mondosvezia

Un forum per chi ama la Svezia e i paesi scandinavi. Utile per chi cerca informazioni sui viaggi, cucina locale, cultura, tradizioni, lingua e altro.
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 Karolinska institute

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Berto
Salmone
Salmone


Numero di messaggi : 11
Data d'iscrizione : 13.09.12

MessaggioTitolo: Karolinska institute   Gio Set 13, 2012 6:56 pm

Sfogliando un po' i vari topic ho visto che qualcuno di voi lavora o ha lavorato al karolinska, sono uno studente di medicina quasi alla fine (meno di un anno spero Smile ) e l'anno scorso sono stato per un breve periodo al karolinska per un corso organizzato insieme alla mia università, ora l'idea sarebbe quella di tornare li per la specializzazione ma i miei (pochi) contatti non mi hanno saputo dare informazioni in merito, qualcuno sa se ci sono medici specializzandi italiani e cosa bisogna fare per provare a essere assunti? la città e l'ospedale mi sono piaciuti tantissimo, l'eccellenza del posto è un'attrattiva eccezionale Smile grazie Smile
Tornare in alto Andare in basso
girasole
Scoiattolo
Scoiattolo


Numero di messaggi : 34
Data d'iscrizione : 04.09.12

MessaggioTitolo: Re: Karolinska institute   Gio Set 13, 2012 8:46 pm

sì ci sono, lo so per certo. Per l'eccellenza hai ragione.
Però non so come si fa a entrare. Posso informarmi...
il tuo prof. non ha canali di accesso? In genere ci sono agreement tra gli Atenei che aiutano, no?
Tornare in alto Andare in basso
Berto
Salmone
Salmone


Numero di messaggi : 11
Data d'iscrizione : 13.09.12

MessaggioTitolo: Re: Karolinska institute   Gio Set 13, 2012 10:02 pm

si certo c'è il prof che si occupa di relazioni internazionali, la mia frequenza li è stata frutto di un accordo come programma di scambio tra la mia università e il karolinska, il problema è che è uno non molto disponibile in generale poi figuriamoci per cose non inerenti alle sue competenze strette. Li i professori sembravano più disponibili, ma eventualmente prima di provare a contattare loro ora mi interessava sapere appunto come un neolaureato italiano possa entrare in specializzazione li, cioè conoscere l'esperienza diretta della persona, possibilità, richieste ecc. se tu potessi racimolare qualcosa in merito mi farebbe molto piacere Smile
Tornare in alto Andare in basso
girasole
Scoiattolo
Scoiattolo


Numero di messaggi : 34
Data d'iscrizione : 04.09.12

MessaggioTitolo: Re: Karolinska institute   Mar Set 25, 2012 3:17 pm

allora, mi sono informata:
è possibile, ci sono molti italiani che lo hanno fatto ma ci vuole qualche contatto e di solito chi lo fa viene prima per qualche collaboraz di ricerca e poi se c'è interesse reciproco si inizia..alcune categorie di specialità sono sono più facili perchè tanta richiesta qui in svezia, ma non so altro e non saprei come aiutare di più..
Ciao in bocca al lupo!
Tornare in alto Andare in basso
vladimir
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 526
Data d'iscrizione : 11.04.10

MessaggioTitolo: Re: Karolinska institute   Ven Set 28, 2012 12:26 pm

Allora, tieni innanzitutto conto che il sistema della "specializzazione" medica in quanto tale è molto diverso tra Italia e Svezia. Se parti con le categorie Italiane, stai fresco.
Cominciamo col dire che il Karolinska Institutet è un'istituzione che fa solo insegnamento e ricerca, non c'è attività clinica, per cui non ci sono specializzandi. Il Karolinska Sjukhus invece è un'istituzione che fa solo clinica. E' espressamente vietato dagli statuti di entrambe le istituzioni lavorare per entrambe (alla faccia dei conflitti d'interesse italiani!).
Mentre in Italia la specializzazione è un'attività unicamente universitaria, un preciso corso di studi caratterizzato da corsi, esami ed ovviamente molta attività pratica, dove però lo specializzando (almeno in teoria, perchè poi in pratica è molto diverso) non ha nessuna abilitazione a seguire personalmente pazienti nè a prendersi alcuna responsabilità. Può solo agire sulla base di quello che gli indica il suo supervisore. Lo specializzando italiano non ha un contratto di lavoro. Frequenta l'ospedale universitario e riceve una borsa di studio.
In Svezia, la questione è completamente diversa. Qualsiasi ospedale, anche non Universitario, può assumere specializzandi, chiamati specialisti in training (ST-läkare). Questi hanno gli stessi compiti degli altri medici ma hanno un supervisore. Questi, dopo x anni, decide che il "supervisionato" è pronto per essere specialista, e lo certifica. Lo specialista in training ha un contratto di lavoro con l'ospedale a tutti gli effetti ed ha le stesse responsabilità degli altri medici.
Una cosa simile accade com il tirocinio. In Svezia il medico che vuole essere abilitato, deve trovarsi un lavoro come AT-läkare per almeno un anno.
Fatta questa premessa, la strada per trasferirsi dall'Italia è piuttosto lineare e secondo me non necessita di particolari "contatti". 1) ti laurei in Italia, 2) prendi l'abilitazione (meglio in Italia), 3) ti iscrivi all'albo (in Italia). Fatto questo, chiedi il riconoscimento dei titoli in Svezia: si tratta di una procedura automatica che richiede circa un paio di settimane. Ti servono alcuni certificati e trovi le istruzioni sul sito del Ministero della Salute. A questo punto, ti metti a cercare un posizione da ST-läkare in Svezia. Per farti un+idea, tutte le offerte di lavoro per medici (ce ne sono tante) vengono pubblicate sul sito dell'Ordine dei medici Svedese: http://jobb.lakartidningen.se. La facilità con cui si trova dipende dalla specialità ma soprattutto dalla zona. Se sei disposto ad andare nel Norrland è molto più semplice che a Stoccolma. Nel piccolo ospedale di Stoccolma è più facile che al Karolinska (probabilmente il luogo più difficile in assoluto).
Sembra tutto semplice con un grande "caveat". La lingua Svedese. Conoscerla è praticamente indispensabile in alcune specialità, meno in altre. In ogni caso la vedo molto difficile essere assunti direttamente dall'Italia senza prima aver vissuto qui per un periodo. Questo credo sia il vero motivo per cui gli Italiani che fanno la specializzazione qui sono prima venuti per "un periodo di ricerca". Per quella la lingua non serve e ti dà un pò di tempo per imparare. Tieni conto che, se dovrai interagire con pazienti, questi ovviamente si aspetteranno di parlare con te in svedese, e ci mancherebbe altro. Per alcune specializzazione è ovviamente meno "indispensabile". Conosco anestesisti che non spiccicano una parola di svedese ma sono arrivati qui come specialisti. Non è affatto semplice trovare in Svezia posti da speciallizzando in Anestesia.
Altra cosa da tenere conto nel momento in cui ci si trasferisce è l'abissale differenza della formazione dei medici italiani con quella del resto del mondo. Ovunque gli skills "pratici" che si imparano durante la laurea sono di molto superiori. Non ti sorprendere se, a prescindere da quale sia la tua specializzazione, il secondo giorno che sei in servizio ti chiedono di intubare un bambino di tre anni. Ci si aspetta che qualsiasi medico sia in grado di farlo. Io consiglio sempre un pò di lavoro (anche gratis se necessario) in un PS italiano prima di trasferirsi, altrimenti si rischia di rimanere scioccati.
Buona fortuna,
V.
Tornare in alto Andare in basso
vladimir
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 526
Data d'iscrizione : 11.04.10

MessaggioTitolo: Re: Karolinska institute   Ven Set 28, 2012 12:35 pm

c'è talmente tanta richiesta di medici in Svezia che qualcuno ci ha fatto un business.
Guarda qui:
http://www.medicarrera.com/index.html

Il tuo problema è che cercano specialisti. Per la specializzazione è un pò più difficile ma io non mi scoraggerei.
V.
Tornare in alto Andare in basso
Berto
Salmone
Salmone


Numero di messaggi : 11
Data d'iscrizione : 13.09.12

MessaggioTitolo: Re: Karolinska institute   Lun Ott 01, 2012 11:33 pm

Innanzittutto grazie a entrambi per le risposte, soprattutto grazie a te vladimir, veramente molto gentile, esuriente e illuminante, posso chiederti se tu sei un medico e lavori li a stoccolma? il sistema di funzionamento è sicuramente meglio di quello italiano, non avevo avuto modo di chiarirlo prima della tua risposta, è lo stesso che vige in germania. Sono stato altre due volte a Stoccolma perchè mi sono innamorato della città e ovviamente preferirei trovare qualcosa li piuttosto che nel Norrland. Per il resto avevo messo in conto sia la lingua che la differenza di preparazione. Me la cavo decisamente bene con l'inglese ma ovviamente è poco corretto pensare di andare in un altro paese e non parlarne la lingua, si tratta di una questione fondamentale anche se la maggior parte della popolazione è bilingue, ma comunque pensavo già di portarmi avanti cercando di iniziare qualche corso a breve. La differenza di preparazione è assurda, avendo visto qualcosa li ho avuto modo di constatare delle differenze abissali e francamente imbarazzanti che ci sono tra noi studenti italiani e loro (a proposito continuare a caricarsi di studio ore e ore su montagne di libri per vedere tali differenze è alquanto deprimente visto che i loro carichi di teoria credo non siano nemmeno la metà dei nostri). Comunque adesso ovviamente devo andare per gradi, prima la laurea e poi l'abilitazione e poi (speriamo) le valigie Smile
Tornare in alto Andare in basso
balorso
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 1307
Localizzazione : Svezia
Data d'iscrizione : 24.10.07

MessaggioTitolo: Re: Karolinska institute   Mar Ott 02, 2012 11:18 am

Berto ha scritto:

anche se la maggior parte della popolazione è bilingue, ma comunque pensavo già di portarmi avanti cercando di iniziare qualche corso a breve.



Popolazione bilingue??? Dove hai trovato questo dato???

Molti parlano benissimo inglese, ma non sono bilingui.

E visto che ci siamo, diciamo pure che molti parlano benissimo pure il tedesco e il finlandese.

Fai bene a studiare lo svedese, ti servira', se vuoi llavorare in Svezia.
Tornare in alto Andare in basso
http://balorso.blogspot.com/
Isidur1
Gufo
Gufo


Numero di messaggi : 174
Data d'iscrizione : 02.03.12

MessaggioTitolo: Re: Karolinska institute   Mar Ott 02, 2012 4:37 pm

balorso ha scritto:


E visto che ci siamo, diciamo pure che molti parlano benissimo pure il tedesco e il finlandese.


Laughing
Usando il tuo ragionamento al contrario, ti posso rispondere che quelli che parlano finlandese benissimo: sono bilingue, proveniendo la maggior parte dal confine o avendo almeno uno dei genitori finlandesi.
Tornare in alto Andare in basso
balorso
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 1307
Localizzazione : Svezia
Data d'iscrizione : 24.10.07

MessaggioTitolo: Re: Karolinska institute   Mer Ott 03, 2012 9:31 am

Isidur1 ha scritto:
balorso ha scritto:


E visto che ci siamo, diciamo pure che molti parlano benissimo pure il tedesco e il finlandese.


Laughing
Usando il tuo ragionamento al contrario, ti posso rispondere che quelli che parlano finlandese benissimo: sono bilingue, proveniendo la maggior parte dal confine o avendo almeno uno dei genitori finlandesi.

No, non hai capito. Il mio consiglio era un altro.
Molti credono che si possa lavorare in Svezia parlando inglese, non e' cosi' (salvo rare eccezioni).

Fai bene a studiare svedese, ti servira' e prima impari meglio sara' per te.
Tornare in alto Andare in basso
http://balorso.blogspot.com/
vladimir
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 526
Data d'iscrizione : 11.04.10

MessaggioTitolo: Re: Karolinska institute   Gio Ott 04, 2012 5:13 pm

Berto ha scritto:
Innanzittutto grazie a entrambi per le risposte, soprattutto grazie a te vladimir, veramente molto gentile, esuriente e illuminante, posso chiederti se tu sei un medico e lavori li a stoccolma? il sistema di funzionamento è sicuramente meglio di quello italiano, non avevo avuto modo di chiarirlo prima della tua risposta, è lo stesso che vige in germania. Sono stato altre due volte a Stoccolma perchè mi sono innamorato della città e ovviamente preferirei trovare qualcosa li piuttosto che nel Norrland. Per il resto avevo messo in conto sia la lingua che la differenza di preparazione. Me la cavo decisamente bene con l'inglese ma ovviamente è poco corretto pensare di andare in un altro paese e non parlarne la lingua, si tratta di una questione fondamentale anche se la maggior parte della popolazione è bilingue, ma comunque pensavo già di portarmi avanti cercando di iniziare qualche corso a breve. La differenza di preparazione è assurda, avendo visto qualcosa li ho avuto modo di constatare delle differenze abissali e francamente imbarazzanti che ci sono tra noi studenti italiani e loro (a proposito continuare a caricarsi di studio ore e ore su montagne di libri per vedere tali differenze è alquanto deprimente visto che i loro carichi di teoria credo non siano nemmeno la metà dei nostri). Comunque adesso ovviamente devo andare per gradi, prima la laurea e poi l'abilitazione e poi (speriamo) le valigie Smile

Si, sono un medico e lavoro a Stoccolma, ma non faccio lavoro clinico per ora. Sono d'accordo con Balorso quando dice che la popolazione non è affatto bilingue. La maggior parte delle persone qui masticano almeno un pò di inglese ma tutti preferiscono di gran lunga, giustamente, parlare svedese. L'ambito della relazione medico paziente è il meno adatto possibile per forzarli a parlare inglese. Semplicemente non funziona, ho assistito personalmente a scene in cui chiedono di cambiare medico lamentandosi che il medico non capisce sufficientemente lo svedese. Non è una bella situazione in cui trovarsi.
Rispetto all'andare per gradi, io prenderei in considerazione anche l'ipotesi di trasferirsi dopo la specializzazione e possibilmente sfruttare il periodo per imparare la lingua. E' una strada molto più in discesa.
V.
Tornare in alto Andare in basso
Isildurrrr
Renna
Renna


Numero di messaggi : 462
Data d'iscrizione : 02.11.11

MessaggioTitolo: Re: Karolinska institute   Gio Ott 04, 2012 5:37 pm

Ciao vladimir, tempo fa dicevi che non avevi ancora imparato lo svedese -nonostante consigli agli altri di farlo- come va, ora, con la lingua?
Tornare in alto Andare in basso
vladimir
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 526
Data d'iscrizione : 11.04.10

MessaggioTitolo: Re: Karolinska institute   Gio Ott 04, 2012 5:45 pm

consiglio agli altri di farlo perché mi rendo conto di quanto è importante. Per quanti mi riguarda, vado molto meglio di prima ma ancora non bene quanto vorrei. Capisco il 70/80% di quello che viene detto in una conversazione ma ancora non mi azzardo a parlare. Il fatto però è che, nella mia particolare situazione, non ne ho (apparentemente) bisogno. Questo è anche un problema perchè faccio fatica a trovare situazioni in cui essere esposto alla lingua, cosa che è indispensabile per impararla. Poi però mi accorgo di quante limitazioni soffro per questo problema.

Un saluto,
Vladimir
Tornare in alto Andare in basso
Berto
Salmone
Salmone


Numero di messaggi : 11
Data d'iscrizione : 13.09.12

MessaggioTitolo: Re: Karolinska institute   Sab Ott 06, 2012 11:46 am

ho parlato di bilinguismo intendendo che molti di loro parlano inglese (nei piccoli periodi trascorsi a stoccolma mi è capitato solo con un uomo anziano di non poter comunicare in inglese, diversamente da altre nazioni) poi insomma se vogliamo inoltrarci su elucubrazioni sul significato di bilinguismo non la finiamo più. Comunque ho già chiarito che intendo studiare la lingua quindi...
per quanto riguarda il trasferirmi dopo la specializzazione: le cose qui peggiorano invece che migliorare, la prima cosa che mi viene in mente è il punto di vista economico, con le riforme dei mesi precedenti lo stipendio è calato da 1800€ a 1600€, che per carità per i tempi che corrono può essere un signor stipendio, seconda cosa la non chiara situazione della riforma dei medici di base e la situazione delle guardie mediche, poi lo sfruttamento (senza diritto alcuno) degli specializzandi, le magagne tipicamente italiane di alcune specializzazioni del "se non conosci qualcuno devi aspettare due anni prima di entrare in scuola" (andando in reparto quasi ogni giorno per non perdere il posto), la necessità di leccare alcuni culi di alcuni baroni, e penso possa bastare senza aggiungere temi come la situazione (ancora una volta tipica solo dell'italia) della chirurgia, la necessità di dover continuare ad ammazzarsi sui libri e altri. Tutto questo se non si vuole fare il radiologo e, in parte, l'anestesista dove c'è carenza e quindi disponibilità. Ha davvero ancora senso restare? non è meglio partire, incontrare delle difficoltà, fare dei sacrifici, con la speranza sicura che possano essere ripagati più che qui?

in culo al mondo,
a chi ti vuole fermo sullo sfondo
a chi ti ruba il tempo con la scusa che un bel giorno
il conto tornerà come per incanto e intanto
t'ha già preso tutto quanto - cit famoso poeta contemporaneo (questo per sdrammattizzare ovviamente)
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Karolinska institute   

Tornare in alto Andare in basso
 
Karolinska institute
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Karolinska institute
» Curiosità - ricerca del Karolinska Institute
» cerco casa a stoccolma possibilmente vicino il Karolinska I.
» Erasmus Karolinska Institutet
» Ciao, vado a fare ricerca a Stoccolma!

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
mondosvezia :: Vivere in Svezia :: ...e noi vorremmo trasferirci!-
Andare verso: