mondosvezia

Un forum per chi ama la Svezia e i paesi scandinavi. Utile per chi cerca informazioni sui viaggi, cucina locale, cultura, tradizioni, lingua e altro.
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividi | 
 

 Nuovo articolo sulla scuola

Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
Arduino
Orso
Orso
avatar

Numero di messaggi : 280
Età : 41
Localizzazione : Tjörn
Data d'iscrizione : 19.09.10

MessaggioTitolo: Nuovo articolo sulla scuola   Gio Feb 16, 2012 2:46 pm

http://graffiti.gp.se/personligt/1.855208 ( in svedese)

google translate :


Scuole svedesi sono in ritardo
Ho imparato di più in tre mesi in Italia di tre anni in Svezia, scrive Hera Wettergren, chiedendosi perché il sistema scolastico svedese è in ritardo rispetto l'italiano.
È mattina e la Scuola Vittorio Veneto a Firenze, Italia Classe 4A (equivalente a Anno Svedese 3) Lezione di matt. E 'morto in silenzio in aula e se si guardano i numeri che gli studenti si aspettano, è complicato divisione configurazioni con i numeri decimali.

Sono andato a Vittorio Veneto in circa tre mesi durante il periodo autunno 2006. All'inizio ero scioccato da quanto sia avanzato molte lezioni erano, al di sopra tutte le lezioni noiose. Ma ho subito si avvicinò con e imparato probabilmente più per l'argomento nel corso di questi mesi che avevo fatto durante i miei scuola. Tornato in Svezia, mi chiedevo, naturalmente, come è venuto fuori che era una grande differenza tra l'insegnamento in Svezia e in Italia. Il mio maestro mi ha dato la spiegazione che in Svezia stanno scommettendo che gli studenti davvero capire esattamente cosa stanno facendo e perché lo fanno, qualcosa che non si fanno, per esempio, in Italia. Questo è certamente vero. Durante i miei giorni di scuola a Firenze, abbiamo imparato quasi mai alcuna ragione per cui abbiamo ipotizzato che abbiamo fatto. Ma non c'è modo di sfuggire il fatto che mentre i bambini italiani contando il numero 1347.6 / 9.17 conta studenti svedesi nella stessa epoca, 4x2 e 46 +9.

Un'altra differenza che ho notato tra le scuole in Svezia e in Italia è la disciplina nelle classi. Tutte le classi che ho frequentato hanno avuto problemi con esso sono stati pratigt e disordinato durante le lezioni. Tutto, cioè, tranne 4A a Vittorio Veneto. E 'possibile che io sono stato solo nella maggior parte delle classi chiacchierone, ma sono abbastanza sicuro che questo è un altro settore in cui la scuola itaienska è superiore. Ciò è dovuto tuttavia, non posso rispondere.

Può sembrare Vittorio Veneto è una vera e propria scuola noiosa. Ma mi sono divertito tanto lì come in Svezia e ho imparato molto di più.
Hera Wettergren
031-62 40 00
hera.wettergren @ gp.se
Torna in alto Andare in basso
http://www.d-service.se
vladimir
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 526
Data d'iscrizione : 11.04.10

MessaggioTitolo: Re: Nuovo articolo sulla scuola   Gio Feb 16, 2012 3:39 pm

bah... con tutti i limiti del sistema scolastico svedese, conoscendoli entrambi, ringrazio dio ogni giorno che mia figlia va ad una scuola svedese e non ad una scuola italiana, e probabilmente solo per questo motivo rimarrò in Svezia almeno altri dieci anni. Poi, "de gustibus non disputandum" ed il mondo è bello perché è vario, per carità...
Però io il sistema sadico della scuola italiana (basato ancora sui programmi scritti da Benedetto Croce nei primi del 900) l'ho provato sulla mia pelle, e preferisco decisamente quello più rilassato svedese. Già quando vedo che ai coetanei di mia figlia 7 anni, in Italia danno i voti (!!!) mi viene la pelle d'oca.
V.
Torna in alto Andare in basso
Arduino
Orso
Orso
avatar

Numero di messaggi : 280
Età : 41
Localizzazione : Tjörn
Data d'iscrizione : 19.09.10

MessaggioTitolo: Re: Nuovo articolo sulla scuola   Gio Feb 16, 2012 3:54 pm

vladimir ha scritto:
bah... con tutti i limiti del sistema scolastico svedese, conoscendoli entrambi, ringrazio dio ogni giorno che mia figlia va ad una scuola svedese e non ad una scuola italiana, e probabilmente solo per questo motivo rimarrò in Svezia almeno altri dieci anni. Poi, "de gustibus non disputandum" ed il mondo è bello perché è vario, per carità...
Però io il sistema sadico della scuola italiana (basato ancora sui programmi scritti da Benedetto Croce nei primi del 900) l'ho provato sulla mia pelle, e preferisco decisamente quello più rilassato svedese. Già quando vedo che ai coetanei di mia figlia 7 anni, in Italia danno i voti (!!!) mi viene la pelle d'oca.
V.

la scuola cosa deve insegnare ?
secondo me deve preparare al rigore della vita, nessuno ti regala niente, se vuoi qualcosa te la devi sudare.
I programmi sono vasti e con un italiano medio puoi parlare quasi di tutto, mentre a detta tua con uno svedese non sembra cosi´.
I voti sono un modo per creare competivita´, io sono contro a questa filosofia del siamo tutti uguali, perche per me non e´vero.

Questo e´uno dei motivi che ci sta spingendo a risparmiare per poter iscrivere nostro figlio in qualche colleggio privato, o se non riusciamo a trasferirci noi manderemo lui in italia, almeno per studiare.




Torna in alto Andare in basso
http://www.d-service.se
balorso
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 1320
Localizzazione : Svezia
Data d'iscrizione : 24.10.07

MessaggioTitolo: Re: Nuovo articolo sulla scuola   Gio Feb 16, 2012 3:58 pm

Arduino ha scritto:
la scuola cosa deve insegnare ?
secondo me deve preparare al rigore della vita, nessuno ti regala niente, se vuoi qualcosa te la devi sudare.
I programmi sono vasti e con un italiano medio puoi parlare quasi di tutto, mentre a detta tua con uno svedese non sembra cosi´.
I voti sono un modo per creare competivita´, io sono contro a questa filosofia del siamo tutti uguali, perche per me non e´vero.

Questo e´uno dei motivi che ci sta spingendo a risparmiare per poter iscrivere nostro figlio in qualche colleggio privato, o se non riusciamo a trasferirci noi manderemo lui in italia, almeno per studiare.


Rigore della vita?? Competitivita? Va bene, basta che la competizione non diventi un "fotti per non essere fottuto"!!

La scuola deve "insegnare ad imparare" e non inculcare concetti.
Torna in alto Andare in basso
http://balorso.blogspot.com/
dexter
Volpe
Volpe


Numero di messaggi : 106
Età : 32
Localizzazione : Stockholm (Bagarmossen)
Data d'iscrizione : 09.10.10

MessaggioTitolo: Re: Nuovo articolo sulla scuola   Gio Feb 16, 2012 8:16 pm

balorso ha scritto:
Arduino ha scritto:
la scuola cosa deve insegnare ?
secondo me deve preparare al rigore della vita, nessuno ti regala niente, se vuoi qualcosa te la devi sudare.
I programmi sono vasti e con un italiano medio puoi parlare quasi di tutto, mentre a detta tua con uno svedese non sembra cosi´.
I voti sono un modo per creare competivita´, io sono contro a questa filosofia del siamo tutti uguali, perche per me non e´vero.

Questo e´uno dei motivi che ci sta spingendo a risparmiare per poter iscrivere nostro figlio in qualche colleggio privato, o se non riusciamo a trasferirci noi manderemo lui in italia, almeno per studiare.


Rigore della vita?? Competitivita? Va bene, basta che la competizione non diventi un "fotti per non essere fottuto"!!

La scuola deve "insegnare ad imparare" e non inculcare concetti.
quoto....
inoltre non mi pare che la scuola italiana insegni nè competitività, nè rigore.... sono semplicemente i prof (la maggioranza) ad essere vecchi e adeguati a un'epoca da "bacchettata sulle mani"....ma ciò non fa altro che distaccare i giovani dalla scuola.
Torna in alto Andare in basso
Arduino
Orso
Orso
avatar

Numero di messaggi : 280
Età : 41
Localizzazione : Tjörn
Data d'iscrizione : 19.09.10

MessaggioTitolo: Re: Nuovo articolo sulla scuola   Gio Feb 16, 2012 8:31 pm

sara´.. ma visto i risultati svedesi forse neanche il loro metodo e´dei migliori, la scuola riese a sfornare solo persone che non sono in grado di affrontare i problemi quotidiani, con una cultura molto ridotta e incapaci di prendersi delle responsabilita´.., a 15 anni una grandissima percentuale , credo il 30 % non riesce a leggere e scrivere correttamente in svedese...

Voi mi parlate che in italia bacchettano, hanno metodi antichi e rozzi.. ma qui mi sembrano troppo lascivi..
Torna in alto Andare in basso
http://www.d-service.se
balorso
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 1320
Localizzazione : Svezia
Data d'iscrizione : 24.10.07

MessaggioTitolo: Re: Nuovo articolo sulla scuola   Gio Feb 16, 2012 9:26 pm

Arduino ha scritto:
sara´.. ma visto i risultati svedesi forse neanche il loro metodo e´dei migliori, la scuola riese a sfornare solo persone che non sono in grado di affrontare i problemi quotidiani, con una cultura molto ridotta e incapaci di prendersi delle responsabilita´.., a 15 anni una grandissima percentuale , credo il 30 % non riesce a leggere e scrivere correttamente in svedese...

Voi mi parlate che in italia bacchettano, hanno metodi antichi e rozzi.. ma qui mi sembrano troppo lascivi..

Non e' che ti confondi con l'Italia???

Leggete questi due articoli:

http://www.corriere.it/cronache/08_settembre_06/focus_analfabeti_muglia_dbb092f4-7bdc-11dd-811a-00144f02aabc.shtml

http://www.repubblica.it/2006/10/sezioni/scuola_e_universita/servizi/educazione-permanente/educazione-permanente/educazione-permanente.html


Interessante soprattutto il primo.

Sono articoli del 2006 e del 2008 pensa che da allora hanno fatto ulteriori tagli all'istruzione

Torna in alto Andare in basso
http://balorso.blogspot.com/
Bad Grass Admin
Amministratore
Amministratore
avatar

Numero di messaggi : 1278
Età : 38
Localizzazione : Sollentuna
Data d'iscrizione : 19.07.07

MessaggioTitolo: Re: Nuovo articolo sulla scuola   Gio Feb 16, 2012 9:53 pm

Non conosco a fondo il sistema scolastico svedese, per cui non saprei dire. Certo, i giovani che si vedono qua in giro spesso danno l'idea di essere delle zucche vuote ma non è che le nuove generazioni in Italia siano meglio. Qua sputano e hanno una formazione almeno apparentemente deficitaria. In Italia, però, il giovane medio è uno che pensa ai miti della TV. Allora uno che viene in Italia, cosa penserebbe, osservando che elementi escono fuori dalle scuole?

Sono d'accordo con balorso riguardo la competività.

Riguardo invece al fatto che il 30% degli Svedesi non saprebbero scrivere nella loro lingua madre... Ne sono cosciente io stesso, che lo svedese lo conosco poco. Beh, Arduino, hai mai fatto caso a quanti errori fanno gli Italiani, sia nel parlare che nello scrivere? Basta che dai un'occhiata a qualunque forum (incluso questo, ovviamente) o che ascolti due persone qualunque mentre parlano.

_________________________________________________
Torna in alto Andare in basso
http://rinascitaalnord.wordpress.com/
balorso
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 1320
Localizzazione : Svezia
Data d'iscrizione : 24.10.07

MessaggioTitolo: Re: Nuovo articolo sulla scuola   Gio Feb 16, 2012 10:27 pm

Bad Grass Admin ha scritto:
Non conosco a fondo il sistema scolastico svedese, per cui non saprei dire. Certo, i giovani che si vedono qua in giro spesso danno l'idea di essere delle zucche vuote ma non è che le nuove generazioni in Italia siano meglio. Qua sputano e hanno una formazione almeno apparentemente deficitaria. In Italia, però, il giovane medio è uno che pensa ai miti della TV. Allora uno che viene in Italia, cosa penserebbe, osservando che elementi escono fuori dalle scuole?

Sono d'accordo con balorso riguardo la competività.

Riguardo invece al fatto che il 30% degli Svedesi non saprebbero scrivere nella loro lingua madre... Ne sono cosciente io stesso, che lo svedese lo conosco poco. Beh, Arduino, hai mai fatto caso a quanti errori fanno gli Italiani, sia nel parlare che nello scrivere? Basta che dai un'occhiata a qualunque forum (incluso questo, ovviamente) o che ascolti due persone qualunque mentre parlano.

Non hai letto gli articoli...
Torna in alto Andare in basso
http://balorso.blogspot.com/
spidernik84
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 554
Età : 34
Localizzazione : Somewhere in Sweden
Data d'iscrizione : 24.04.10

MessaggioTitolo: Re: Nuovo articolo sulla scuola   Gio Feb 16, 2012 10:30 pm

La verità è che nel mondo occidentale i programmi vengono costantemente adattati al ribasso, visto che di gente seriamente intenzionata ad imparare ce n'è sempre meno. Gli istituti si stanno letteralmente trasformando in diplomifici, complice questa malsana idea che tutti debbano essere plurilaureati. Così ci troviamo ad avere migliaia di laureati disoccupati, e se ti si rompe un tubo col c***o che trovi un idraulico disponibile!

In Italia si è maggiormente soggetti a questo disinteressamento per lo studio, visto che l'intero sistema scolastico è obsoleto, basato su caste e spesso volto più al piazzamento degli insegnanti che al fine primo e unico dell'istruzione, che è sempre più vista come un fastidioso dovere, anziché un sacrosanto diritto.
Personalmente vorrei un sistema a metà tra quello svedese e quello italiano. Dello svedese manterrei la visione più delicata e morbida, pur con le precauzioni del caso. La totale anarchia che vige negli istituti di istruzione (fin dall'asilo) partorisce generazioni di personaggi completamente ignari delle buone maniere e del rispetto altrui, oltre che della cultura.
Di buono ha che è meno basato sulla competizione e sul vedere il proprio compagno come un avversario da superare. Instillare l'odio e l'angoscia fin dalla tenera età non sempre è stimolante, può infatti portare a segregazione e depressione, oltre che ad un'ira repressa che prima o poi esplode.
Dell'italiano manterrei la visione a trecentosessanta gradi della cultura, con programmi più variegati, mantenendo un occhio di riguardo al metodo di studio.
Il metodo di studio, appunto: avendo a che fare con certi colleghi e con vari commessi sparsi per la città mi rendo conto di quanto manchino di flessibilità e capacità di adattamento. Io non mi ritengo un genio, ma spesso rimango allibito dalla totale incapacità di fronteggiare eventi inattesi che certi soggetti dimostrano qui in Svezia. Numerosi sono i casi di commessi o impiegati statali che vanno letteralmente in crisi e si rifiutano di procedere in quanto di fronte ad una richiesta che non rientra nella definizione di "standard".
Torna in alto Andare in basso
http://spidernik84.altervista.org
Bad Grass Admin
Amministratore
Amministratore
avatar

Numero di messaggi : 1278
Età : 38
Localizzazione : Sollentuna
Data d'iscrizione : 19.07.07

MessaggioTitolo: Re: Nuovo articolo sulla scuola   Gio Feb 16, 2012 10:32 pm

balorso ha scritto:
Bad Grass Admin ha scritto:
Non conosco a fondo il sistema scolastico svedese, per cui non saprei dire. Certo, i giovani che si vedono qua in giro spesso danno l'idea di essere delle zucche vuote ma non è che le nuove generazioni in Italia siano meglio. Qua sputano e hanno una formazione almeno apparentemente deficitaria. In Italia, però, il giovane medio è uno che pensa ai miti della TV. Allora uno che viene in Italia, cosa penserebbe, osservando che elementi escono fuori dalle scuole?

Sono d'accordo con balorso riguardo la competività.

Riguardo invece al fatto che il 30% degli Svedesi non saprebbero scrivere nella loro lingua madre... Ne sono cosciente io stesso, che lo svedese lo conosco poco. Beh, Arduino, hai mai fatto caso a quanti errori fanno gli Italiani, sia nel parlare che nello scrivere? Basta che dai un'occhiata a qualunque forum (incluso questo, ovviamente) o che ascolti due persone qualunque mentre parlano.

Non hai letto gli articoli...

Embarassed

_________________________________________________
Torna in alto Andare in basso
http://rinascitaalnord.wordpress.com/
vladimir
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 526
Data d'iscrizione : 11.04.10

MessaggioTitolo: Re: Nuovo articolo sulla scuola   Ven Feb 17, 2012 1:10 am

secondo me si stanno confondendo diverse questioni, non necessariamente legate alla scuola. E' sicuramente vero che molti svedesi siano assolutamente incapaci di affrontare situazioni inattese. Io certe volte ho come l'impressione che abbiano sempre con se un sorta di librone con tante voci in ordine alfabetico. Se quello che devono fare è una voce del libro, seguono il protocollo, se manca nel libro, si bloccano e l'unico modo per farli uscire dall'immobilismo è fare numerosi studi al fine di scrivere un librone aggiornato e darglielo!
Detto ciò, cosa ha a che fare tutto questo con la scuola? La scuola appare (almeno ai miei occhi di straniero immigrato) come l'unico luogo in cui cercano di stimolare un minimo di creatività. Se poi l'educazione familiare consiste in un ripetersi quotidiano delle stesse attività, è ovvio che vengono su così. A me sembra una sorta di programma di training. Vedo famiglie svedesi che da quando gli nasce un figlio, cambiano completamente vita e ogni santo giorno (per anni, io ho assisitito ai primi 3) gli fanno fare esattamente le stesse attività alla stessa ora, senza mai cambiare, cascasse il mondo. Come diamine potrebbe la creatura in questione sviluppare abilità creative e di improvvisazione in un contesto del genere? Però questo che c'entra con la scuola?
Tornando al discorso scuola, quando vedo l'open space dove va mia figlia, le attività che le fanno fare, l'educazione civica che le insegnano, le corse in slittino, e le giornate in piscina, non la cambierei con nessuna scuola dove a sei anni ti fanno stare seduto in un banco tutto il giorno, ti danno un voto e ti mettono una nota se ti comporti male. C'è un abisso pedagogico tra le due modalità e nel 2012 mi sembra assurdo preferire la seconda.
Ciao,
V.
Torna in alto Andare in basso
ilbiondo
Orso
Orso


Numero di messaggi : 273
Data d'iscrizione : 23.01.12

MessaggioTitolo: Re: Nuovo articolo sulla scuola   Ven Feb 17, 2012 10:35 am

premetto che non ho idea di come funzioni il sistema scolastico in italia al momento, quindi mi riferisco solo a quello svedese senza fare confronti.
Il cugino di mia moglie ha 19, appena trasferiri qui ne aveva 16 e visto che era nostro vicino di casa e che era uno dei pochi che parlava bene inglese ci parlavo molto. Mi ricordo che era in procinto di scegliere cosa fare dopo la scuola dell obbligo e quindi scegliere l indirizzo del "liceo". Mi diceva della miriade di corsi che esistono, veramente centinaia, per fare il camionista, per fare il cameriere, per fare il commesso di tutto di piú. Questo crea una frammentazione enorme visto che ci vivono poche persone e le scuole per poter attirare gli studenti fanno regali, come il laptop oppure la tessera della palestra e questo mi sembra veramente poco serio.
Una volta cominciato il corso di tungfordonsutbildning, 3 anni di liceo per diventare camionista, boh, mi diceva che il primo semestre non hanno avuto una lezione, praticamente si sedevano in classe con i laptop regalati dalla scuola e chattavano su facebook, guardavano filmati porno ecc. I professori si sedevano in classe e si facevano i caxxi loro senza fare un benemerito.
Sará un caso estremo, ma mi capita di avere a che fare con dei ragazzi di tutte le etá e mi sembra che dai 12-13 anni in su ci sia un rincoglionimento generale, proprio nell espressione del viso nella voglia di interagire e nel comportamento in generale. Sará forse la scuola dopo il corso 9 che peggiora e non stimola?
Torna in alto Andare in basso
Fenrir
Lepre
Lepre
avatar

Numero di messaggi : 66
Localizzazione : Midgard
Data d'iscrizione : 17.10.11

MessaggioTitolo: Re: Nuovo articolo sulla scuola   Ven Feb 17, 2012 1:34 pm

Posso aggiungere una mia opinione che si basa su un fatto vissuto sulla mi pelle che riguarda la scuola italiana (non conoscendo minimamente quella svedese)?
A mio parere, chi vuole mandare il proprio figlio in una scuola italiana, è perchè si odia il proprio figlio!

Io ho solo ricordi negativi legati alla mia infanzia scolastica! E ricordo gli innumerevoli mal di pancia causati dallo stress (e si parla pur sempre di quando ero un bambino, nemmeno adolescente) che la scuola, in particolar modo gli insegnanti, mi causavano... Ricordo ancora il terrore che incutevano gli insegnanti, e ricordo anche che gli insegnanti stessi, in particolar modo le donne, alzavano le mani agli alunni! Tutto questo è normale? E' legale? Io credo che l'intero sistema scolastico italiano sia rimasto ancora ai tempi del fascismo (da ricordare le punizioni dietro la lavagna inginocchiato sui ceci, pratica che per fortuna era già in disuso durante la mia infanzia), senza creare discussioni politiche, perchè a me non importa nulla della politica. Ma in queste condizioni, mi spiegate che razza di bambino cresce???

E' anche vero però che non bisogna fare di tutta l'erba un fascio, in italia ci sono sicuramente scuole valide, ma direi che la maggiorparte delle scuole siano delle vere e proprie "prigioni" per alunni e "cimiteri" della cultura!

Io mi sono diplomato da poco perchè ripetente di 3 anni, e per 2 anni sono stato VOLUTAMENTE bocciato, perchè gli insegnanti non potevano vedermi (motivo? SCONOSCIUTO)... Ho dovuto cambiare classe e mi sono subito diplomato...
Per non parlare poi che gli istituti tecnici in italia sono ridicoli! Ancora si studiano linguaggi di programmazione obsoleti come il Pascal (e per chi è informatico sa di cosa parlo)...

Queste sono solo alcune delle mie esperienze personali, sperando che possano servire per rifletterci su, prima di attuare una decisione di cui poi si potrebbero avere seri ripensamenti!
Torna in alto Andare in basso
Ele
Lince
Lince
avatar

Numero di messaggi : 359
Localizzazione : Stockholm
Data d'iscrizione : 06.09.10

MessaggioTitolo: Re: Nuovo articolo sulla scuola   Ven Feb 17, 2012 1:48 pm

Io quoto Spider e Vladimir!

Riguardo ai corsi pratici per tipo quelli di camionista ecc, secondo me sono un'idea favolosa per insegnare ai ragazzi a interagire e a fare qualcosa di pratico e utile. Ne parlavo con un mio amico che alle superiori ha preso l'abilitazione per fare il pompiere! Facevano sia teoria che pratica, spesso con uscite dove imparavano a spegnere fuochi in diverse situazioni Very Happy
Certo, se sono fatti male come quelli di cui ha parlato il biondo...

Su voti e competizione: sono d'accordo col fatto che la scuola debba insegnare a fare un po' di fatica. Ma non mettendo i ragazzi a competere e con un voto uguale per tutti. Nella scuola ideale ognuno dovrebbe competere con se' stesso e cercare di superare i propri di limiti, altrimenti finisce che ci sono quelli che si sentono delle capre perche' non riescono a prendere la sufficienza in matematica e quelli che non sono stimolati perche' i compiti sono troppo facili. Ma qui ci vorrebbero insegnanti bravi che riescono a comprendere i bisogni dei singoli studenti...
Torna in alto Andare in basso
http://web.stagram.com/n/cloudberryfield/
Arduino
Orso
Orso
avatar

Numero di messaggi : 280
Età : 41
Localizzazione : Tjörn
Data d'iscrizione : 19.09.10

MessaggioTitolo: Re: Nuovo articolo sulla scuola   Sab Giu 30, 2012 10:30 am

Nuovo articolo sulla scuola..

http://www.aftonbladet.se/nyheter/article15054005.ab

Sbaglio o vogliono adeguarsi agli standard europei ?
Torna in alto Andare in basso
http://www.d-service.se
Rimini57
Lupo
Lupo
avatar

Numero di messaggi : 305
Età : 60
Localizzazione : Stockholm - Bromma
Data d'iscrizione : 25.07.09

MessaggioTitolo: Re: Nuovo articolo sulla scuola   Sab Giu 30, 2012 12:01 pm

Arduino ha scritto:
Nuovo articolo sulla scuola..

http://www.aftonbladet.se/nyheter/article15054005.ab

Sbaglio o vogliono adeguarsi agli standard europei ?

Vogliono adeguarsi solo per iniziare un anno prima .

Proprio ieri sono usciti i risultati finali dell'ultimo anno della scuola dell'obbligo.
In Svezia assegnano un punteggio finale in base al quale puoi/ DEVI frequentare determinati indirizzi di scuole superiori per tre anni.
Se sei un ciuccio puoi frequentare solo istituti professionali, yrkeskola, quindi camionista, cameriere, idraulico e così via.
Da un certo punteggio a un altro, gymnasium con indirizzi vari ma non certo con materie matematiche ad alto livello o greco e latino.
Oltre il 210 puoi frequentare i ginnasi con materie tecniche informatiche o simili.

Anche in Svizzera usano lo stesso metodo.
Un ciuccio figlio di medici non andrà mai a frequentare il ginnasio "classico o scientifico" se non ha almeno 210.
Il massimo è 320 .

I regali o incentivi che offrono le scuole sono solo degli specchietti per attirare clienti visto che le scuole prendono i soldi dallo Stato per ogni studente iscritto.

Quindi, domanda finale: è un sistema di selezione migliore o peggiore dell'Italia?

Ciao

Santo
Torna in alto Andare in basso
balorso
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 1320
Localizzazione : Svezia
Data d'iscrizione : 24.10.07

MessaggioTitolo: Re: Nuovo articolo sulla scuola   Sab Giu 30, 2012 4:37 pm


Questa cosa del punteggio e' vera solo in parte, ci sono dei gymnasiet che richiedono 185 poäng per entrare.

C'e' una yrkesskola, un istituto professionale per autisti, roba da zucconi (con rispetto parlando, conosco delle persone meravigliose, che stimo moltissimo e che hanno la terza media e conosco degli stronzi con due lauree)
dicevo istituto professionale per zucconi ma che ti insegna a guidare tutti i veicoli, camion, autobus, treni, scavatrici e non solo gli esami che fai ti danno anche le patenti (behörighet),
in pratica esci con le patenti con tutti i crismi, roba che se le fai a scuola guida devi spendere 150 mila korone (non e' una cifra a caso, lo hanno calcolato).
Bene, per entrare in questa scuola c'e' una competizione durissima.


Torna in alto Andare in basso
http://balorso.blogspot.com/
spidernik84
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 554
Età : 34
Localizzazione : Somewhere in Sweden
Data d'iscrizione : 24.04.10

MessaggioTitolo: Re: Nuovo articolo sulla scuola   Sab Giu 30, 2012 5:19 pm

balorso ha scritto:

dicevo istituto professionale per zucconi ma che ti insegna a guidare tutti i veicoli, camion, autobus, treni, scavatrici e non solo gli esami che fai ti danno anche le patenti (behörighet),
ma tutto questo è magnifico affraid
Dov'è?
Torna in alto Andare in basso
http://spidernik84.altervista.org
balorso
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 1320
Localizzazione : Svezia
Data d'iscrizione : 24.10.07

MessaggioTitolo: Re: Nuovo articolo sulla scuola   Sab Giu 30, 2012 10:20 pm

spidernik84 ha scritto:
balorso ha scritto:

dicevo istituto professionale per zucconi ma che ti insegna a guidare tutti i veicoli, camion, autobus, treni, scavatrici e non solo gli esami che fai ti danno anche le patenti (behörighet),
ma tutto questo è magnifico affraid
Dov'è?


Credo sia questo...
http://www.praktiska.se/


Torna in alto Andare in basso
http://balorso.blogspot.com/
Arduino
Orso
Orso
avatar

Numero di messaggi : 280
Età : 41
Localizzazione : Tjörn
Data d'iscrizione : 19.09.10

MessaggioTitolo: Re: Nuovo articolo sulla scuola   Sab Giu 30, 2012 11:16 pm

.. e qui nasce il bello.. da quello che capisco per molti la scuola e´ solo una preparazione al lavoro.. quindi , sempre se non ho capito male, l importante e´ imparare un mestiere, poi chi se ne frega se si riesce a scrivere una frase di senso compiuto o fare 12*12 ( 2+2 mi e´ sembrato banale).
Io la penso in modo diverso, per me la scuola deve fare aprire le menti, riuscire a dare piu info possibili e su svariati campi ( matematica, fisica, letteratura,chimica) incentivare la competizione, fare in modo che le persone imparino ad usare il propio cervello, e non solo per studiare a memoria, far capire che non si e´ tutti uguali e che se si vuole ottenere qualcosa bisogna lottare e sputare sangue, nessuno ti regala niente , imparare a sapersi difendere e trovare le soluzioni ottimali per raggiungere gli scopi prefissati..
Il lavoro ( che e´ solo un mezzo di sostentamento)si crea dal nulla se si hanno le basi solide ed un cervello sveglio.
Io ho un diploma e l unica volta che feci il lavoro per il quale studiai scappai per folle dopo 3 mesi( assunto in un laboratorio controllo qualita di una azienda farmaceutica), ma grazie ai miei prof e alla scuola riuscii a reinventarmi piu e piu volte fino a quando trovai il mio posto nel mondo del lavoro.
La scuola svedese prepara invece ad automi, persone che non usano il cervello ma che sanno fare un lavoro, persone possibilmente molto brave a riparare un auto ma che non riescono ad interagire con altri individui e che non essendo stati stimolati da giovani se dovvesero perdere il posto di lavoro non riuscirebbero a riciclarsi.. un po come i nostri contadini dei paesotti.. sanno tutto di mucche e trattori.. e poi ... sanno tutto di mucche e trattori..
Questo mi sembra sbagliato..
Torna in alto Andare in basso
http://www.d-service.se
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Nuovo articolo sulla scuola   Dom Lug 01, 2012 10:33 am

Perché, un nostro meccanico (3 anni di istituto professionale, che come dice la definizione non è un liceo, è una scuola che prepara a un mestiere) saprebbe fare qualcos'altro?

Nella mia carriera scolastica ho avuto professori ottimi (pochi, penso di poter arrivare a 5 partendo dalle scuole elementari al liceo), professori mediocri, che entravano in classe il lunedì mattina e che passavano le due ore di lezione a leggere la Gazzetta dello Sport e noi a fare niente per due ore, oppure professori stanchi, incapaci di insegnare, demotivati, insignificanti, che non mi hanno trasmesso niente.

E poi molti professori molto italiani che mi hanno insegnato che dovevo sputare sangue: sì, perché avevano i loro preferiti, studenti leccac*** con genitori leccac****, oppure il professore era un amico di famiglia (ho fatto il liceo in un piccolo capoluogo di provincia) e quindi 9 che volavano per loro mentre a te la professoressa di italiano diceva alla fine dell'interrogazione, davanti all'intera classe "ho già dato 9 a Tizia quindi non lo posso dare anche a te, vediamo... 8"; la professoressa di filosofia di CL, che dato che sul registro è segnato che non frequenti l'ora di religione ti chiede il motivo e ti farà sputare sangue per 3 anni per arrivare a 7. Alla fine sono uscita dal liceo con 100, solo perché due anni prima con la riforma Fioroni erano stati introdotti i commissari esterni, e a me sono capitati professori esterni proprio per italiano, latino, storia e filosofia quindi ho potuto essere valutata in modo imparziale.

Quello che mi ha insegnato la maggior parte dei professori è che siamo tutti uguali, ma c'è chi è più uguale degli altri e che tutti dobbiamo faticare per raggiungere buoni risultati, ma se sei leccac*** o hai conoscenze fai un po' meno fatica e tutto ti è dovuto.
Torna in alto Andare in basso
Arduino
Orso
Orso
avatar

Numero di messaggi : 280
Età : 41
Localizzazione : Tjörn
Data d'iscrizione : 19.09.10

MessaggioTitolo: Re: Nuovo articolo sulla scuola   Dom Lug 01, 2012 11:09 am

shipshape ha scritto:
E poi molti professori molto italiani che mi hanno insegnato che dovevo sputare sangue: sì, perché avevano i loro preferiti, studenti leccac*** con genitori leccac****, oppure il professore era un amico di famiglia (ho fatto il liceo in un piccolo capoluogo di provincia) e quindi 9 che volavano per loro mentre a te la professoressa di italiano diceva alla fine dell'interrogazione, davanti all'intera classe "ho già dato 9 a Tizia quindi non lo posso dare anche a te, vediamo... 8"

Perche nella vita e´ diverso ? pensa se ti avessero posto tutto su un vassoio d argento,come avviene qui( niente interrogazioni , niente compiti a casa, niente test a sorpresa) e uscendo da scuola ti saresti resa conto che invece non era cosi semplice.. secondo me la scuola deve essere un palestra in tutto, anche nelle ingiustizie..
Torna in alto Andare in basso
http://www.d-service.se
balorso
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 1320
Localizzazione : Svezia
Data d'iscrizione : 24.10.07

MessaggioTitolo: Re: Nuovo articolo sulla scuola   Dom Lug 01, 2012 11:34 am

Arduino ha scritto:
shipshape ha scritto:
E poi molti professori molto italiani che mi hanno insegnato che dovevo sputare sangue: sì, perché avevano i loro preferiti, studenti leccac*** con genitori leccac****, oppure il professore era un amico di famiglia (ho fatto il liceo in un piccolo capoluogo di provincia) e quindi 9 che volavano per loro mentre a te la professoressa di italiano diceva alla fine dell'interrogazione, davanti all'intera classe "ho già dato 9 a Tizia quindi non lo posso dare anche a te, vediamo... 8"

Perche nella vita e´ diverso ? pensa se ti avessero posto tutto su un vassoio d argento,come avviene qui( niente interrogazioni , niente compiti a casa, niente test a sorpresa) e uscendo da scuola ti saresti resa conto che invece non era cosi semplice.. secondo me la scuola deve essere un palestra in tutto, anche nelle ingiustizie..


Traduzione: se devi prenderlo in quel posto tanto vale che ti abitui da piccolo.
Torna in alto Andare in basso
http://balorso.blogspot.com/
Arduino
Orso
Orso
avatar

Numero di messaggi : 280
Età : 41
Localizzazione : Tjörn
Data d'iscrizione : 19.09.10

MessaggioTitolo: Re: Nuovo articolo sulla scuola   Dom Lug 01, 2012 11:44 am

balorso ha scritto:


Traduzione: se devi prenderlo in quel posto tanto vale che ti abitui da piccolo.
diciamo che in quel posto lo prenderai sempre(la svezia non e´ da meno).. almeno riesci a difenderti con le tue capacita/qualita.. il mio discorso e´ piu incentrato sul problemsolving.. cosa che qui sembra sconosciuta... non abituando le persone a pensare e crescendo che tutto sia servito non vengono stimolate a cavarsela da soli e questo si ripercuote su molti aspetti della vita , sia lavorativa che non, non e´ un discorso di prenderselo o meno in quel posto... la scuola deve insegnare,anche,( a parer mio) che la vita non e´ giusta.
Torna in alto Andare in basso
http://www.d-service.se
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Nuovo articolo sulla scuola   

Torna in alto Andare in basso
 
Nuovo articolo sulla scuola
Torna in alto 
Pagina 1 di 2Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Scuola elementare pubblica a Stoccolma
» Di nuovo: un saluto a tutti...
» ciao di nuovo...cerco informazioni di scuole a stoccolma...
» scuola di sartoria
» Una scuola di ricamo a macchina online

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
mondosvezia :: Svezia, informazioni generiche-
Andare verso: