mondosvezia

Un forum per chi ama la Svezia e i paesi scandinavi. Utile per chi cerca informazioni sui viaggi, cucina locale, cultura, tradizioni, lingua e altro.
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividi | 
 

 Nuovo articolo sulla scuola

Andare in basso 
Vai alla pagina : Precedente  1, 2
AutoreMessaggio
fra&fa
Gazza
Gazza
avatar

Numero di messaggi : 48
Localizzazione : ancora a Roma
Data d'iscrizione : 24.08.11

MessaggioTitolo: Re: Nuovo articolo sulla scuola   Lun Lug 16, 2012 9:47 pm

Ma in quali fantasmagoriche scuole italiane sono mai andati certi? Io, dalle elementari al liceo, ho sempre trovato pochissimi professori bravi. Scuole in cui passa il concetto che, basta chiedere due favori e via che ti promuovono grazie ai classici genitori che ogni fine anno vanno a piangere per il figlio somaro. Oddio: è anche vero che grazie a somari cronici con genitori piagnoni e studenti affetti da ritardi mentali, si salvavano tutti: tutti promossi, perché se promuovono l'ultimo della classe anche gli altri devono passare. E le università? Programmi teorici. Troppo teorici. Non scordiamoci le fatiche che fanno gli italiani per farsi riconoscere titoli di studio all'estero. Non so come sia la scuola svedese, ma la scuola italiana andava bene -come diceva Vladimir- ai tempi del Duce (ricordo la penosa riforma Croce-Gentile: se sei portato per la matematica sei stupido, se sei portato per gli studi umanistici sei un genio). Al giorno d'oggi, forse la scuola svedese non sarà valida, ma per quella italiana non vale certo la pena di un trasferimento da un paese all'altro. Oggi, nel 2012, a quanto pare, se si vuole imparare insieme nozioni, praticità, disciplina e rispetto, ci vorrebbe solo una bella scuola asiatica. Altro che italiana...


Ultima modifica di fra&fa il Mar Lug 17, 2012 2:33 pm, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
fra&fa
Gazza
Gazza
avatar

Numero di messaggi : 48
Localizzazione : ancora a Roma
Data d'iscrizione : 24.08.11

MessaggioTitolo: Re: Nuovo articolo sulla scuola   Lun Lug 16, 2012 9:56 pm

ah, dimenticavo. Prima di scegliere una scuola, consiglierei di dare uno sguardo ai penosissimi risultati Ocse-Pisa (quelli che molti studenti e PROFESSORI hanno cercato di boicottare). Forse non è chiaro, ma i quindicenni italiani, almeno dal 2003 (e come diceva mi pare Balorso, sono anche peggiorati) non solo non sono in grado di far di conto e di scrivere, ma in più pare che non siano dotati né di problem solving (quella termine fico che dovrebbe indicare la capacità di cavarsela nella vita. Una volta caratterizzava anche "l'italianità") e stranamente non sono nemmeno dotati della capacità di formarsi un'opinione propria (domande tipo: "Pensi che i murales siano una forma d'arte o che sporchino semplicemente i muri?" vengono semplicemente lasciate in bianco). Immagino che la durezza dell'insegnamento italiano (che si limita solo a una durezza nei confronti dello studente che la pensa diversamente dall'insegnante e dunque diversamente dal programma ministeriale) abbia come effetto collaterale che i giovani italiani son belli che lobotomizzati e senza idea alcuna (Trotizzati).


Ultima modifica di fra&fa il Mar Lug 17, 2012 2:32 pm, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Isildurrrr
Renna
Renna


Numero di messaggi : 462
Data d'iscrizione : 02.11.11

MessaggioTitolo: Re: Nuovo articolo sulla scuola   Lun Lug 16, 2012 10:10 pm

Io credo di avere la fortuna che i miei professori puntano ad aspetti che anche io reputo significativi più di qualsiasi altra cosa. La sintesi e la precisione ad una risposta e la capacità di risolvere i problem solving che sono sicuramente gli elementi fondamentali nella vita, non solo nell'istruzione. Credo che tu parli dei test invalsi somministrati ai ragazzi che quest'anno frequentavano la 2° superiore, io non li ho visti ma so che molti studenti li hanno boicottati davvero, e questo è senza dubbio sbagliato, poiché vuol dire che i nostri giovani hanno poca voglia di essere competitivi e di mettersi in gioco, ma preferiscono studiare quelle 200 pagg. a memoria e ripeterla senza aver appreso nulla, peccato.
Torna in alto Andare in basso
fra&fa
Gazza
Gazza
avatar

Numero di messaggi : 48
Localizzazione : ancora a Roma
Data d'iscrizione : 24.08.11

MessaggioTitolo: Re: Nuovo articolo sulla scuola   Mar Lug 17, 2012 2:00 pm

Isildurrrr ha scritto:
Io credo di avere la fortuna che i miei professori puntano ad aspetti che anche io reputo significativi più di qualsiasi altra cosa. La sintesi e la precisione ad una risposta e la capacità di risolvere i problem solving che sono sicuramente gli elementi fondamentali nella vita, non solo nell'istruzione. Credo che tu parli dei test invalsi somministrati ai ragazzi che quest'anno frequentavano la 2° superiore, io non li ho visti ma so che molti studenti li hanno boicottati davvero, e questo è senza dubbio sbagliato, poiché vuol dire che i nostri giovani hanno poca voglia di essere competitivi e di mettersi in gioco, ma preferiscono studiare quelle 200 pagg. a memoria e ripeterla senza aver appreso nulla, peccato.

Precisamente. Io avevo visto i risultati del 2003-2004 se non erro. Erano già disastrati e disastrosi. Vorrei far notare che i ragazzini che hanno boicottato i test Invalsi, sono stati montati dai loro stessi docenti che per primi non volevano valutato il loro lavoro. Non sono molto per la cultura alla azzeccagarbugli, tanto per far vedere che si è meramente eruditi. O quanto meno la scuola non dovrebbe puntare solo su questo. In Italia poi, è un cane che si morde la coda. Lo studio è ancora troppo teorico. Poi quando esci dalla scuola tecnica superiore o dall'università nessuno vuole assumerti perché sai tanta bella teoria, ma non sei in grado di lavorare (e qui, vabbé, scadiamo anche in altra questione). Ho letto un post di un blog scritto da una famiglia di Italiani in Svezia, in cui lei era medico laureata in una delle migliori facoltà di medicina italiana e con tanto di scuola di specializzazione. Raccontava che aveva avuto dei problemi a fare un prelievo spinale perché in tutti questi anni di studio non l'avevano fatta esercitare abbastanza. E' arrivato un pischello svedese al terzo anno di medicina e zak: stava tipo al suo decimo prelievo. Teoria, teoria, teoria. Ripeto: non so come sia questa beneamata scuola svedese. Ma se uno dovesse spendere bei soldoni per l'istruzione dei figli, di certo non sarebbero spesi bene per farlo tornare in Italia, dove le uniche cose che ti insegnano oramai, è ad andar vestito firmato a scuola, leccare i piedi ai professori, piangere col cappello in mano dal preside e via: la mentalità familistica, del favore che poi si trasformerà in voto di scambio, in favore, in mazzetta, è già bella che impostata sui banchi di formica. Forse Arduino è "anziano", nel senso che ha un vecchio ricordo di una scuola che funzionava. Io sono nata nell'80, mio fratello nel '77. Il mio ragazzo è nato nel '78 e suo fratello nell'88. Bè, posso dirti che la scuola è via via peggiorata. La severità c'è solo per chi ha un'idea politica o sociale diversa dai professori che guarda caso, vogliono sempre sapere come tu la pensi. Come la pensi sui matrimoni gay? che ne pensi del governo? Che ne pensi della questione palestinese? E' già dalle elementari che indagano sul tuo modo di pensare. Se la pensi diversamente il professore sarà severo con te, perché sei un soggetto negativo. Ovviamente, però, se c'è il piagnisteo da parte dei genitori ("la prego professore! Mio figlio studia tanto, anche se non rende! Mio figlio si impegna tanto, anche se non ci capisce nulla! Allora lo promuova, almeno per l'impegno!") ecco che la promozione viene regalata. E' stupido, è ignorante, non ci capisce nulla, quando lo interrogo fa scena muta, ma la madre si mette a piangere (non per scherzo) tutti gli anni ed io DEVO promuoverlo. Sai quanti anni di rendita ci siamo fatti tutti noi grazie a questi soggetti? Dalla prima elementare fino alla maturità. "Ponciponcipopòpò! Ti piace vincere facile? Prova con la scuola italiana!"
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Nuovo articolo sulla scuola   

Torna in alto Andare in basso
 
Nuovo articolo sulla scuola
Torna in alto 
Pagina 2 di 2Vai alla pagina : Precedente  1, 2
 Argomenti simili
-
» mettere il piedino da rammendo sulla macchina da cucire
» Riflessione sulla privacy
» Un ginepro scuola: "l'innesto"
» Scuola taglio e cucito a Bologna
» Tradizioni pasquali

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
mondosvezia :: Svezia, informazioni generiche-
Vai verso: