mondosvezia
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi click o accedi per continuare.

mondosvezia

Un forum per chi ama la Svezia e i paesi scandinavi. Utile per chi cerca informazioni sui viaggi, cucina locale, cultura, tradizioni, lingua e altro.
 
IndiceIndice  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  

 

 Hjälp, Situazione andante verso il "Disperata".

Andare in basso 
+8
TommyGun
Rimini57
lilla gumman
November
osvensk
lafattaturchina
spidernik84
Kelvinclein
12 partecipanti
Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3
AutoreMessaggio
Kelvinclein
Scoiattolo
Scoiattolo
Kelvinclein


Numero di messaggi : 38
Data d'iscrizione : 21.06.10

Hjälp, Situazione andante verso il "Disperata". - Pagina 3 Empty
MessaggioTitolo: Re: Hjälp, Situazione andante verso il "Disperata".   Hjälp, Situazione andante verso il "Disperata". - Pagina 3 EmptyGio Nov 11, 2010 7:38 pm

Skish ha scritto:
Ciao, mi sono letta il blog ieri notte.
Mi spiace molto per la situazione nella quale ti sei trovato. Capisco il tipo di frustrazione e delusione, purtroppo entrare nelle meccaniche familiari altrui è delicato e non sempre si ha la fortuna di capitare in un ambiente equilibrato. Mi sembri una persona sensibile (a volte troppo, da quello che scrivi, ma non è una critica) e in quanto tale più portata a soffrire anche per atteggiamenti che altri ignorerebbero.
Non che aiuti, ma mia madre s'è trovata in una situazione analoga in Scozia e posso assicurarti che è una persona molto precisa, aperta e gentile. Purtroppo dopo mesi di convivenza serena uno dei coniugi ha iniziato ad esagerare pesantemente, fregandosene del rispetto che sarebbe dovuto in ogni caso. Semplicemente, non la voleva più tra i piedi e ha iniziato a usarla come valvola di sfogo.

Mi ha colpito leggere che mentre impacchettavi le tue cose la tua host-mother ha deciso di rincarare la dose dandoti contro. E' successa la stessa identica cosa a mia madre, l'ospitante cercava quasi di provocarla aggredendola verbalmente.

A prescindere dall'indole di ogni individuo, si tratta di una violenza molto meschina. Chi viene 'ospitato' (ma in realtà lavora) si trova già in una situazione di vulnerabilità. Essere scacciati ha un impatto non indifferente, soprattutto in terra straniera dove magari non si hanno supporti materiali e morali. Se a questo aggiungiamo anche l'aggressione verbale GRATUITA, bhè... mi spiace, ma questi Hosts fanno veramente una figura pessima.

Ti scrivo queste cose perchè capisco che in quella situazione si può anche arrivare a pensare "Che ho fatto di male?" e sentire delle rassicurazioni aiuta ad archiviare la brutta esperienza. Spesso di fa fatica a digerire un torto avvenuto in simili circostanze. Quindi, coraggio!

Il fatto che tu 'senta' così tanto anche le sfumature non va a tuo vantaggio sicuramente. Bisogna un pò strutturarsi. Siamo coetanei, quindi non mi sto assolutamente permettendo di giudicarti.

Non discuto il diritto della famiglia ad allontanarti, discuto i metodi adottati, sia chiaro.

Volevo farti due domande, non preoccuparti se non hai tempo di rispondere Smile

Tramite quale mezzo vi siete messi in contatto per la prima volta? Insomma, come vi siete "trovati"? Immagino non tramite agenzia, altrimenti avresti avuto un supporto immediato e qualcuno che potesse fare da mediatore tra te e la famiglia. Sembrano servizi superflui, ma poi in situazioni simili...

Avete messo in chiaro dall'inizio non solo i tuoi doveri, ma anche i tuoi diritti? Tipo 'paletti' utili a non farti poi invadere dalle loro meccaniche familiari?

Avevi avuto precedenti esperienze con bimbi e gestione della casa?

Continuo a seguire l'evoluzione della vicenda, sii forte e conserva il cuore leggero qualsiasi cosa accada. Anche se eventualmente dovessi tornare in Italia, non buttarti giù.

Fa' sempre piacere avere qualcuno che ascolta ad ogni modo.

Premetto che non auguro loro alcun male e senza nessuna ironia auguro loro di trovare qualcuno che possa soddisfare meglio i requisiti.

Premetto che la cosa e' nata tutta da Au-pair world, e che ci siamo messi in contatto direttamente, usando Facebook. Quindi la cosa non era per nulla salvaguardata. Io mi sono fidato, e non ho fatto male, perche' non sono cattive persone, nonostante quello che mi hanno fatto (cacciarmi da un giorno all'altro, non e' una bella cosa in nessun caso).

E' iniziata subito una corrispondenza molto intensa, dove ci siamo conosciuti veramente molto piu' di quanto forse avremo potuto fare dal vivo. Ci siamo raccontati in lunghe email, ricche di episodi ed esperienze di vita.

Quando ci siamo incontrati ad agosto per conoscerci meglio, le cose sono andate benissimo, abbiamo passato due giornate molto intense insieme, abbiamo cenato e brindato, e le cose sembravano veramente perfette.

Nel momento in cui mi sono trasferito, per le prime due settimane le cose sono andate molto bene per quanto mi riguarda, poi dopo qualche tempo sono iniziate le prime lamentele e critiche giuste o ingiuste che fossero.

Non faro' alcun elenco delle critiche poiche' sarebbero da spiegare troppo nel dettaglio, se sei a Stoccolma ed hai voglia di passare una serata a sentir cose del genere (dubito) fammi uno squillo.



Per quanto riguarda la seconda domanda che mi hai fatto, no, non abbiamo messo in chiaro nulla, ed e' anche per quello che all'inizio le cose sono andate male. Non avevamo pianificato i miei compiti e loro si aspettavano cose che io non avevo la minima idea di come fare certe cose.
Poi abbiamo scritto una specie di "Schedule", con i lavori che avrei dovuto fare tutti i giorni, e le cose sono andate meglio per qualche tempo. Qualche giorno dopo mi hanno anche fatto i complimenti per come le cose stavano andando.

Credo negli utlimi giorni fosse piu' qualcosa tipo "Scontro" Cultural-Sociale.

Capisco anche le difficolta' con la lingua, difficile da ammettere, ma credo che il fatto che comunicassimo in Inglese che non e' ne' la mia ne' la loro lingua madre, abbia in qualche modo influito sul nostro rapporto.

Tradurre i propri pensieri in un'altra lingua e' SEMPRE difficile. Non e' questione di quanto conosci la lingua.

Ti ringrazio comunque per l'interessamento, parlarne mi fa' bene.
Torna in alto Andare in basso
 
Hjälp, Situazione andante verso il "Disperata".
Torna in alto 
Pagina 3 di 3Vai alla pagina : Precedente  1, 2, 3

Permessi in questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
mondosvezia :: Vivere in Svezia :: Lavoro-
Vai verso: