mondosvezia

Un forum per chi ama la Svezia e i paesi scandinavi. Utile per chi cerca informazioni sui viaggi, cucina locale, cultura, tradizioni, lingua e altro.
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividi | 
 

 Valutazione della Svezia per chi ci vive da un po' di tempo

Andare in basso 
Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
AutoreMessaggio
barzi2001
Scoiattolo
Scoiattolo


Numero di messaggi : 39
Data d'iscrizione : 19.01.12

MessaggioTitolo: Valutazione della Svezia per chi ci vive da un po' di tempo   Dom Nov 18, 2012 5:43 pm

Cosa ne pensate della Svezia e degli svedesi? La domanda sembra sciocca, ma secondo me non lo è se riferita a persone che da un po' vivono in Svezia. In genere, prima di partire, quando si legge riguardo la Svezia, sembra sia il paradiso terrestre. I primi periodi in cui ci si vive sembra che sia il paese dove si vorrebbe vivere per sempre, ma dopo qualche anno il giudizio sulla Svezia e sugli svedesi si ridimensiona parecchio. Almeno è quello che è successo a me: all'inizio mi sembrava il paradiso terrestre essere, ma ora, dopo 3 anni, mi rendo conto che non è tutto oro ciò che luccica. Per carità, ho un buon lavoro, i miei colleghi sono OK, ma gli svedesi in se hanno qualcosa che non mi torna. Ad esempio, ho l'impressione che facciano le cose solo per obbligo sociale, e non perché ci credano davvero. In realtà, mi pare che ognuno pensi solo ai caXXi suoi, e non gli frega niente del prossimo. Il loro atteggiamento volto al welfare e al senso civico più sfrenato è solo ed esclusivamente un obbligo civile. Poi, il fatto che non siano mai chiari, non sai mai se gli stai sul cazzo oppure se gli piaci davvero, il fatto che siano molto ostici a socializzare, per me è piuttosto pesante. E poi questo modo di fare che "il mio è mio" e il "tuo è tuo" applicato a ogni cosa! Ad esempio, in una festa ognuno si porta la SUA roba da bere che è SOLO per se. Ridicolo e triste allo stesso tempo. Poi ho notato che, a parte alcuni casi, non hanno per niente senso dell'umorismo, e siano spenti e "morti" dentro, comprese le donne, ma sembra che a loro vada bene cosi. In un post ho letto che una ragazza da quando sta qua ha smesso di ridere ed essere spontanea. Ci credo. E la cosa peggiore secondo me è che abbiano represso completamente la componente istintiva a favore di una razionalità esasperata su tutto. Loro si fanno idee e giudizi sempre in base a qualcosa di misurabile con i numeri, non considerando affatto la componente istintiva. Ad esempio, penso che la gente qui si sposi non perché innamorati, ma solo per una questione di numeri e parametri: uno sta bene, ha un buon lavoro ed è carino, e allora la donna lo prende. Si fa un check molto "materialista" e quantificato su ciò che ci si guadagna personalmente a stare con quella determinata persona e da li si prende una decisione. In altre parole, si sceglie una determinata persona non perché la si ami davvero, ma solo perché risponde ad alcuni "parametri di giudizio". Poi, dal momento che uno di questi parametri venga meno (che so, il marito non guadagna più quanto prima, oppure non è più sufficiente, oppure diventa calvo e mette la panza), beh... allora si cambia senza troppi problemi. E' una mia impressione?
Inoltre, leggendo sul forum, mi sembrano anche un po' razzisti. A me non è mai successa una cosa del genere, e onestamente non lo fanno sembrare assolutamente, però se qualcuno sul forum l'ha scritto forse c'è un fondo di verità.

Poi per carità, la burocrazia è molto snella, le condizioni lavorative sono invidiabili da tutti gli altri paesi del mondo, la qualità della vita è molto alta etc, ma con il tempo, la forbice tra la valutazione del vivere in Italia e in Svezia si è ridotta moltissimo, almeno per quanto riguarda me. Per voi invece?
Torna in alto Andare in basso
spidernik84
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 554
Età : 34
Localizzazione : Somewhere in Sweden
Data d'iscrizione : 24.04.10

MessaggioTitolo: Re: Valutazione della Svezia per chi ci vive da un po' di tempo   Dom Nov 18, 2012 9:48 pm

Se ne discuteva anche qui. Sono giunto alle stesse conclusioni, con una sola differenza: non mi aspettavo il paradiso e sapevo che, presto o tardi, gli aspetti negativi sarebbero giunti alla luce.
Torna in alto Andare in basso
http://spidernik84.altervista.org
balorso
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 1320
Localizzazione : Svezia
Data d'iscrizione : 24.10.07

MessaggioTitolo: Re: Valutazione della Svezia per chi ci vive da un po' di tempo   Lun Nov 19, 2012 12:37 am


Razzisti?? Come no! Si dice infatti fumare come un turco, avaro come uno scozzese e razzista come uno svedese.

Ma sicuramente avranno i loro difetti, ma a me non sembra questa catastrofe.

Sicuramente gli svedesi non sanno gestire gli alcolici, in tutti i sensi,
Se e' vero che alle feste ognuno si beve quello che si e' portato da casa, e' anche vero che molte volte mi hanno offerto da bere.

Pensi che il matrimoni per gli svedesi sia questione di numeri?? Prova a quardare Lyxfällan vedrai quante coppie sgrause che continuano a stare insieme nonostante i conti in rosso.

Personalmente non ho mai trovato tanta ipocrisia come in Italia, per esempio nella mia azienda, alle riunioni si passava piu' tempo a baciarci e abbracciarci che a discutere, i dirigenti offrivano caffe' e sorridevano, nel frattempo avevano gia' deciso chi silurare.....


Gli svedesi non sono perfetti e la Svezia non e' il paradiso, ma per me la forbice tra Svezia e Italia e' molto, molto ampia
Torna in alto Andare in basso
http://balorso.blogspot.com/
Joakim
Renna
Renna
avatar

Numero di messaggi : 432
Localizzazione : världen
Data d'iscrizione : 02.12.08

MessaggioTitolo: Re: Valutazione della Svezia per chi ci vive da un po' di tempo   Mar Nov 20, 2012 2:43 am

Premesso che secondo me chi pensa di vedere davanti a sè un paese in cui c'è solo oro che luccica ha fumato pesante (parlo in generale ovviamente), molte delle cose che hai descritto tu le ho percepite anche io. Ma, ti sembrerà forse strano, alcune cose sono per me positive.

Il fatto che siano un po' "smorti" lo dicono anche loro stessi. Non esprimono quasi mai i loro sentimenti verso di te, anche solo per non "turbare la quiete".

Razzismo? Non credo. Almeno nella lista dei paesi presenti sul pianeta Terra forse sono quelli meno razzisti. Non legano molto con i migranti residenti forse anche perchè molti di loro provengono dal terzo mondo.

Il senso dello humor lo hanno come noi.

Sulla "razionalità esasperata su tutto" non condivido per niente come si descrive il comportamento. Per me è uno dei comportamenti migliori che adottano gli svedesi. Giudicare misurando sopratutto i numeri, ammesso e non concesso che sia così, non sarebbe per niente negativo, anzi.

Sul matrimonio scusa se te lo dico ma il tuo mi sembra un atteggiamento tipico del nostro Paese. Essere razionali e realisti quando si sposa una persona è una cosa ottima, e questo non vuol dire per me nè essere ladri nè essere approfittatori et simila. Vuol dire solo non commettere ipocrisie eccessive. Sai invece cosa avviene in Italia? Che il "calcolo" è diverso ossia molto ma molto più subdolo: non si vede se il partner è bello o magari è intelligente, ma se ha potere o ha la casa grande come un Ikea medio. Non sto facendo generalizzazioni dico che gli svedesi a me paiono meno materialisti di altri popoli. A me una donna svedese da più affidabilità di una donna di altri paesi.

Dici che si fanno gli affari loro e non importa loro nulla del prossimo. Non sono d'accordo sul fatto che non importa loro nulla degli altri, sono invece d'accordo sul fatto che sono riservati ma io analizzerei la cosa da un altro punto di vista. Essere più posati e riservati e meno piazzisti e ciarlatani per me è molto positivo. Gli svedesi non amano sfoggiare il loro status (di qualsiasi tipo esso sia): io sono quello, io sono questo, io mi faccio lei, io ho i soldi che mi escono dal naso, ecc. E poi evitando di dire anche cose completamente inutili è più probabile anche dire cose meno irritanti che non danno alcun valore aggiunto al rapporto umano ma creano solo litigi, dissenti, e altre cose che si potrebbero evitare.

Sul fatto che non sono chiari e non fanno capire molto chi sei per loro condivido. Da un certo punto di vista entrare meno in collisione può voler dire non disfare per sempre o quasi certi rapporti (che possono essere anche di lavoro), da un altro punto di vista è brutto perchè non essendo mai bianco o nero ma solo grigio hanno atteggiamenti a volte contraddittori e non riesci a capire che rapporto si può instaurare con loro. Ad esempio ragazzi che ti aiutano magari per cose non di poco conto, poi dopo gli proponi di uscire e nulla, salvo poi qualche settimana dopo farsi vivi dal nulla e proporti di uscire. Oppure gente che quando inviti a casa tua viene ed è entusiasta, magari ti invita a casa sua e ti presenta anche ai genitori che si pensa abbiamo buoni propositi nei tuoi confronti, ma che poi questa gente in chat è molto strana. Mi è capitato addirittura uno che voleva instaurare un rapporto con me non mi voleva dare per nessun motivo il suo numero di cellulare perchè non mi conosceva. Però poi invitava me, uno sconosciuto pericoloso ahah, al cinema e in altri posti chiamandomi bro ecc. Mai avuto questo problema del telefono con nessuno in nessuna parte del mondo e io non conosco solo italiani! ahahahahahah E' ovvio che poi quando vedi che non riesci a comprenderli poi anche nei rapporti successivi fai fatica. Ad esempio recentemente ho incontrato un ragazzo (per me simpatico) mi aveva chiesto lui se ci incontravamo. Alla fine dell'appuntamento ci siamo salutati e lui mi fa "mi ha fatto piacere vederti!" e il giorno dopo mi ha mandato una cosa che durante l'appuntamento mi aveva promesso, senza che io gliel'ho chiesto. Poi mi ha detto che qualche volta potremmo andare a pescare insieme perchè se n'è parlato, ma ripeto visto che non riesco a capire queste persone non so cosa fare. Nella mia zona di origine se uno non mi vuole fra le scatole non mi dice queste cose. Quì però non so.
Torna in alto Andare in basso
Arduino
Orso
Orso
avatar

Numero di messaggi : 280
Età : 42
Localizzazione : Tjörn
Data d'iscrizione : 19.09.10

MessaggioTitolo: Re: Valutazione della Svezia per chi ci vive da un po' di tempo   Mar Nov 20, 2012 11:19 am

lol!
Torna in alto Andare in basso
http://www.d-service.se
spidernik84
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 554
Età : 34
Localizzazione : Somewhere in Sweden
Data d'iscrizione : 24.04.10

MessaggioTitolo: Re: Valutazione della Svezia per chi ci vive da un po' di tempo   Mar Nov 20, 2012 7:35 pm

Joakim, è necessario molto tempo per capire a fondo un Paese. Datti tempo, non aver fretta Smile
Torna in alto Andare in basso
http://spidernik84.altervista.org
barzi2001
Scoiattolo
Scoiattolo


Numero di messaggi : 39
Data d'iscrizione : 19.01.12

MessaggioTitolo: Re: Valutazione della Svezia per chi ci vive da un po' di tempo   Mar Nov 20, 2012 10:42 pm

balorso ha scritto:

Razzisti?? Come no! Si dice infatti fumare come un turco, avaro come uno scozzese e razzista come uno svedese.

Ahahahah. Nel post precedente ho scritto che a me non è mai capitato, ma ho sentito dire, sopratutto a Malmö

balorso ha scritto:

Ma sicuramente avranno i loro difetti, ma a me non sembra questa catastrofe.

Con questo post ho volutamente enfatizzato i difetti, perché dei pregi se ne parla praticamente ovunque. Smile

balorso ha scritto:

Sicuramente gli svedesi non sanno gestire gli alcolici, in tutti i sensi,
Se e' vero che alle feste ognuno si beve quello che si e' portato da casa, e' anche vero che molte volte mi hanno offerto da bere.

A me mai! Ma il viceversa è successo. Comunque quello era solo un esempio: volevo piuttosto enfatizzare che guardino molto agli aspetti materiali e siano ossessionati dal concetto "roba mia, mia, roba tua, tua".

balorso ha scritto:

Pensi che il matrimoni per gli svedesi sia questione di numeri?? Prova a quardare Lyxfällan vedrai quante coppie sgrause che continuano a stare insieme nonostante i conti in rosso.

Non molto tempo fa una ragazza che conosco era combattuta perché se da un lato ha un ragazzo che gli prepara la colazione ogni mattine (quindi è un plus) dall'altra ha il fatto che sia calvo e un po' cicciottello (che è un minus). E quindi era molto indecisa se rimanere con questo ragazzo. Non pensi che sia un metro di giudizio molto materialista? Così, tanto per dare un esempio. Inoltre il divorzio e avere un sambo invece che sposarsi sono fenomeni molto diffusi e in crescita. Boh... questo mi da l'impressione che le coppie si formino con i numeri e per convenienza. E' chiaro, magari non tutti i casi sono cosi, ma in Svezia mi pare ci sia una percentuale molto alta.
[/quote]

balorso ha scritto:

Personalmente non ho mai trovato tanta ipocrisia come in Italia, per esempio nella mia azienda, alle riunioni si passava piu' tempo a baciarci e abbracciarci che a discutere, i dirigenti offrivano caffe' e sorridevano, nel frattempo avevano gia' deciso chi silurare.....

Quello è vero, ma mi pare che però in Italia la percentuale di persone che le cose te le dice esplicitamente in faccia è molto maggiore rispetto a qui. Anzi, qui proprio nessuno ti dice in realtà come la pensa! E per me, francamente, anche questa per me è una forma di ipocrisia. Non credi? Smile

balorso ha scritto:

Gli svedesi non sono perfetti e la Svezia non e' il paradiso, ma per me la forbice tra Svezia e Italia e' molto, molto ampia

Ovvio che c'è una certa forbice, altrimenti non stavo qua. Ma riconosco che si sia molto ridimensionata rispetto a quando sono arrivato.
Torna in alto Andare in basso
balorso
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 1320
Localizzazione : Svezia
Data d'iscrizione : 24.10.07

MessaggioTitolo: Re: Valutazione della Svezia per chi ci vive da un po' di tempo   Mer Nov 21, 2012 10:13 am


Non vedo la necessita' di "enfatizzare" questo o quell' aspetto.

Io credo che si tratti principalmente di un problema di percezione,

Non ci vuole molto per spendere un piccolo capitale al systembolaget, posso quindi capire che si possa essere "gelosi" della propria bottiglia,
nello stesso modo magari si evita di condividere per non mettere in imbarazzo l'altro che ha dovuto lavorare due giorni per guadagnare i soldi con cui si e' comperato l'alcool

E' solo un esempio, per dire come probabilmente alcune cose siano lontane dalle nostre abitudini e quindi ci risultino difficili da comprendere.

Inoltre io non me la sento di fare discorsi del tipo "conosco unasvedese che vuole lasciare il marito, quindi TUTTI gli svedesi sono stronzi"

In Italia conosco delle bravissime persone, ma anche molti stronzi, sono convinto che ci siano entrambe le specie anche in Svezia,

credo che in un paese straniero alcuni aspetti vengano percepiti in maniera diversa,

Non si puo' giudicare un popolo intero sulla base dei nostri pregiudizi (non si capisce cosa pensano, quindi sono ipocriti e questo e' male, ammesso che siano veramente tutti cosi' insondabili, non e' detto che questo sia un male, come non e' detto che sia un bene)
Pane, burro e aringa a colazione puo' fare veramente schifo (a qualcuno)e sicuramente e' uan realta' che percepiamo come lontana dalla nostra ,
Salta subito agli occhi e non e' nemmeno difficile da dimenticare
ma non mi permetto di esprimere giudizi.
che colpa ne abbiamo noi se ci hanno abituato a cappuccino e brioches?

Cosi' come non voglio dare giudizi basati sui "sentito dire" oppure su " conosco uno svedese che....."


In conclusione, gli svedesi non sono perfetti e la Svezia non e' il paradiso e aggiungiamo pure "paese che vai usanza che trovi"

Torna in alto Andare in basso
http://balorso.blogspot.com/
BettyBetty
Tasso
Tasso
avatar

Numero di messaggi : 92
Età : 39
Data d'iscrizione : 28.05.12

MessaggioTitolo: Re: Valutazione della Svezia per chi ci vive da un po' di tempo   Mer Nov 21, 2012 4:26 pm

balorso ha scritto:




In conclusione, gli svedesi non sono perfetti e la Svezia non e' il paradiso e aggiungiamo pure "paese che vai usanza che trovi"


Ecco questo!
E' impensabile pensare di cambiare totalmente paese e aspettarsi "l'italia 2 la vendetta"

Aspetterò un paio d'anni dopo il trasferimento e verrò a rileggermi questo post Razz
Torna in alto Andare in basso
http://www.labettyinsvezia.it
vladimir
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 526
Data d'iscrizione : 11.04.10

MessaggioTitolo: Re: Valutazione della Svezia per chi ci vive da un po' di tempo   Gio Nov 22, 2012 1:47 am

mah... ritengo assurdo giudicare chi e' meglio e chi e' peggio. Sono anche d'accordo che tutto considerato, tra Italia e Svezia c'e' una forbice piuttosto ampia a favore della Svezia. Resta il fatto che le differenze di tipo culturale, in particolare nei rapporti sociali, sono piuttosto pronunciate. Ci sono persone che si adattano meglio a queste differenze e persone che ne soffrono di piu', e' una questione molto soggettiva. Per quanto mi riguarda trovo alcuni atteggiamenti (soprattutto l'incapacita' di condividere) piuttosto squallidi e le relazioni che si stabiliscono povere e noiose. Detto cio', non ho problemi a riconoscere che: 1) il problema dipende fondamentalmente da me; 2) la questione si supera facilmente, soprattutto a Stoccolma, per la presenza di un'assai numerosa comunita' di persone provenienti da tutto il mondo. Emigrare comporta comunque una certa dose di distacco e sofferenza, c'e' chi soffre per le poche ore di luce, chi per il freddo, chi per la mancanza della lasagna della mamma e, per quanto stupido possa sembrare, c'e' anche chi soffre perche' non puo' offrire un caffe', una birra o un passaggio a casa.
V.
Torna in alto Andare in basso
Joakim
Renna
Renna
avatar

Numero di messaggi : 432
Localizzazione : världen
Data d'iscrizione : 02.12.08

MessaggioTitolo: Re: Valutazione della Svezia per chi ci vive da un po' di tempo   Ven Nov 23, 2012 2:32 am

spidernik hai ragione, ma mi sento un ragazzo pieno di vita che sta perdendo la propria gioventù (parlo della mia vita sociale).
Torna in alto Andare in basso
balorso
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 1320
Localizzazione : Svezia
Data d'iscrizione : 24.10.07

MessaggioTitolo: Re: Valutazione della Svezia per chi ci vive da un po' di tempo   Ven Nov 23, 2012 9:13 am

Joakim ha scritto:
spidernik hai ragione, ma mi sento un ragazzo pieno di vita che sta perdendo la propria gioventù (parlo della mia vita sociale).



No, si tratta di un processo fisiologico inarrestabile cui sono soggetti tutti: la senescenza.

Torna in alto Andare in basso
http://balorso.blogspot.com/
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Valutazione della Svezia per chi ci vive da un po' di tempo   Gio Nov 29, 2012 11:30 pm

Io sono qui da poco, da circa tre mesi e mezzo. Non ho mai pensato che la Svezia fosse il paradiso terrestre, mi ero informata sapevo già di alcuni difetti, una volta arrivata ne ho scoperti altri così come ho scoperto altri pregi. C'è del buono e del cattivo in ogni Paese.
Cercherò di essere sincera: lo shock culturale è stato forte. Già me lo aspettavo infatti a lungo sono stata indecisa se andare a studiare in Svezia o in Francia (di cui conosco già la cultura e molto bene la lingua). Una serie di fattori mi hanno fatto poi propendere per la Svezia, pur sapendo che questa sarebbe stata la strada più difficile. Solo con il tempo scoprirò se ho fatto una c*****a.
Ci sono cose che non mi piacciono: odio le ragazze e i ragazzi della mia età che il venerdì e il sabato sera (o ad ogni modo quando hanno a disposizione dell'alcohol) diventano semplicemente maleducati senza neanche rendersene conto da tanto che hanno bevuto. Dall'altro lato a parte tirarti gomitate nelle costole ai concerti e spintonarti quando devono passare almeno non fanno male a nessuno, ad esempio non si mettono a guidare quando hanno bevuto in genere (parlo per Stoccolma). Sicuramente hanno più senso civico degli Italiani.
Le prime settimane, quando ero venuta "in esplorazione" quest'estate mi sembrava che tutti si vestissero benissimo e fossero originalissimi, specialmente a Södermalm che è la zona che mi è più affine. Dopo poco ho capito con delusione che si vestono bene sì, ma sono tutti uguali. Il parka verde, lo zainetto Fjällräven (quello con la volpe, sicuro che l'avete visto), i jeans skinny. Gli stivaletti neri sono una cosa che mi manda in bestia, ogni tanto mi guardo per terra nella metro e sono l'unica persona a portata di sguardo a non avere quei benedetti stivaletti neri con la fascia a lato. Mi sembra che a Stoccolma i ragazzi della mia età (ma anche gli adulti) siano molto più conformisti rispetto a quello che ho visto in altre capitali come Berlino o Londra.
Da quando sono qui mi sono chiesta tante volte se voglio mollare il colpo e tornare in Italia: no, perché facendomi un esame di coscienza ci sono tanti aspetti positivi della Svezia a cui, ed è colpa mia, non do il giusto valore perché mi sono assuefatta. Come i mezzi di trasporto puliti, poter tornare a casa di notte con i mezzi di trasporto in tutta tranquillità, la segreteria dell'università che funziona ecc mi ci sono così abituata che ora a malapena ricordo quanta rabbia e frustrazione ho ingoiato per tutte queste cose quando ero in Italia.
Torna in alto Andare in basso
spidernik84
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 554
Età : 34
Localizzazione : Somewhere in Sweden
Data d'iscrizione : 24.04.10

MessaggioTitolo: Re: Valutazione della Svezia per chi ci vive da un po' di tempo   Ven Nov 30, 2012 12:01 am

shipshape ha scritto:

Da quando sono qui mi sono chiesta tante volte se voglio mollare il colpo e tornare in Italia: no, perché facendomi un esame di coscienza ci sono tanti aspetti positivi della Svezia a cui, ed è colpa mia, non do il giusto valore perché mi sono assuefatta. Come i mezzi di trasporto puliti, poter tornare a casa di notte con i mezzi di trasporto in tutta tranquillità, la segreteria dell'università che funziona ecc mi ci sono così abituata che ora a malapena ricordo quanta rabbia e frustrazione ho ingoiato per tutte queste cose quando ero in Italia.

Ecco. La voglia di tornare c'è, tuttavia spesso ci si scorda il motivo per cui se ne si è andati via. Quelli che hai elencato sono alcuni dei motivi. Come hai giustamente scritto, la rabbia e la frustrazione riemergono subito, basta il pensiero.
In merito alle notizie che arrivano dalla Madrepatria, poi, c'è solo da aspettarsi un peggioramento generale.
Torna in alto Andare in basso
http://spidernik84.altervista.org
girasole
Scoiattolo
Scoiattolo


Numero di messaggi : 34
Data d'iscrizione : 04.09.12

MessaggioTitolo: cosa ne penso in genere?    Ven Nov 30, 2012 10:45 pm

Bella domanda, Joakim. Penso che non so come facciano a resistere. E non parlo del freddo, anzi.
Non so come facciano ad accettare tranquillamente che ci sia sempre qualcuno che deve dire loro COME fare qualcosa. Altro che terra di libertà!
Almeno nella mia esperienza, la burocrazia non è snella, è onnipresente e soffocante. Ed è tranquillamente accettata dalla gente, sebbene si veda che crea tanti problemi. Ma me l'hanno anche detto esplicitamente: "E' vero, ma la gente deve sapere come fare le cose".
Ah sì? E il PERCHé farle no, quello non è importante?
Avete provato a chiedere il perché di certe regole, scritte e non scritte? Io ci ho provato, e non solo quest'anno. Sono 5 anni che chiedo alcuni semplici perché.
Vogliamo parlare delle più banali, come l'assurdo sistema della lavanderia per oltre 50 famiglie, magari lontana dal condominio, sotto la pioggia, la neve, il vento? Avete idea di quanta elettricità in più si consumi a causa di un'organizzazione di questo tipo?
Vogliamo parlare del trolley sul pullman? Ne avevo uno per il computer, qualche anno fa. "Non si può portare a bordo, lo devi lasciare nel bagagliaio". "Ma c'è il laptop". "Non si può". "Perché?" "Non so, ma non importa. Non si può". Torno quest'anno, regola cambiata. Il trolley sale. "Perché?" Nessuno mi ha risposto. Strano!
Voglio dire, aspettano gli ordini. E come fanno a sopravvivere? Rolling Eyes

Torna in alto Andare in basso
spidernik84
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 554
Età : 34
Localizzazione : Somewhere in Sweden
Data d'iscrizione : 24.04.10

MessaggioTitolo: Re: Valutazione della Svezia per chi ci vive da un po' di tempo   Ven Nov 30, 2012 10:52 pm

Sul fatto che tutto sia scandito da regole sono d'accordo, è un aspetto che ho notato anch'io. Sul mio blog ho recentemente espresso il mio parere arrivando a sostenere che siano incapaci di procedere autonomamente non appena la situazione non rientri nello "standard".
Adoro l'analogia con quella che in programmazione si definisce "unhandled exception", "eccezione non gestita": quando una condizione non viene prevista nel programma questo va in crash ed è incapace di procedere.
Inutile dire che per questa opinione sono stato fortemente criticato Smile Pare che "osservare" e di conseguenza muovere una critica equivalga ad odiare/deridere/insultare/diffamare. Non ho mai detto di odiare questo Paese, tuttavia certi aspetti della cultura locale sono piuttosto palesi ed è difficile non notarli.
Torna in alto Andare in basso
http://spidernik84.altervista.org
Bad Grass Admin
Amministratore
Amministratore
avatar

Numero di messaggi : 1278
Età : 39
Localizzazione : Sollentuna
Data d'iscrizione : 19.07.07

MessaggioTitolo: Re: Valutazione della Svezia per chi ci vive da un po' di tempo   Sab Dic 01, 2012 1:17 am

shipshape ha scritto:
Da quando sono qui mi sono chiesta tante volte se voglio mollare il colpo e tornare in Italia: no, perché facendomi un esame di coscienza ci sono tanti aspetti positivi della Svezia a cui, ed è colpa mia, non do il giusto valore perché mi sono assuefatta. Come i mezzi di trasporto puliti, poter tornare a casa di notte con i mezzi di trasporto in tutta tranquillità, la segreteria dell'università che funziona ecc mi ci sono così abituata che ora a malapena ricordo quanta rabbia e frustrazione ho ingoiato per tutte queste cose quando ero in Italia.

Non ho mai sofferto di voglia di tornare in Italia, per adesso. Di certo posso dire che ogni volta che ci vado, non vedo l'ora di tornarmene a casa. Mi irrita l'atteggiamento, la mentalità degli Italiani. Come dici tu, è facilissimo abituarsi a certi agi, molto meno il contrario nod .


girasole ha scritto:
...La burocrazia non è snella, è onnipresente e soffocante. Ed è tranquillamente accettata dalla gente, sebbene si veda che crea tanti problemi

Tralasciando le mille complicazioni esclusive degli immigrati atipici come noi Italiani (ciè quel che dice anche spidernick84), potresti fare qualche esempio?

_________________________________________________
Torna in alto Andare in basso
http://rinascitaalnord.wordpress.com/
Ele
Lince
Lince
avatar

Numero di messaggi : 359
Localizzazione : Stockholm
Data d'iscrizione : 06.09.10

MessaggioTitolo: Re: Valutazione della Svezia per chi ci vive da un po' di tempo   Sab Dic 01, 2012 2:46 am

girasole ha scritto:
Sono 5 anni che chiedo alcuni semplici perché.
Vogliamo parlare delle più banali, come l'assurdo sistema della lavanderia per oltre 50 famiglie, magari lontana dal condominio, sotto la pioggia, la neve, il vento? Avete idea di quanta elettricità in più si consumi a causa di un'organizzazione di questo tipo?
Hum, io in questo sistema ci vedo solo pregi. Perché dici che si spreca energia?
Si hanno a disposizione lavatrici e asciugatrici professionali molto più efficienti di quelle normali e qui già si risparmia energia, acqua e sapone. Non bisogna comprare la lavatrice e l'asciugatrice = risparmio di soldi, materiali ed energia per costruire le lavatrici e pure spazio in casa. Io amo le lavanderie condivise Shocked
Torna in alto Andare in basso
http://web.stagram.com/n/cloudberryfield/
girasole
Scoiattolo
Scoiattolo


Numero di messaggi : 34
Data d'iscrizione : 04.09.12

MessaggioTitolo: Re: Valutazione della Svezia per chi ci vive da un po' di tempo   Sab Dic 01, 2012 2:23 pm

[/quote]
Hum, io in questo sistema ci vedo solo pregi. Perché dici che si spreca energia?
Si hanno a disposizione lavatrici e asciugatrici professionali molto più efficienti di quelle normali e qui già si risparmia energia, acqua e sapone. Non bisogna comprare la lavatrice e l'asciugatrice = risparmio di soldi, materiali ed energia per costruire le lavatrici e pure spazio in casa. Io amo le lavanderie condivise Shocked [/quote]

Sono contenta per te, così puoi sopravvivere nel sistema!
Perché è uno spreco di elettricità?
a) Perché sono macchine enormi, rispetto a quella che sceglierei io;
b) perché non sono AAA;
c) perché non puoi programmarle per meno di 30 minuti, nemmeno il lavaggio più essenziale; quindi anche l'acqua che si consuma è molta di più;
d) perché ogni lavaggio è molto più lungo del dovuto (anche a metà carico);
e) perché non si possono regolare i giri al minuto della centrifuga, che va cmq al massimo;
f) perché quando esci dalla lavanderia con i tuoi panni ancora caldi dall'asciugatrice, lo sbalzo di temperatura è tale che entri in casa con i panni di nuovo umidi e devi asciugarli sul termosifone;
g) perché devi portarti via un cumulo di panni tutti insieme, così quando arrivi a stirarli ci metti molto più tempo e consumi di più.

Posso continuare, ma è meglio di no...
Torna in alto Andare in basso
girasole
Scoiattolo
Scoiattolo


Numero di messaggi : 34
Data d'iscrizione : 04.09.12

MessaggioTitolo: Re: Valutazione della Svezia per chi ci vive da un po' di tempo   Sab Dic 01, 2012 2:30 pm

Bad Grass Admin ha scritto:

Tralasciando le mille complicazioni esclusive degli immigrati atipici come noi Italiani (ciè quel che dice anche spidernick84), potresti fare qualche esempio?

Quanti ne vuoi, Bad Grass...
ne prendo uno che è davvero una perla.
C'è un dipartimento universitario che funziona bene (premetto che non è il mio e neppure in questa città, però lo conosco); lo citano anche all'estero, la qualità della ricerca e dell'insegnamento è alta. Adesso lo tagliano e sai perché? Perché il suo Ateneo è in debito e da qualche parte deve pur tagliare.
Vai a vedere perché è in deficit e cosa trovi?
L'Università statale è in affitto; l'ente statale che le affitta i locali deve guadagnare almeno un 3% in più ogni anno rispetto all'anno scorso; risultato, l'affitto all'Università sale e l'Ateneo è in debito, a meno che non alzi le tasse universitarie.
Con chi è in debito, l'Ateneo? Con lo Stato.
Ma, un momento: l'Ateneo è statale. Cosa ci guadagna lo Stato da questo circolo vizioso?
Mistero! e non certo di fede, ma di burocrazia...
Torna in alto Andare in basso
spidernik84
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 554
Età : 34
Localizzazione : Somewhere in Sweden
Data d'iscrizione : 24.04.10

MessaggioTitolo: Re: Valutazione della Svezia per chi ci vive da un po' di tempo   Sab Dic 01, 2012 8:44 pm

girasole ha scritto:

Sono contenta per te, così puoi sopravvivere nel sistema!
Perché è uno spreco di elettricità?
a) Perché sono macchine enormi, rispetto a quella che sceglierei io;
b) perché non sono AAA;
c) perché non puoi programmarle per meno di 30 minuti, nemmeno il lavaggio più essenziale; quindi anche l'acqua che si consuma è molta di più;
d) perché ogni lavaggio è molto più lungo del dovuto (anche a metà carico);
e) perché non si possono regolare i giri al minuto della centrifuga, che va cmq al massimo;
f) perché quando esci dalla lavanderia con i tuoi panni ancora caldi dall'asciugatrice, lo sbalzo di temperatura è tale che entri in casa con i panni di nuovo umidi e devi asciugarli sul termosifone;
g) perché devi portarti via un cumulo di panni tutti insieme, così quando arrivi a stirarli ci metti molto più tempo e consumi di più.

Posso continuare, ma è meglio di no...

Sono d'accordo sia con Ele che con te. Anch'io apprezzo molto la lavanderia condivisa: macchine più resistenti, minor ingombro, costi minori.
Nel nostro caso il principale problema è la popolarità dell'unica lavanderia nel condominio. Dove abitavamo prima c'era una lavanderia ogni sedici appartamenti, ora una ogni 30, se non di più. Risultato? Facciamo le lavatrici ogni settimana e mezzo, con tutte le conseguenze del caso.
Fortunatamente è nello stesso edificio, mentre dove stavamo prima era in un altro stabile, seppur a soli dieci metri.
Sulla questione programmi posso solo dire che le macchine che abbiamo sono sì a prova di imbecille ma quella più recente ha un selettore che permette di personalizzare i programmi. E' pure multilingua (italiano compreso). Oltre a ciò ha un sistema di pesatura del carico che suggerisce la quantità di detersivo da aggiungere in relazione al peso. Immagino dosi anche l'acqua in totale autonomia.
Penso dipenda tutto da quanto la lavatrice sia moderna, e su questo convengo che molte siano residuati bellici...
Torna in alto Andare in basso
http://spidernik84.altervista.org
Bad Grass Admin
Amministratore
Amministratore
avatar

Numero di messaggi : 1278
Età : 39
Localizzazione : Sollentuna
Data d'iscrizione : 19.07.07

MessaggioTitolo: Re: Valutazione della Svezia per chi ci vive da un po' di tempo   Sab Dic 01, 2012 9:02 pm

girasole ha scritto:

Sono contenta per te, così puoi sopravvivere nel sistema!
Perché è uno spreco di elettricità?
a) Perché sono macchine enormi, rispetto a quella che sceglierei io;
b) perché non sono AAA;
c) perché non puoi programmarle per meno di 30 minuti, nemmeno il lavaggio più essenziale; quindi anche l'acqua che si consuma è molta di più;
d) perché ogni lavaggio è molto più lungo del dovuto (anche a metà carico);
e) perché non si possono regolare i giri al minuto della centrifuga, che va cmq al massimo;
f) perché quando esci dalla lavanderia con i tuoi panni ancora caldi dall'asciugatrice, lo sbalzo di temperatura è tale che entri in casa con i panni di nuovo umidi e devi asciugarli sul termosifone;
g) perché devi portarti via un cumulo di panni tutti insieme, così quando arrivi a stirarli ci metti molto più tempo e consumi di più.

Posso continuare, ma è meglio di no...

Tutti questi punti, a parte il primo, dipendono dalla cooperativa che possiede il tuo appartamento. Nel mio ex-appartamento a Borlänge, ad esempio, non era necessario uscire al freddo, visto che le lavatrici si trovano all'interno dello stesso immobile. Sulla loro programmabilità, velocità ecc., dipende ovviamente dal modello e quindi da chi compra le lavatrici, non dal sistema svedese, oggetto di questo thread. Alcune spendono più di altre, cambiano gli esemplari più spesso, ecc... Ci sono poi tanti vantaggi, di cui ha già parlato Ele.
Io, invece, ho sempre avuto qualche dubbio riguardo all'igienicità di questo sistema ma vedo che nessuno ha ancora toccato il punto. Forse sono io paranoico ma, specie in grandi palazzi, se c'è uno zozzone che poi lava le mutande a 30 gradi... Ok, c'è il sapone ma... Funghi, batteri e quant'altro, saranno veramente eliminati?

_________________________________________________
Torna in alto Andare in basso
http://rinascitaalnord.wordpress.com/
vladimir
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 526
Data d'iscrizione : 11.04.10

MessaggioTitolo: Re: Valutazione della Svezia per chi ci vive da un po' di tempo   Dom Dic 02, 2012 11:03 am

assolutamente no. L'igienicita' e' seriamente compromessa. Per questo molte persone che conosco hanno comunque la loro lavatrice in casa, a prescindere da quelle condominiali. Soprattutto per la biancheria.
V.
Torna in alto Andare in basso
vladimir
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 526
Data d'iscrizione : 11.04.10

MessaggioTitolo: Re: Valutazione della Svezia per chi ci vive da un po' di tempo   Dom Dic 02, 2012 11:04 am

dimenticavo... altra regola d'oro e' aggiungere un po' di candeggina (Vanish) ad ogni lavaggio.
V.
Torna in alto Andare in basso
vladimir
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 526
Data d'iscrizione : 11.04.10

MessaggioTitolo: Re: Valutazione della Svezia per chi ci vive da un po' di tempo   Dom Dic 02, 2012 11:09 am

Citazione :
Almeno nella mia esperienza, la burocrazia non è snella, è onnipresente e soffocante.

a proposito di confronti, forse ti sei dimenticata della burocrazia italiana... e' un sistema ormai completamente ingessato dove non si puo' piu' fare nulla, semplicemente...
L'esempio che fai poi, di Universita', e' proprio il peggiore che potevi scegliere. In Italia i dipartimenti non riescono nemmeno a spendere i pochi soldi che hanno per quanto sono complesse e assurde le procedure di spesa e di assunzione di qualcuno. Io ho collaborazioni in cui sono costretti a rimandare i soldi indietro... con la disoccupazione e precariato che c'e'...
V.
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Valutazione della Svezia per chi ci vive da un po' di tempo   

Torna in alto Andare in basso
 
Valutazione della Svezia per chi ci vive da un po' di tempo
Torna in alto 
Pagina 1 di 2Vai alla pagina : 1, 2  Seguente
 Argomenti simili
-
» Valutazione della Svezia per chi ci vive da un po' di tempo
» Per chi si è trasferito in Svezia, perché proprio la Svezia?
» I lati bui della Svezia
» Mercato del lavoro attuale in Svezia per gli stranieri.
» ciao amanti della svezia, buona giornata a tutti !

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
mondosvezia :: Vivere in Svezia :: Noi viviamo qua !-
Vai verso: