che i bambini svedesi, seppur crescano in un ambiente molto tollerante, siano molto più calmi e silenziosi di quelli Italiani. Anche in Italia peraltro ci sono i cartelli stradali "attenzione ai bambini" dappertutto; che poi nessuno li rispetti è un altro conto. Sul discorso del bambino che piange la notte e disturba, no comment, passo la parola ad Erode... Scusate ma cosa dovrebbero fare i genitori, soffocarlo con un cuscino?
Quindi rispetto al bambino-centrico vedrei meglio contrapposte situazioni "bambino-fobiche" come per esempio gli Stati Uniti, ma non certo l'Italia dove il vero triste problema è che nessuno si può più permettere di fare figli...
V.
Torna in alto Andare in basso
fra&fa
Gazza
Gazza
avatar

Numero di messaggi : 48
Localizzazione : ancora a Roma
Data d'iscrizione : 24.08.11

MessaggioTitolo: Re: la pillola   Mar Ott 11, 2011 4:20 pm

vladimir ha scritto:
Per esempio mi sembra che i bambini svedesi, seppur crescano in un ambiente molto tollerante, siano molto più calmi e silenziosi di quelli Italiani.
V.

Si in effetti, per quel poco che ho visto sembra che la politica di non schiaffeggiare i figli paghi di più. Forse aveva ragione Bandura quando diceva che i bambini, copiando ciò che fanno gli adulti, non fanno altro che diventare uguali. Per cui, urla e botte invece di generare disciplina, generano solo isteria e marmocchi fastidiosi come quelli italiani. Poi, non so... credo che pure l'abitudine italiana di far crescere i figli allevati solo dalle mamme non paghi tanto. In Italia si vedono padri che dicono anche ai figli maschi "stattene con tua madre" quando quelli chiedono di stare col papà. Guarda caso il risultato sono figli che restano a casa fino a 45 anni e che osano anche dire che si trovano più comodi così. Guarda caso la società bambino-centrata genera individui che "crescono" prima e bambini meno sclerati. Poi per carità: ci sono tutte le altre storie sulla mancanza di sole, le endorfine (credo, bo?) basse, i suicidi e i divorzi eh...
Torna in alto Andare in basso
balorso
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 1320
Localizzazione : Svezia
Data d'iscrizione : 24.10.07

MessaggioTitolo: Re: la pillola   Mar Ott 11, 2011 4:34 pm

fra&fa ha scritto:
Poi per carità: ci sono tutte le altre storie sulla mancanza di sole, le endorfine (credo, bo?) basse, i suicidi e i divorzi eh...

...........i suicidi soprattutto..... se vai a Slussen ci sono i netturbini che portano via camionate di cadaveri che altrimenti si ingolfano le chiuse sul Mälaren.......
Torna in alto Andare in basso
http://balorso.blogspot.com/
Arduino
Orso
Orso
avatar

Numero di messaggi : 280
Età : 42
Localizzazione : Tjörn
Data d'iscrizione : 19.09.10

MessaggioTitolo: Re: la pillola   Mar Ott 11, 2011 4:35 pm

balorso ha scritto:
fra&fa ha scritto:
Poi per carità: ci sono tutte le altre storie sulla mancanza di sole, le endorfine (credo, bo?) basse, i suicidi e i divorzi eh...

...........i suicidi soprattutto..... se vai a Slussen ci sono i netturbini che portano via camionate di cadaveri che altrimenti si ingolfano le chiuse sul Mälaren.......

fanno prima a bruciarli ? almeno si possono riutilizzare come combustibile..
Torna in alto Andare in basso
http://www.d-service.se
vladimir
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 526
Data d'iscrizione : 11.04.10

MessaggioTitolo: Re: la pillola   Mar Ott 11, 2011 4:43 pm

per favore non scherziamo sui suicidi. Il fatto che ci siano alti tassi in Svezia è un falso mito nato negli anni 50. In realtà sono esattamente in linea con la media europea, ma questo non significa che siano pochi.
Vladimir

PS: giusto per dare un pò di autorevolezza a questa affermazione vi riporto la mia firma per intero:

--------------------------------------
Vladimir Carli, M.D., Ph.D.

Senior Lecturer in Prevention of Mental Ill-Health and Suicide
National Centre for Prevention of Suicide and Mental Ill-Health (NASP)
Department of Public Health Sciences
Karolinska Institutet
Stockholm, Sweden
more contact info at http://carliv.tel
Torna in alto Andare in basso
Arduino
Orso
Orso
avatar

Numero di messaggi : 280
Età : 42
Localizzazione : Tjörn
Data d'iscrizione : 19.09.10

MessaggioTitolo: Re: la pillola   Mar Ott 11, 2011 4:48 pm

vladimir ha scritto:
per favore non scherziamo sui suicidi. Il fatto che ci siano alti tassi in Svezia è un falso mito nato negli anni 50. I

Mi rendo conto che forse la mia era un po pesante.. chiedo scusa..

Tornando al discorso suicidi, sara´che sono in linea con gli altri stati , ma io mi sento continuamente depresso da quando sono in svezia, cosa che non mi accadeva in italia..

Torna in alto Andare in basso
http://www.d-service.se
fra&fa
Gazza
Gazza
avatar

Numero di messaggi : 48
Localizzazione : ancora a Roma
Data d'iscrizione : 24.08.11

MessaggioTitolo: Re: la pillola   Mar Ott 11, 2011 4:57 pm

vladimir ha scritto:
Il fatto che ci siano alti tassi in Svezia è un falso mito nato negli anni 50. In realtà sono esattamente in linea con la media europea, ma questo non significa che siano pochi.

Ecco appunto, ma io non ho l'autorevolezza per dire che se guardi le statistiche dell'OMS capisci che si tratta di una bufala ergo non mi sono permessa. Ad ogni modo: secondo la Asl c'è una percentuale di suicidi più alta in Toscana, soprattutto nella zona del monte Amiata.
Torna in alto Andare in basso
fra&fa
Gazza
Gazza
avatar

Numero di messaggi : 48
Localizzazione : ancora a Roma
Data d'iscrizione : 24.08.11

MessaggioTitolo: Re: la pillola   Mar Ott 11, 2011 4:59 pm

Arduino ha scritto:

ma io mi sento continuamente depresso da quando sono in svezia, cosa che non mi accadeva in italia..


Allora un italiano medio che partisse ORA dall'Italia, con il suo bagaglio di depressione da precario, sicuramente farà una finaccia in terra nordica. Oltre alla conversione del titolo, dovrò ricordarmi di scrivere testamento.
Torna in alto Andare in basso
balorso
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 1320
Localizzazione : Svezia
Data d'iscrizione : 24.10.07

MessaggioTitolo: Re: la pillola   Mar Ott 11, 2011 5:03 pm

vladimir ha scritto:
per favore non scherziamo sui suicidi. Il fatto che ci siano alti tassi in Svezia è un falso mito nato negli anni 50. In realtà sono esattamente in linea con la media europea, ma questo non significa che siano pochi.
Vladimir

PS: giusto per dare un pò di autorevolezza a questa affermazione vi riporto la mia firma per intero:

--------------------------------------
Vladimir Carli, M.D., Ph.D.

Senior Lecturer in Prevention of Mental Ill-Health and Suicide
National Centre for Prevention of Suicide and Mental Ill-Health (NASP)
Department of Public Health Sciences
Karolinska Institutet
Stockholm, Sweden
more contact info at http://carliv.tel

E finalmente una voce autorevole..... chiedo scusa anche io... ma appena uno parla di Svezia parte subito il disco preregistrato sulle bionde facili, gli omosessuali, il suicidio e il consumo piu' alto procapite di antidepressivi e tutte queste baggianate...
..per me e' un nervo scoperto, appena viene sfiorato parto per la tangente....
Grazie ancora Vladimir (ma allora e' il tuo vero nome, non un nickname, ma pensa te!!)

@ Arduino: se sei depresso non e' colpa della Svezia ma della lontananza, probabilmente saresti depresso anche alle canarie.

Io conosco una persona che abita all Isla Margarita (Venezuela) ma non e' contenta proprio per questo motivo....
..... casa e' casa, non c'e' niente da fare.
Torna in alto Andare in basso
http://balorso.blogspot.com/
Arduino
Orso
Orso
avatar

Numero di messaggi : 280
Età : 42
Localizzazione : Tjörn
Data d'iscrizione : 19.09.10

MessaggioTitolo: Re: la pillola   Mar Ott 11, 2011 5:05 pm

fra&fa ha scritto:
Arduino ha scritto:

ma io mi sento continuamente depresso da quando sono in svezia, cosa che non mi accadeva in italia..


Allora un italiano medio che partisse ORA dall'Italia, con il suo bagaglio di depressione da precario, sicuramente farà una finaccia in terra nordica. Oltre alla conversione del titolo, dovrò ricordarmi di scrivere testamento.

Io no so come si sta in italia ... ora..
So solo la seguente cosa.. me ne andai 7 anni fa , lascia il lavoro , vendetti casa.. presi un furgone, ci misi dentro una moto, 2 valigie e sbarcai in svezia con solo 1000 euro nel conto...

Dopo 7 anni ho una mia attivita´, moglie, figlio casa ...
sono in stato depressivo continuo, incazzato con il mondo, odio gli svedesi e la svezia in genere..
i miei amici che sono rimasti in italia stanno meglio di me, forse con meno soldi in banca ma sicuramente sono piu´ allegri e felici.. e io ormai bloccato qui..

da cosa dipenda la depressione non so .. sta di fatto che non rido e sorrido ormai da tempo immemore..

Torna in alto Andare in basso
http://www.d-service.se
balorso
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 1320
Localizzazione : Svezia
Data d'iscrizione : 24.10.07

MessaggioTitolo: Re: la pillola   Mar Ott 11, 2011 5:05 pm

fra&fa ha scritto:
Arduino ha scritto:

ma io mi sento continuamente depresso da quando sono in svezia, cosa che non mi accadeva in italia..


Allora un italiano medio che partisse ORA dall'Italia, con il suo bagaglio di depressione da precario, sicuramente farà una finaccia in terra nordica. Oltre alla conversione del titolo, dovrò ricordarmi di scrivere testamento.


Non hai studiato matematica!!!! - x - = +


(menopermenougualepiu')

Due depressioni si annullano.... stai tranquillo.

Torna in alto Andare in basso
http://balorso.blogspot.com/
balorso
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 1320
Localizzazione : Svezia
Data d'iscrizione : 24.10.07

MessaggioTitolo: Re: la pillola   Mar Ott 11, 2011 5:14 pm

Arduino ha scritto:
fra&fa ha scritto:
Arduino ha scritto:

ma io mi sento continuamente depresso da quando sono in svezia, cosa che non mi accadeva in italia..


Allora un italiano medio che partisse ORA dall'Italia, con il suo bagaglio di depressione da precario, sicuramente farà una finaccia in terra nordica. Oltre alla conversione del titolo, dovrò ricordarmi di scrivere testamento.

Io no so come si sta in italia ... ora..
So solo la seguente cosa.. me ne andai 7 anni fa , lascia il lavoro , vendetti casa.. presi un furgone, ci misi dentro una moto, 2 valigie e sbarcai in svezia con solo 1000 euro nel conto...

Dopo 7 anni ho una mia attivita´, moglie, figlio casa ...
sono in stato depressivo continuo, incazzato con il mondo, odio gli svedesi e la svezia in genere..
i miei amici che sono rimasti in italia stanno meglio di me, forse con meno soldi in banca ma sicuramente sono piu´ allegri e felici.. e io ormai bloccato qui..

da cosa dipenda la depressione non so .. sta di fatto che non rido e sorrido ormai da tempo immemore..


Non serviva che scrivessi che odi la Svezia e gli svedesi, lo avevamo capito da mo'......

Se dopo aver venduto casa e comperato un furgone ti son rimasti 1000 euri nel conto forse allora non eri messo tanto bene.

Il grande problema dell'Italia non e' la situazione economica adesso..... il grande problema dell'Italia sono le prospettive....
l'Italia sta andando sempre piu' giu' e non c'e' verso di fermarla....
io non voglio fare il profeta di sventura e sicuramente ci sono molte persone che stanno bene in Italia, ma il peggio deve ancora venire.....

Mi dispiace per il tuo umore... ma forse rimanere in Italia sarebbe stato uguale (o forse no, chi puo' dirlo)
Torna in alto Andare in basso
http://balorso.blogspot.com/
Arduino
Orso
Orso
avatar

Numero di messaggi : 280
Età : 42
Localizzazione : Tjörn
Data d'iscrizione : 19.09.10

MessaggioTitolo: Re: la pillola   Mar Ott 11, 2011 5:24 pm

balorso ha scritto:

Non serviva che scrivessi che odi la Svezia e gli svedesi, lo avevamo capito da mo'......

Se dopo aver venduto casa e comperato un furgone ti son rimasti 1000 euri nel conto forse allora non eri messo tanto bene.

Il grande problema dell'Italia non e' la situazione economica adesso..... il grande problema dell'Italia sono le prospettive....
l'Italia sta andando sempre piu' giu' e non c'e' verso di fermarla....
io non voglio fare il profeta di sventura e sicuramente ci sono molte persone che stanno bene in Italia, ma il peggio deve ancora venire.....

Il furgone lo affittai..
il lavoro era a tempo indeterminato e pagato bene.. (it-manager per una grossa azienda internazionale del nord-italia)
Se si vende casa il mutuo si deve pure estinguere.. e fra rimborso tasse allo stato e banche.. non rimase poi molto..
Che l´italia va a rotoli.. si sa.. ma questo non vuol dire che tutti stiano male..
dipende, sicuramente il ricercatore sta meglio qui .. l´impiegato sfruttato.. pure..
tutti i miei amici , che fortuna loro, stanno in cima o quasi alle piramidi aziendali, stanno bene li..
Una mia conoscenza mi disse che in italia la ricchezza c´e´,solo che e´ mal distribuita..
a chi il porsche e a chi niente.. qui si va tutti in volvo..



Torna in alto Andare in basso
http://www.d-service.se
balorso
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 1320
Localizzazione : Svezia
Data d'iscrizione : 24.10.07

MessaggioTitolo: Re: la pillola   Mar Ott 11, 2011 5:27 pm

Arduino ha scritto:
balorso ha scritto:

Non serviva che scrivessi che odi la Svezia e gli svedesi, lo avevamo capito da mo'......

Se dopo aver venduto casa e comperato un furgone ti son rimasti 1000 euri nel conto forse allora non eri messo tanto bene.

Il grande problema dell'Italia non e' la situazione economica adesso..... il grande problema dell'Italia sono le prospettive....
l'Italia sta andando sempre piu' giu' e non c'e' verso di fermarla....
io non voglio fare il profeta di sventura e sicuramente ci sono molte persone che stanno bene in Italia, ma il peggio deve ancora venire.....

Il furgone lo affittai..
il lavoro era a tempo indeterminato e pagato bene.. (it-manager per una grossa azienda internazionale del nord-italia)
Se si vende casa il mutuo si deve pure estinguere.. e fra rimborso tasse allo stato e banche.. non rimase poi molto..
Che l´italia va a rotoli.. si sa.. ma questo non vuol dire che tutti stiano male..
dipende, sicuramente il ricercatore sta meglio qui .. l´impiegato sfruttato.. pure..
tutti i miei amici , che fortuna loro, stanno in cima o quasi alle piramidi aziendali, stanno bene li..
Una mia conoscenza mi disse che in italia la ricchezza c´e´,solo che e´ mal distribuita..
a chi il porsche e a chi niente.. qui si va tutti in volvo..




Nulla da eccepire....
Torna in alto Andare in basso
http://balorso.blogspot.com/
fra&fa
Gazza
Gazza
avatar

Numero di messaggi : 48
Localizzazione : ancora a Roma
Data d'iscrizione : 24.08.11

MessaggioTitolo: Re: la pillola   Mar Ott 11, 2011 5:33 pm

balorso ha scritto:



Non hai studiato matematica!!!! - x - = +


(menopermenougualepiu')

Due depressioni si annullano.... stai tranquillo.


HA!HA!HA!HA!HA!HA!HA!HA!HA!HA!HA!HA!HA!HA!HA!HA!HA!HA!

No, è vero non ero affatto brava in matematica. Ma almeno a - x -= + ci ero arrivata. Solo non pensavo di applicarla alla depressione da precariato cronico.
Torna in alto Andare in basso
fra&fa
Gazza
Gazza
avatar

Numero di messaggi : 48
Localizzazione : ancora a Roma
Data d'iscrizione : 24.08.11

MessaggioTitolo: Re: la pillola   Mar Ott 11, 2011 5:53 pm

Arduino ha scritto:

il lavoro era a tempo indeterminato e pagato bene.. (it-manager per una grossa azienda internazionale del nord-italia)
Se si vende casa il mutuo si deve pure estinguere.. e fra rimborso tasse allo stato e banche.. non rimase poi molto..
Che l´italia va a rotoli.. si sa.. ma questo non vuol dire che tutti stiano male..
dipende, sicuramente il ricercatore sta meglio qui .. l´impiegato sfruttato.. pure..
tutti i miei amici , che fortuna loro, stanno in cima o quasi alle piramidi aziendali, stanno bene li..
Una mia conoscenza mi disse che in italia la ricchezza c´e´,solo che e´ mal distribuita..
a chi il porsche e a chi niente.. qui si va tutti in volvo..


e che ora (non lo dico io ma l'Istat) stanno diminuendo i contratti a tempo indeterminato. io credo di aver firmato solo una volta in vita un contratto a tempo indeterminato, con ferie pagate: in Gran Bretagna. In Italia no. Io ho 31 anni e oramai mi dicono che sono vecchia. Ma se passi da un lavoro a un altro diventa un problema diventare "vecchi" a 31 anni: come tiri avanti fino ai 65 anni? e poi: la tua pensione se sei precario sarà solo il 50% del tuo ultimo stipendio. E il mio ultimo stipendio è stato di 350 euro... Essendo precario non hai neppure diritto all'assegno di disoccupazione: quello è per chi viene licenziato. Il problema, però, non è solo dei ricercatori... anche i commessi sono precari, anche i magazzinieri: non serve un titolo ed è sbagliato notare che "poveri laureati a soli 7,50 € l'ora. Se è per questo se sei diplomato stai sulle 2 euro l'ora. Non so... adesso poi la pratica della raccomandazione si è un po' più incancrenita. Poi la questione è anche generazionale: quelli dell'età mia servono per lavorare con P.Iva, pagar tasse e basta. Come dice Balorso mancano le prospettive, ma non è una questione "politica", è una questione di mentalità. La generazione dei "padri" (se così vogliamo dire) ci dice che è colpa nostra se siamo precari e se guadagnamo poco. Altri dicono che è perchè non ci vogliamo sporcare le mani. Ma che c'è qualcosa che non va, salta fuori solo se 4 operaie stramazzano mentre lavoravano per meno di 4 euro l'euro. Come mi diceva a capodanno una mia amica di Lund: "dipende da cosa è importante per te. Se per te è importante avere un futuro, farti una vita preferirai lasciare l'Italia. Ma se per te conta stare vicino a parenti ed amici, il sole e il buon cibo, non conterà che non potrai mai farti una vita perchè hai già tutto".

Forse tu non dovevi lasciare l'Italia. Il fatto che tu ti senta bloccato in Svezia, credo che derivi anche dal fatto che se torni in Italia, dopo 7 anni in Svezia, verrai visto peggio di un tunisino che è sbarcato da un barcone senza permesso di soggiorno. Il contrario di quanto accade in un paese "in via di sviluppo" come l'India, dove i giovani indiani che rientrano, vengono visti come una risorsa per il paese. Se bloccato anche perchè se già un italiano in Italia vale solo per quanto può essere sfruttato, un italiano che stato all'estero non vale nulla. al massimo è buono solo per essere accusato di evasione fiscale...
Torna in alto Andare in basso
Naty
Lince
Lince
avatar

Numero di messaggi : 395
Età : 35
Localizzazione : Roma
Data d'iscrizione : 14.01.09

MessaggioTitolo: Re: la pillola   Mar Ott 11, 2011 7:42 pm

Arduino ha scritto:
fra&fa ha scritto:
Arduino ha scritto:

ma io mi sento continuamente depresso da quando sono in svezia, cosa che non mi accadeva in italia..


Allora un italiano medio che partisse ORA dall'Italia, con il suo bagaglio di depressione da precario, sicuramente farà una finaccia in terra nordica. Oltre alla conversione del titolo, dovrò ricordarmi di scrivere testamento.

Io no so come si sta in italia ... ora..
So solo la seguente cosa.. me ne andai 7 anni fa , lascia il lavoro , vendetti casa.. presi un furgone, ci misi dentro una moto, 2 valigie e sbarcai in svezia con solo 1000 euro nel conto...

Dopo 7 anni ho una mia attivita´, moglie, figlio casa ...
sono in stato depressivo continuo, incazzato con il mondo, odio gli svedesi e la svezia in genere..
i miei amici che sono rimasti in italia stanno meglio di me, forse con meno soldi in banca ma sicuramente sono piu´ allegri e felici.. e io ormai bloccato qui..

da cosa dipenda la depressione non so .. sta di fatto che non rido e sorrido ormai da tempo immemore..




....beh ti posso garantire che per me è lo stesso, però al contrario! Sono 8 anni che vivo in italia e non faccio altro che fare confronto con la vita che fanno i miei amici. Ho due lauree, però malapena riesco a permettermi una casa e stando qui significa APARTAMENTO e non VILLA! .I miei amici hanno tutti la villona, un lavoro che dà più soldi nonostante che hanno quasi la metà delle mie lauree e sinceramente sembrano tutti 100 mila volte più felici rispetto alle tante tante persone che ogni giorno incontro per strada, sull'autobus e sul treno: questi hanno facce da funerale e sembrano dal primo all'ultimo infelici allo stato puro...chissà come mai.....forse che qui bisogna fare un c**** così per malapena arrivare al fine mese per non parlare ai viaggi assurdi che bisogna fare ogni giorno per spostarsi dal/al lavoro, e tutto il resto che ormai già lo sappiamo!! Ti dico la verità se potessi (cmq ormai sono nella situazione tua con legami affettivi e devo rimanerci) tornerei subito, perché io sceglierei piuttosto una bella casa e sicurezza economica che il sole e il cibo che ormai sono le uniche cose che possano attirare uno a rimanerci!! Per ognuno è diverso, e che dire...secondo me, la depressione è soltanto una questione di mancanza di casa e famiglia perché anche a me capita spesso, e sopratutto quando passano dei mesi senza che vedo i miei famigliari. Forse alle persone che hanno preso la scelta di vivere all'estero, sono più predisposte alla depressione perché ci viene a riflettere molto sul: e se fossi rimasto???? Le nostre radici rimangono sempre. Per quanto possiamo odiare il nostro paese per tante cose, alla fine è sempre il nostro paese natale! Come tu sei incazzato degli svedesi e pensi che la Svezia fa schifo, io sono di continuo incazzata con gli italiani e penso che vivo in un paese arretrato per tanti motivi e mi basta che l'acqua non esca più dal rubinetto per avere un attacco di rabbia nei confronti con l'Italia!!! Rolling Eyes Ma la rabbia alla fine è un nostro problema che si basa sulle nostre scelte...voglio dire ci sitamo o non ci stiamo! Abbiamo scelto noi di starci e allora bisogna anche accettare tutto ciò che non ci piace.
Torna in alto Andare in basso
irenahorovitz
Ghiottone
Ghiottone
avatar

Numero di messaggi : 225
Data d'iscrizione : 18.07.11

MessaggioTitolo: Re: la pillola   Mar Ott 11, 2011 8:33 pm

si possono, per piacere, spostare le ultime 3 pagine di discussione da qualche altra parte?
Il topic era diverso e serviva a qualcosa. Grazie.
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: la pillola   

Torna in alto Andare in basso
 
la pillola
Torna in alto 
Pagina 2 di 3Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3  Seguente
 Argomenti simili
-
» la pillola

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
mondosvezia :: Svezia, informazioni generiche-
Vai verso: