mondosvezia

Un forum per chi ama la Svezia e i paesi scandinavi. Utile per chi cerca informazioni sui viaggi, cucina locale, cultura, tradizioni, lingua e altro.
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividi | 
 

 Riflessione sulla privacy

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Bad Grass Admin
Amministratore
Amministratore
avatar

Numero di messaggi : 1278
Età : 38
Localizzazione : Sollentuna
Data d'iscrizione : 19.07.07

MessaggioTitolo: Riflessione sulla privacy   Mar Giu 19, 2012 9:30 pm

Ieri ho scoperto che la cooperativa che possiede il mio appartamento a Borlänge "si è riservata il diritto ad entrarmi in casa per sostituire parte dei televisori, tra le settimane 24 e 26, salvo esplicito dissenso". Così, pressapoco, era scritto su un foglio appeso all'ingresso di ciascun piano del condominio. Dunque, il mio televisore funziona bene e comunque non lo uso mai, per cui si potrebbe aprire un discorso a parte solo riguardo a questo spreco di denaro e risorse. Tra l'altro, in due occasioni mi entrarono in casa senza proprio avvertire, mentre io ero a lavoro e per futili motivi. Inoltre, mi son detto: "Ma guarda un po' se questi, oltre a decidere loro quando vogliono, oltre ad essere vaghi che più vaghi non si può, si vanno a scegliere pure il periodo dove è più probabile che la gente sia fuori per le vacanze"! Per fare i loro servizi, scelgono apposta orari e giorni in cui è difficile che ci sia gente in casa. Dopo qualche minuto, ho fatto un'altra riflessione: forse scelgono questi momenti proprio per recare meno disturbo agli inquilini. Forse sono io che sono diffidente e pretendo di essere presente, quando qualcuno viene in casa a fare dei lavori. In effetti, credo che in Italia a nessuno venga in mente di fare andare in casa propria uno sconosciuto quando non si può tenerlo d'occhio. Evidentemente, ho concluso, gli Italiani sono più diffidenti perché si aspettano sempre che qualcuno faccia il furbo e si arraffi qualcosa, mentre in Svezia non ci bada nessuno.
Voi che ne pensate? La cooperativa è maleducata ed invadente? Educata e al servizio dell'utente?

_________________________________________________
Torna in alto Andare in basso
http://rinascitaalnord.wordpress.com/
balorso
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 1320
Localizzazione : Svezia
Data d'iscrizione : 24.10.07

MessaggioTitolo: Re: Riflessione sulla privacy   Mar Giu 19, 2012 9:41 pm

E' successo anche a me, diverse volte, dovevano controllare la tenuta delle finestre, riparare una perdita, sfiatare i termosifoni ecc....

A volte ero presente, a volte no. Quando c'ero si sono tolti le scarpe e agito con estrema cura.
Quando ero assente, non so, ma non ho mai trovato danni.

Nei contratti che ho firmato c'era sempre la clausola che diceva che loro potevano entrare quando volevano.

Secondo le sono educati e servizievoli.

A me non da' fastidio che qualcuno entri mentre non sono in casa, anzi, al contrario.....


pensate se loro vengono asfiatare i termosifoni mentre voi giocate al dottore e alla cow-girl......
Torna in alto Andare in basso
http://balorso.blogspot.com/
Isildurrrr
Renna
Renna


Numero di messaggi : 462
Data d'iscrizione : 02.11.11

MessaggioTitolo: Re: Riflessione sulla privacy   Mar Giu 19, 2012 11:31 pm

Mi rendo conto, da Italiano, che noi siamo troppo diffidenti...
Torna in alto Andare in basso
Stieg
Alce
Alce


Numero di messaggi : 540
Data d'iscrizione : 02.04.12

MessaggioTitolo: Re: Riflessione sulla privacy   Mer Giu 20, 2012 12:42 am

Ciao Bad Grass. Adesso sono di fretta e non riesco a darTi una risposta articolata sull'argomento.
Cerco di ritornarci in un'occasione successiva. Saluti. Puoi naturalmente cancellare la parola "saluti", se preferisci..
Torna in alto Andare in basso
vladimir
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 526
Data d'iscrizione : 11.04.10

MessaggioTitolo: Re: Riflessione sulla privacy   Mer Giu 20, 2012 12:48 am

per me questo è un argomento "caldo" in quanto è da aprile che ho gli operai in casa per rifare il bagno, pratica avviata alla fine del 2011. In questi ultimi 7 mesi posso dire di avere appreso le seguenti cose sugli operai in Svezia:
1) sono abituati a prendere il controllo della casa e fare come vogliono loro in completa autonomia. Dopo avergli dato le chiavi perché ci è assolutamente impossibile essere a casa tutto il tempo che devono lavorare, ho provato più volte a dirgli che voglio essere avvisato quando vengono. Non c'è stato verso. Dicono che vengono e poi non si presentano, piombano a casa all'improvviso alle sette di mattina, suonano, aspettano trenta secondi e se non risponde nessuno entrano. Le uniche volte che si degnano di chiamare è perché per qualche motivo non hanno le chiavi e chiedono se c'è qualcuno ad aprirgli. Ho pure pensato di lasciare l'allarme attaccato quando non mi avvisano di venire ma ho rinunciato per evitare di creare attriti
2) sono lenti come il "cucco"!!! Il lavoro è stato assegnato dalla cooperativa ad una azienda chiamata byggtech. Qui c'è un tale che coordina una quantità impensabile di persone diverse che si alternano per un lavoro tutto sommato semplice. Saranno passate almeno 4 diverse "squadre" di 3-4 persone con competenze diverse. Per organizzarsi ci hanno messo tre mesi. Sono venuti responsabili, periti, fotografi, architetti, ingegneri e chi più ne ha più ne metta. Ad un certo punto venivano con in mano un fascicolo che aveva sulla prima pagina una foto della casa dall'esterno (!).
3) non sono particolarmente svegli e gli devi stare appresso ad ogni passo. Dopo tutta questa organizzazione, a fine Aprile cominciano demolendo il bagno. Ci dicono di andare in un negozio a scegliere le piastrelle e dargli il numero di riferimento, cosa che facciamo immediatamente. La settimana scorsa, dopo due settimane che non vedevamo nessuno venire a casa, un po' infastiditi (da tre mesi abbiamo un solo bagno in cinque) chiamiamo e il "responsabile" si scusa dicendo di essere in malattia dandoci un altro numero. Dopo una serie di telefonate finalmente entriamo in contatto con il nuovo responsabile e con l'addetto all'ordine delle piastrelle. Candidamente ci dice che i lavori si sono fermati perché ci vogliono cinque settimane per la consegna delle piastrelle. Il simpaticone le ha ordinate il giorno prima mentre noi le abbiamo scelte ad aprile. Carino no? Dopo l'inevitabile incazzatura abbiamo scelto altre piastrelle in pronta consegna... vediamo cosa succederà...

L'ultima questione che vorrei affrontare è quella relativa alla sicurezza. In linea generale penso si possa stare tranquilli. Capisco che noi da Italiani siamo molto preoccupati di questo aspetto ma tenete conto che si tratta di una situazione profondamente diversa. A Roma è situazione comune che il caposquadra vada a reclutare al mattino 2-3 elementi che non conosce e che vengono pagati (e sfruttati) 50 Euro in nero per tutta la giornata di lavoro. Questa cifra addirittura varia a seconda della nazionalità dell'operaio. E' ovvio che questa gente ha poco da perdere e se vede in casa qualcosa di valore ci mette poco ad appropriarsene o a tornare la notte a rubarla. In Svezia hai a che fare con operai tutti in regola, con contratti permanenti che difficilmente si rovinano la reputazione per rubare qualcosa. Io basandomi su questo ho deciso di dargli le chiavi e per ora non mi sono pentito.

un saluto,
Vladimir


Ultima modifica di vladimir il Mer Giu 20, 2012 9:53 am, modificato 1 volta
Torna in alto Andare in basso
Stieg
Alce
Alce


Numero di messaggi : 540
Data d'iscrizione : 02.04.12

MessaggioTitolo: Re: Riflessione sulla privacy   Mer Giu 20, 2012 9:50 am

Eccomi qua, Bad Grass. Mi sembra ragionevole chiedere di essere presenti se ti fanno dei lavori in casa, almeno nelle fasi iniziali. Per quanto riguarda il quesito specifico, io eserciterei l'esplicito dissenso, facendo pero' attenzione a pesare bene le parole (perche' in questi casi puo' contare piu' la forma del contenuto). Magari mi farei aiutare nella stesura della lettera, abbondando di termini come "cortesemente" e "gentilmente". Se poi ritieni, a caso concluso, di voler condividere con il Forum il testo finale della lettera, credo sarebbe una cosa gradita. A me, comunque, interesserebbe. Saluti (come al solito sulla parola "saluti").
Torna in alto Andare in basso
Stieg
Alce
Alce


Numero di messaggi : 540
Data d'iscrizione : 02.04.12

MessaggioTitolo: Re: Riflessione sulla privacy   Mer Giu 20, 2012 9:53 am

@Balorso : dipende per che motivo ti entrano in casa

@Isildurrrr : SANA diffidenza

@Vladimir : non ti viene in mente nessun altro motivo oltre al furto ??
Torna in alto Andare in basso
giorgiorianna
Scoiattolo
Scoiattolo


Numero di messaggi : 31
Età : 43
Localizzazione : Uri
Data d'iscrizione : 07.05.12

MessaggioTitolo: Re: Riflessione sulla privacy   Sab Giu 23, 2012 1:41 am

Bad Grass Admin ha scritto:
Ieri ho scoperto che la cooperativa che possiede il mio appartamento a Borlänge "si è riservata il diritto ad entrarmi in casa per sostituire parte dei televisori, tra le settimane 24 e 26, salvo esplicito dissenso". Così, pressapoco, era scritto su un foglio appeso all'ingresso di ciascun piano del condominio. Dunque, il mio televisore funziona bene e comunque non lo uso mai, per cui si potrebbe aprire un discorso a parte solo riguardo a questo spreco di denaro e risorse. Tra l'altro, in due occasioni mi entrarono in casa senza proprio avvertire, mentre io ero a lavoro e per futili motivi. Inoltre, mi son detto: "Ma guarda un po' se questi, oltre a decidere loro quando vogliono, oltre ad essere vaghi che più vaghi non si può, si vanno a scegliere pure il periodo dove è più probabile che la gente sia fuori per le vacanze"! Per fare i loro servizi, scelgono apposta orari e giorni in cui è difficile che ci sia gente in casa. Dopo qualche minuto, ho fatto un'altra riflessione: forse scelgono questi momenti proprio per recare meno disturbo agli inquilini. Forse sono io che sono diffidente e pretendo di essere presente, quando qualcuno viene in casa a fare dei lavori. In effetti, credo che in Italia a nessuno venga in mente di fare andare in casa propria uno sconosciuto quando non si può tenerlo d'occhio. Evidentemente, ho concluso, gli Italiani sono più diffidenti perché si aspettano sempre che qualcuno faccia il furbo e si arraffi qualcosa, mentre in Svezia non ci bada nessuno.
Voi che ne pensate? La cooperativa è maleducata ed invadente? Educata e al servizio dell'utente?

Scusa ma cambiare la serratura di casa quando la si prende in affitto non si usa piu ?!?!??
Torna in alto Andare in basso
http://picasaweb.google.com/107890353300149832804?gsessionid=-cv
Bad Grass Admin
Amministratore
Amministratore
avatar

Numero di messaggi : 1278
Età : 38
Localizzazione : Sollentuna
Data d'iscrizione : 19.07.07

MessaggioTitolo: Re: Riflessione sulla privacy   Sab Giu 23, 2012 2:31 am

giorgiorianna ha scritto:
Bad Grass Admin ha scritto:
Ieri ho scoperto che la cooperativa che possiede il mio appartamento a Borlänge "si è riservata il diritto ad entrarmi in casa per sostituire parte dei televisori, tra le settimane 24 e 26, salvo esplicito dissenso". Così, pressapoco, era scritto su un foglio appeso all'ingresso di ciascun piano del condominio. Dunque, il mio televisore funziona bene e comunque non lo uso mai, per cui si potrebbe aprire un discorso a parte solo riguardo a questo spreco di denaro e risorse. Tra l'altro, in due occasioni mi entrarono in casa senza proprio avvertire, mentre io ero a lavoro e per futili motivi. Inoltre, mi son detto: "Ma guarda un po' se questi, oltre a decidere loro quando vogliono, oltre ad essere vaghi che più vaghi non si può, si vanno a scegliere pure il periodo dove è più probabile che la gente sia fuori per le vacanze"! Per fare i loro servizi, scelgono apposta orari e giorni in cui è difficile che ci sia gente in casa. Dopo qualche minuto, ho fatto un'altra riflessione: forse scelgono questi momenti proprio per recare meno disturbo agli inquilini. Forse sono io che sono diffidente e pretendo di essere presente, quando qualcuno viene in casa a fare dei lavori. In effetti, credo che in Italia a nessuno venga in mente di fare andare in casa propria uno sconosciuto quando non si può tenerlo d'occhio. Evidentemente, ho concluso, gli Italiani sono più diffidenti perché si aspettano sempre che qualcuno faccia il furbo e si arraffi qualcosa, mentre in Svezia non ci bada nessuno.
Voi che ne pensate? La cooperativa è maleducata ed invadente? Educata e al servizio dell'utente?

Scusa ma cambiare la serratura di casa quando la si prende in affitto non si usa piu ?!?!??

La serratura può cambiarla la cooperativa proprietaria dell'appartamento, non certo io che lo occupo e basta.

_________________________________________________
Torna in alto Andare in basso
http://rinascitaalnord.wordpress.com/
Ziano
Salmone
Salmone


Numero di messaggi : 14
Data d'iscrizione : 21.07.12

MessaggioTitolo: Re: Riflessione sulla privacy   Sab Lug 21, 2012 3:58 pm

Dico la mia dato che ho avuto a che fare anch'io con i " varkmästare" svedesi.

Fortunatamente nel mio caso abbiamo avuto bisogno solo di una sostituzione di un lavabo, ormai troppo danneggiato a livello di tiranti a muro per fare altrimenti.
Io a Sundsvall alloggiavo in un appartamento di proprietá di una sorta di immobiliare chiamata " mitthem" che si preoccupava di fare i lavori necessari al cliente su richiesta ( nel nostro caso era appunto il lavabo il problema).
La ditta incaricata è effettivamente colei che affitta la casa all'inquilino ma che si riserva anche di controllare lo stato della stessa ed offrire assistenza interna per lavori vari.
Nel nostro caso ci è stato detto che sarebbero passati la prima volta pochi giorni dopo la segnalazione, ma non li abbiamo visti, poi sono venuti in 4 a controllare cosa c'era da fare e poi dopo alcune settimane hanno effettivamente riparato il guasto ( cosa che a noi non ha pesato perchè eravamo sempre fuori per lavoro).
Non ho mai subito ne furti ne manomissioni da parte di nessuno, mi sono fidato della gente che veniva a farti il lavoro, forse anche perchè avevo un po' d'esperienza sia sulla cultura svedese, sia sulle condizioni lavorative di quest'azienda.

Torna in alto Andare in basso
Cristina
Volpe
Volpe
avatar

Numero di messaggi : 145
Età : 29
Localizzazione : Roma
Data d'iscrizione : 22.11.11

MessaggioTitolo: Re: Riflessione sulla privacy   Sab Lug 21, 2012 5:52 pm

No cavolo,per me è impensabile.Già non condivido l'abitudine di lasciare la porta di casa aperta. Sono stata a casa del mio ragazzo a natale e per il midsommar, e in entrambe le occasioni la festa era stata organizzata da loro. Mi innervosivo ogni volta che vedevo qualche nuovo arrivato in casa pur non avendo sentito suonare alla porta. Ero sempre con i nervi tesi. Nonono, NESSUNO entra in casa mia se io non ci sono, e nessuno entra autonomamente con il proprio mazzo di chiavi. E' casa mia. Se si chiamava casa di tutti, allora potevano entrare tutti. Se si chiama CASA MIA è MIA, e la porta la apro io a chi voglio io. La palla è mia e ci gioco io, le squadre le faccio io e quando torno acasa la mia palla viene via con me e non gioca più nessuno lol!
Torna in alto Andare in basso
irenahorovitz
Ghiottone
Ghiottone
avatar

Numero di messaggi : 225
Data d'iscrizione : 18.07.11

MessaggioTitolo: Re: Riflessione sulla privacy   Ven Feb 08, 2013 6:04 pm

A me per esempio infastidisce tantissimo anche il fatto che se il mio numero di cellulare (o il mio nome) viene digitato su hitta.se hanno il mio nome e cognome(o numero di cellulare se si era prima digitato il nome), indirizzo, compleanno e namnsdag... e anche una foto della mia abitazione. SCANDALOSO!
Voglio dire...perché non mi mandano direttamente a casa un questionario da compilare con numero di scarpe e taglia delle mutande!? Magari a chi mi cerca interessa anche quello...!?

E si, il fatto che le compagnie affittuarie abbiano libero accesso al mio appartamento mi manda su tutte le furie... non l´ho mai capita ne´accettata!
Torna in alto Andare in basso
November
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 588
Localizzazione : Karlstad - Svezia (Planet of the apes)
Data d'iscrizione : 18.02.10

MessaggioTitolo: Re: Riflessione sulla privacy   Ven Feb 08, 2013 7:31 pm

Ghost83 ha scritto:
A me per esempio infastidisce tantissimo anche il fatto che se il mio numero di cellulare (o il mio nome) viene digitato su hitta.se hanno il mio nome e cognome(o numero di cellulare se si era prima digitato il nome), indirizzo, compleanno e namnsdag... e anche una foto della mia abitazione. SCANDALOSO!
Voglio dire...perché non mi mandano direttamente a casa un questionario da compilare con numero di scarpe e taglia delle mutande!? Magari a chi mi cerca interessa anche quello...!?


Vai su hitta nella "tua pagina", clicca su ändra uppgifter, poi (senza digitare di nuovo il tuo nome) su ändra kontaktuppgifter e cambia/togli quello che si può seguendo le istruzioni. Wink
Torna in alto Andare in basso
http://www.facebook.com/profile.php?id=100001317121432
irenahorovitz
Ghiottone
Ghiottone
avatar

Numero di messaggi : 225
Data d'iscrizione : 18.07.11

MessaggioTitolo: Re: Riflessione sulla privacy   Ven Feb 08, 2013 10:22 pm

Eh si... ho appena provato... ho cercato di eliminare, x esempio, il mio indirizzo... però quello non te lo consentono. DEVI immettere almeno 1 indirizzo.
Torna in alto Andare in basso
Joakim
Renna
Renna
avatar

Numero di messaggi : 432
Localizzazione : världen
Data d'iscrizione : 02.12.08

MessaggioTitolo: Re: Riflessione sulla privacy   Dom Mag 26, 2013 1:26 pm

Bad Grass Admin ha scritto:
Voi che ne pensate? La cooperativa è maleducata ed invadente? Educata e al servizio dell'utente?


Io penso che viviamo proprio in due mondi diversi! Forse però se ci fosse più eguaglianza e una giustizia più efficiente anche in Italia potremmo essere meno diffidenti l'un l'altro. O almeno con il tempo potrebbe cambiare qualcosina...
Torna in alto Andare in basso
irenahorovitz
Ghiottone
Ghiottone
avatar

Numero di messaggi : 225
Data d'iscrizione : 18.07.11

MessaggioTitolo: Re: Riflessione sulla privacy   Dom Gen 05, 2014 5:43 pm

Questo topic ha sollevato un sacco di agitazione anche per me.
Già quando vivevo col mio ex, appena trasferita, mi pareva allucinante che per pulirti il filtro sopra il fornello, ti entrassero in casa con un Passpartout. Ed abitavo in un paese "ute på landet".
Poi mi sono trasferita a Göteborg, ed ecco che se volevo avere qualcosa aggiustato, dovevo lasciare la chiave del mio appartamento al vaktmästare che l'avrebbe data a chi di dovere.
Poi io ed Erik (attuale moroso) abbiamo ottenuto un primo contratto in città...ed ecco che ricompare il passpartout! O_O
A me non piace per niente!!!!! casa mia è casa mia! E poi c'ho i gatti... che ne so io di chi mi viene in casa e cosa fa ai miei gatti... magari semplicemente li disturba. Fuori discussione. puah!
Torna in alto Andare in basso
Bad Grass Admin
Amministratore
Amministratore
avatar

Numero di messaggi : 1278
Età : 38
Localizzazione : Sollentuna
Data d'iscrizione : 19.07.07

MessaggioTitolo: Re: Riflessione sulla privacy   Lun Gen 06, 2014 12:32 am

Ghost83 ha scritto:
casa mia è casa mia!

Eh no, qui sta l'inghippo: non è casa tua! Da come scrivi deduco che avete un contratto di qualche genere in un appartamento da qualche parte, il che significa (presumo, eh) che siete in affitto di prima o seconda mano e che il proprietario è una cooperativa, di cui non fate parte. Mi sbaglio?

_________________________________________________
Torna in alto Andare in basso
http://rinascitaalnord.wordpress.com/
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Riflessione sulla privacy   

Torna in alto Andare in basso
 
Riflessione sulla privacy
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Riflessione sulla privacy
» Riflessione sulla privacy 2: trovarmi
» Calamita o Magnete come guida sulla Placca Ago
» LIBRI SULLA MODA
» mettere il piedino da rammendo sulla macchina da cucire

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
mondosvezia :: Svezia, informazioni generiche-
Andare verso: