mondosvezia

Un forum per chi ama la Svezia e i paesi scandinavi. Utile per chi cerca informazioni sui viaggi, cucina locale, cultura, tradizioni, lingua e altro.
 
IndiceIndice  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividi | 
 

 Il mio anno all'estero.Esperienze mai raccontate.[1]

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Maju
Aringa
Aringa


Numero di messaggi : 8
Data d'iscrizione : 25.07.11

MessaggioTitolo: Il mio anno all'estero.Esperienze mai raccontate.[1]   Mar Lug 26, 2011 12:12 pm

Hej Very Happy
Sono nuova del forum ma inizio già a sentirmi ben accolta e finalmente ho qualcuno con cui parlare di un'esperienza,la mia,in Svezia.
Visto che la mia esperienza è lunga,se non vi dispiace,la dividerò in capitoli se a qualcuno mai interessasse leggerla.

L'anno scorso decisi di partire per un anno all'estero con Intercultura.
A Napoli riuscimmo a superare il concorso 40 di noi ed io vinsi la borsa di studio intercultura.
Tra tutti i Paesi al Mondo io decisi di provare a mettermi in gioco in uno dei Paesi più diversi dal mio,la Svezia.
Partii il tre settembre 2010. Mi ricordo ancora quel giorno.Tante speranze,tante emozioni.Lasciare casa mia,sapere di entrare in un nuovo Mondo che non mi apparteneva,essere sola.Io e la Svezia.
Ricordo quando salutai la mia famiglia,a Roma,fu solo la prima delle grandi emozioni che ho avuto.La mia esperienza era iniziata ma io non lo realizzai ancora fino a quando non atterai ad Arlanda.Li,dei volontari intercultura mi prelevarono e mi portarono insieme ad altri "exchange students",a Stoccolma.
Solo ora sto pensando all'emozione che avevo in me. Verso le 4 ci salutammo ed io presi il treno per Uppsala,la quarta città in svezia,e anche chiamata la città universitaria poichè ospita ragazzi da tutte le parti del Mondo. L'università di Uppsala è la più importanta nei Paesi Scandinavi ed è una delle più importanti d'Europa.Mi colpì il fatto che è gratuita.
Arrivai ad Uppsala in treno.Avrei presto incontrato la mia famiglia ospitante.
Quando scesi,col cuore in gola,emozionata,li vidi.
Erano tre.
Annica(mamma),Jan(papà) e Victoria(figlia).
Mi abbracciarono.Mi diedero delle rose,mi diedero un pupazzetto con la bandiera svedese e andammo a casa in macchina. Vorrei davvero poter ricordare tutte le emozioni che provai,ma sarebbe al quanto impossibile.Fortunatamente avevo una buona conoscenza dell'inglese e iniziai subito a stringere buoni rapporti con loro. Arrivati a casa rimasi impressionata dalla bellezza del paesaggio,la mia casa...marrone a tre piani con un giardino enorme .La mia camera era colorata.La bandiera dell'Italia sul letto,un acchiappasogni e profumo di fiori.Tutto perfetto.
Ricordo quando cenammo.Ricordo quando mi alzai la mattina dopo e sembrava che a casa mia parlassero italiano.Non so come spiegarlo ma ricordo che ogni suono,ogni parola svedese sembrava essere italiana.
Il tempo passò...Una settimana,andammo in giro per vari mercati,ero un'altra.
Passarono due settimane e poi iniziai a scuola.
La struttura era impressionante...Mi sentivo speciale ma anche un pesce fuor d'acqua.
Il primo giorno di scuola fu deludente.Ho imparato da quest'esperienza a non avere mai aspettative e cosi ora che ci penso,col senno di poi,so bene che ero io ad essere in errore.
Mi sedetti in classe e non fui considerata. La mia scuola si chiamava Lundellska skolan e fui assegnata in una classe S2A del secondo anno...Non vi parlerò di quanto tempo ho sofferto,cercando di essere considerata...cercando di dare un senso a loro,gli svedesi in classe mia.Poi giunsi all'idea che semplicemente loro erano diversi,un'altra cultura e che non ero io sbagliata ma la mia convinzione che essi fossero come me(italiana,socievole e aperta) era sbagliata.....
Ricordo i giorni di Ottobre,vicini al mio 17° compleanno. Ricordo la malinconia dei miei amici ma non mi sono mai sentita sola a casa....Ci vorrebbe un topic solo per parlarvi dell'amore che la mia famiglia ospitante ha avuto per me,dell'amore che io ho avuto per loro e dell'amore che ancora abbiamo gli uni per gli altri.
Scusate,mi sto prolungando.Non so nemmeno se può davvero interessarvi la mia storia,però ho pensato che fosse momento di raccontarla a qualcuno visto che è da un mese che sono tornata a casa e non ho ancora parlato a nessuno di questa cosa.Forse perchè scrivere riesce meglio,forse perchè sento che nessuno capirebbe e nessuno nemmeno ha mai chiesto di raccontare...non so,ma comunque se a qualcuno interessa il continuo,sarei molto contenta e vorrei me lo faceste sapere.Altrimenti lo terrò per me.
Buona giornata a tutti..
Maria Teresa
Torna in alto Andare in basso
November
Alce
Alce
avatar

Numero di messaggi : 588
Localizzazione : Karlstad - Svezia (Planet of the apes)
Data d'iscrizione : 18.02.10

MessaggioTitolo: Re: Il mio anno all'estero.Esperienze mai raccontate.[1]   Gio Ago 04, 2011 7:20 pm

Continua a raccontare, continua ! rendeer
Ciaooo sunny
Torna in alto Andare in basso
http://www.facebook.com/profile.php?id=100001317121432
stockolasvezia
Volpe
Volpe


Numero di messaggi : 117
Data d'iscrizione : 18.06.10

MessaggioTitolo: Re: Il mio anno all'estero.Esperienze mai raccontate.[1]   Sab Ago 13, 2011 2:40 pm

Maju ha scritto:
Hej Very Happy
cut
Maria Teresa

sunny Bellissimo racconto!Ti prego anche io di continuare, sopratutto li dove sei rimasta delusa dalle differenze culturali e caratteriali che hai incontrato... Smile Può servira a tanti che hanno idee troppo fantasiose ed irreali! :flower:
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Il mio anno all'estero.Esperienze mai raccontate.[1]   

Torna in alto Andare in basso
 
Il mio anno all'estero.Esperienze mai raccontate.[1]
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Il mio anno all'estero.Esperienze mai raccontate.[1]
» esperienze personali di rischio
» AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all'Estero)
» chi mi sa dire il modello e possibilmente anno?
» http://www.sewingmachines.co.uk acquistare all'estero, la garanzia e la spedizione

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
mondosvezia :: Vacanze in Svezia, Generico :: Diari di viaggio-
Andare verso: